Utente 404XXX
Gentilissimi dottori,
sono un ragazzo di 21 anni e vi scrivo a proposito di un problema che mi crea molta ansia. Recentemente ho eseguito un esame per la ricerca del sangue occulto nelle feci, a seguito di vari episodi in cui ho visto del sangue nelle feci (2 volte sulla carta igienica, in piccole quantità che svanivano già alla seconda passata di carta, e 2 volte sulle feci, nella tazza del water, sotto forma di poche gocce di sangue vivo all'esterno delle feci). Il referto dice che il valore riscontrato nel campione esaminato è pari a 40 ng/ml, su una scala di riferimento che è la seguente: da 0 a 89 negativo; da 90 a 100 dubbio, da 100 in poi positivo. Ora, il risultato parrebbe chiaramente negativo, ma mi viene da chiedere: non dovrebbe essere pari a 0 per risultare tale? Su internet ho letto che per considerare positivo il test basta un solo ml di sangue: come devo considerare il test? E' normale che ci sia un po' di sangue nelle feci anche in condizioni non patologiche, oppure potrebbe essere un piccolo tumore che sanguina ancora molto poco? Esiste una forma di sanguinamento "fisiologico" durante la digestione? Aggiungo che prima di quest'esame mi sono sottoposto, sotto consiglio del mio medico curante (che mi aveva prescritto un mese di Daflon quando l'ho informato dei primi sanguinanti), a una visita proctologica, dalla quale non è risultato nulla di rilevante (niente emorroidi, niente ragadi ecc...) Se vi può essere utile, vi riporto anche altri sintomi che mi interessano: ho spesso frequenti variazioni nella consistenza delle feci, nel senso che alterno spesso feci dall'aspetto normale con feci meno formate, più "spezzettate", più molli, ho spesso scariche di diarrea che si risolvono solitamente nel giro di una sola evacuazione (non ho mai difficoltà a defecare, sono sempre regolare e non faccio mai sforzi dolorosi nell'evacuazione); soffro di meteorismo; spesso ho dolori e crampi (sopportabili) alla pancia, in concomitanza, di solito, delle scariche di diarrea; a volte soffro di prurito anale (solitamente dopo l'evacuazione); può capitare che io abbia mal di schiena (parte bassa della schiena). Cosa dovrei pensare? Posso stare tranquillo riguardo all'esame? A cosa potrebbe essere dovuto il sanguinamento che ho visto se non ad emorroidi o ragadi? Il proctologo mi ha detto che potrebbe essere l'inizio di una malattia intestinale infiammatoria, ma mi ha comunque sconsigliato di sottopormi a una colonscopia data la mia giovane età, a meno che la ricerca del sangue occulto non fosse risultata positiva. Vi prego aiutatemi, sono molto in ansia per questi motivi.
Vi ringrazio in anticipo.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Si tranquillizzi. Il test è negativo e i suoi disturbi sono da colon irritabile con qualche possibile intolleranza alimentare.

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 404XXX

Gentilissimo dottor Cosentino,
la ringrazio per la tempestiva risposta e, di contro, mi scuso immensamente per la mia, molto tardiva: questi giorni di festa mi hanno tenuto molto occupato. Le sue parole mi hanno davvero tranquillizzato molto: quindi è normale che nelle feci sia presente una certa quantità di sangue anche se il test risulta negativo? I mie valori non sono allarmanti? Per quanto riguarda i miei sintomi, anche io mi ero convito di soffrire di colon irritabile, ma ho letto che i sintomi non prevedono perdita di sangue. Non so se sono intollerante a qualcosa, non ho mai fatto alcun esame: pensavo di essere intollerante al lattosio, ma ho notato che comunque pur bevendo il latte non sempre ho i sintomi sopra descritti, quindi lo escluderei... lei cosa ne pensa? Potrebbe essere un'intolleranza o qualcosa di grave? Sono molto ipocondriaco, come avrà notato, e nella mia mente ho sempre il pensiero che sotto sotto ci sia qualcosa di brutto.
La ringrazio in anticipo per i suoi eventuali chiarimenti.

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Una minima perdita di sangue è fisiologica in tutte le persone....

Per i suoi disturbi, sempre da colon irritabile, può eventualmente valutare se alcuni cibi accentuano la sintomatologia:

https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/1858-pancia-gonfia-colon-irritabile-la-dieta-fodmap-puo-essere-una-soluzione.html


Auguroni.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it