x

x

Emmoridi

Buongiorno Dottori,

verso la fine del mese di Dicembre quando andavo in bagno notavo delle striature di sangue rosso vivo nelle feci. Queste striature erano più presenti quanto maggiore era lo sforzo. Ho fatto subito una visita proctologica e lo specialista mi ha diagnosticato la presenza di una emorroide di II livello sanguinante. Mi ha prescritto delle supposte di Proktis e delle bustine di Fleb-up, oltre che un detergente intimo. Sono arrivato quasi a 20 giorni di cura (dopo aver sentito per due volte lo specialista che mi ha consigliato di continuare) ma noto sempre che quando mi sforzo per andare in bagno le striature sono presenti, mentre non sono quasi visibili quando le feci sono più morbide.
E' possibile che la cura farmacologica non funzioni? Una corretta alimentazione (che ammorbidisca le feci) è essenziale?

Grazie

Saluti
[#1]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25,4k 631 347
Possibile.Farei una colonscopia e considererei una soluzione chirurgica. Prego.

Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno Dottori,

dopo un'altra visita proctologica dove con l'anoscopio lo specialista ha evidenziato ancora la presenza di un'emorroide sanguinate, ho fatto una colonoscopia da altro specialista con il seguente esito:
"L'esame è condotto fino al cieco. Si esplora l'ultima ansa ileale che appare regolare. Tutto il colon esplorato non mostra alterazioni della superficie mucosa. Nel retto dai 4-5 cm all'ano la mucosa è iperemica ed erosa (bio 1,2,3). Canale anale presenza di piccoli noduli emorroidari congesti.

Terapia consigliata: Pentacol da 500mg supposte almeno per 40 giorni, poi...."

Il Dottore che ha eseguito la colonoscopia mi dice che è un' infiammmazione. Non sono riuscito a capire il perchè per una proctite si richiede una biopsia?Mi devo preoccupare? Il Dottore però era abbastanza tranquillo.

Un'ultima domanda a cui gentilmente vi prego di rispondermi. Il proctologo ha sempre sostenuto che il problema era l'emorroide. E' possibile che con l'anoscopio non si sia accorto della proctite a 4-5 cm dall'ano. Sarà stato un pò superificale nel mio caso?

Grazie e complimenti per il servizio che offirte
[#3]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25,4k 631 347
No, non si preoccupi eseguire le biopsie e' normale e la proctite e' compatibile. Prego.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dottore,
mi scusi quindi non è nulla di grave?

Mi scusi anche se insisto ma è la proctite sarebbe dovuta essere visibile con l'anoscopio?

Grazie
[#5]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25,4k 631 347
Non e' grave.
Puo' essere visibile, non e' detto.
[#6]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dottore, un'ultimissima domanda.

Con un'adeguata cura farmacologica riesco a risolvere definitivamente questo problema oppure devo conviverci?

Grazie
[#7]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno Dottori,
dopo il risultato della biopsia, in cui la diagnosi è stata: reperto compatibile con la proctite ulcerosa attiva, marcata, il dottore mi ha prescritto per una volta al giorno e per 40 giorni le supposte pentacol da 500mg. Ho terminato la cura e ho risentito il Dottore che mi ha detto di continuare con le stesse supposte a giorni alterni almeno per un anno. Vorrei chiedere se è normale una cura tanto lunga e se al termine di quest'altro anno posso stare più tranquillo avendo, almeno parzialmente, risolto il problema.

Grazi mille
[#8]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25,4k 631 347
Si perche' si tratta di una patologia cronica da curare a lungo termine. Prego.

Conosci l' endometriosi? Scoprilo con il nostro test