Utente 306XXX
Buongiorno, sono una ragazza di soli 24 anni e sto soffrendo tanto da una settimana a causa di emorroidi esterne di iv grado, dolorosissime soprattutto dopo la defecazione. L'emorroide è esterna e non rientra nell'ano nemmeno manualmente. Sto assumendo da una settimana Daflon, due compresse al giorno e una pomata nella zonz colpita. Ma fino ad ora nessn miglioramento. Non riesco a dormire dal dolore, sono disperata. Io sono di Milano ma in questo periodo mi trovo a Cagliari per lavoro, mi sapete anche consigliare un buon medico della zona? Sto malissimo.. avverto un forte dolore e bruciore.. non vivo più.. Esiste una cura a questo? Ho bisogno di un aiuto sto impazzendo dal dolore.

[#1]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile signora
il consiglio nell'immediato è quello di rivolgersi al più vicino Pronto Soccorso. In alcuni casi infatti la incisione di un nodulo emorroidario trombizzato può portare immediato giovamento, ma deve essere eseguita con attenzione e da personale esperto. In tale sede potrà anche richiedere una visita proctologica per affrontare il suo problema.

Cordiali saluti
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile

[#2] dopo  
Utente 306XXX

La ringrazio per la gentile risposta. Ieri ho avuto una crisi emmorroidaria con tromboflebite, sono stata malissimo. Ho chiamato un'ambulanza che mi ha portato al pronto soccorso della città piu vicina. Mi hanno diagnosticato emorroidi di iv grado e tromboflebite. Mi è stato dato un analgesico, applicato pomata sulla parte interessata e mi sono state spinti i trombi all'interno (e che dolore).
Non mi è stata prescritta una cura , mi è solo stato detto di restare al riposo e di orendere analgesici. Ma io sto male, ho 24 anni e non posso soffrire così..vorrei operarmi prima delle feste, appena la crisi cesserà. Cosa posso fare? Sono disperata.

[#3]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile signora
concordo con lei che non può continuare ad avere dolori inutilmente, quindi la cosa più giusta da fare è proseguire la cura prescritta e prendere contatti con un chirurgo proctologo.
Sicuramente a Cagliari ve ne sono di molto bravi sia negli ospedali che nelle strutture universitarie.

Cordiali saluti
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile

[#4] dopo  
Utente 306XXX

Ho degli aggiornamenti sulla mia situazione. Dunque, mi sonmo recata presso una struttura privata, mi è stato sospeso il Daflon e mi sono stati prescritti altri medicinali. Verò operata agli inizi di gennaio con metodo Milligan Morgan, questa è la tipologia di intervento che mi è stata consigliata e che verrà eseguita dal primario della casa di cura. Ho un po' paura per il post operatorio..

[#5]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile signora
ogni chirurgo in base al riscontro clinico adotta le scelte che reputa più opportune. L'intervento proposto è sicuramente il meno invasivo e quello che offre nell'immediato la migliore soluzione. Il post-operatorio non è particolarmente doloroso fatta eccezione, alcune volte, per la persistenza di piccole perdite ematiche che scompaiono dopo alcuni giorni.
Coraggio, consideri che poi non ci penserà più !
Un cordiale saluto
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile

[#6] dopo  
Utente 306XXX

Gent.ssimo Dottore, la ringrazio per i preziosi consigli. Ho un'ultima domanda da fare. Le emorroidi che ora fuoriescono dall'ano sono dolorose, l'altro giorno, il chirurgo del pronto soccorso mi ha detto che se è possibile è preferibile spingerle all'interno, perché una volta fuori tendono ad ingrandirsi e a non assorbirsi. Quindi cosa posso fare? Mi metto in una posizione favorevole (sdraiata su un fianco) e provo a spingerle verso l'interno?

[#7]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile signora
la manovra suggeritale è sicuramente corretta, tuttavia deve essere effettuata con estrema delicatezza per evitare inutili sopfferenze e possibili rotture.

Cordiali saluti
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile

[#8] dopo  
Utente 306XXX

Lunedì mi dovrei operare con tecnica Miligan Morgan, in ANESTESIA EPIDURALE, ma il problema è che io ora sto bene, nonostante il prolasso esterno, riesco a defecare senza alcun dolore e svolgo le mie attività quotidian senza problemi.

La mia paura è che affrontando ora l'intervento l mia vita più che migliorare, peggiori, ora sto bene!

E inoltre vorrei sapere quali sono i rischi di questo intervento e quali sono i rischi legati all'anestesia.

Ringrazio anticipatamente di cuore a quanti mi risponderanno.

Buona giornata.

[#9]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile signora,
l'anestesia epidurale permette l'esecuzione di interventi sull'addome inferiore in condizione di totale analgesia. Talora nel post-operatorio alcuni pazienti hanno sviluppato cefalea persistente risolta dopo alcuni giorni di terapia.
In merito alla indicazione all'intervento penso che ne dabba discutere con il collega che la opererà. Tuttavia in generale consideri che in assenza di correzione il prolasso potrebbe tendere ad aumentare e che il momento ideale per intervenire è proprio quando la congestione emorroidaria è ridotta al minimo. Il post-operatorio può essere un po' fastidioso ma sicuramente ne trarrà giovamento per il futuro.
Se vuole continui a tenerci informati sull'evoluzione delle sue condizioni di salute.

Cordiali saluti
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile