Utente 947XXX
Salve, spero che possiate aiutarmi, ho un problema che mi affligge giorno e notte. Mi chiamo marco, e da più di 2 settimane ho la sensazione di dover defecare quasi per tutto l'arco dell'intera giornata.
solo al mattino nei primi 20 minuti non avverto alcun fastidio.. ma dopo un pò il fastidio si fa sentire, ho come la sensazione di dover andare continuamente a defecare, il problema e che quando devo per davvero, non ho problemi nel svuotare, ma subito dopo averlo fatto la sensazione si ripresenta.
non so se ciò potrebbe essere utile ma dato che ero soggetto ad una grossa perdita di capelli, da un anno uso proscar finasferide msd 5 mg, il mio dermatologo mi ha detto di dividere la capsula in 5 parti, perchè ne devo assumere 1 mg al giorno.
altra cosa che potrebbe esservi utile e che sono un'omosessuale e non riesco ad avere un rapporto anale perchè mi provoca dolore, e forse tutto questo e inizato propio da quando diciamo "mi sono sforzato" nel farlo perchè pensavo che ci volesse un pò di abitudine...
non so cosa fare, attualmente non ci sono tanti medici a causa delle feste... perciò spero in una vostra veloce risposta in modo da stare almeno più tranquillo... vi ringrazio di cuore.

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Forse un pochino posso tranquillizarla perche' almeno da quanto lei racconta non sembrerebbe trattarsi di una patologia che richiede la massima urgenza... Senza dubbio pero', non appena terminate le feste, e' opportuno che ne parli con il suo Medico Curante: a seguito di un'accurata visita il Collega potra' eventulamente suggerirle una visita proctologica da uno specialista del ramo.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile signore
pur concordando sulla necessità di una visita medica, vorrei anch'io tranquillizzarla e trovo che la diagnosi potrebbe essersela già effettuata lei quando scrive "...tutto questo e iniziato proprio da quando diciamo "mi sono sforzato" nel farlo...".
Tale situazione potrebbe aver creato una eccessiva irritazione della mucosa con congestione del plesso venoso emorroidario e conseguente sintomatologia caratterizzata anche da senso di peso a livello anale e di defecazione impellente.

Cordiali saluti
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile

[#3] dopo  
Utente 947XXX

Primaditutto vorrei ringraziarvi per esserci, e per la tempestività, poi vorrei chiedere al Dr. F. Nardacchione... questa irritazione sparirà da se in qualche settimana oppure necessita di qualche terapia?
grazie.

[#4]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile signore
prima bisogna fare una diagnosi, fatta la quale si potrà stabilire la necessità o meno di una terapia per la sua guarigione.

Cordiali saluti
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile

[#5] dopo  
Utente 947XXX

mi sono informato un pò ed ho visto che esiste un esame la colonscopia... sinceramente la vedo molto invasiva.. non c'è altro modo che questo per risalire ad una diagnosi? insomma, è strettamente necessaria? grazie.

[#6]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Non si allarmi, nel suo caso può bastare innanzitutto una semplice visita proctologica, in cui si esamina la mucosa anale e la si esplora digitalmente. Già così è possibile fare una prima valutazione e decidere è sufficiente per fare una diagnosi o se effettuare altri esami. Ne parli con il suo medico curante senza patemi.
Cordiali saluti
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile

[#7] dopo  
Utente 947XXX

ok, grazie, non so che dire mi avete tranquillizzato tanto, grazie per il servizio che offrite! alla prossima!

[#8]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Spero proprio che non abbia più bisogno di noi !
Un cordiale saluto
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile

[#9] dopo  
Utente 947XXX

ok, grazie, non so che dire mi avete tranquillizzato tanto, grazie per il servizio che offrite! alla prossima!

[#10] dopo  
Utente 947XXX

Salve, passate le feste sono andato dal mio medico curante ed ho spiegato il problema.. secondo lui le cause possono essere due, la prima la possibilità di emorroidio o la prostata gonfia dovuta all'uso del proscar finasferide msd 5 mg che utilizzavo per curare la mia alopecia. mi ha consigliato una visita chirurgica in modo da scoprire la causa di questo. Ultimamente il sintomo si fa sempre più sentire e non riesco più a stare tranquillo, ed a dormire..

[#11]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Come gia' le avevo suggerito prima delle Feste, questa sembra la strada migliore. Appena avra' consultato lo Specialista, se crede, ci faccia avere notizie.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#12] dopo  
Utente 947XXX

si sono in attesa della visita, ho prenotato.. purtroppo le attese sono lunghe.

[#13]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Cerchi di avere pazienza... per sua fortuna non sembra un problema urgentissimo...
Al solo scopo di avere un'idea delle liste di attesa nella sua regione, puo' dirci in che data ha prenotato la Visita Chirurgica e qual'e' il giorno che le hanno fissato per l'appuntamento? Grazie!
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#14] dopo  
Utente 947XXX

magari.. ho chiamato lunedì 19 e mi hanno detto che sono al completo e che devo aspettare lunedì prossimo per prenotare. non resisto più.. e da mesi che sono csì.. non c'è un'altro modo più rapido per fare questa visita? grazie

[#15]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Puo' provare in un'altra struttura! Non conosco nei dettagli la situazione nella sua regione, ma a volte basta allontanarsi pochi chilometri per trovare ottimi centri con liste d'attesa piu'... umane!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#16] dopo  
Utente 947XXX

ora cerco un pò.. grazie mille dottore, le farò sapere!

[#17] dopo  
Utente 947XXX

Buongiorno.. sono riuscito a fare la visita chirurgica, fortunatamente non ho problemi ne di emorroidi ne di prostata, come terapia il dottore mi ha prescritto il "Plantalax" da utilizzare 2 volte al dì per 15 giorni.
Nel caso in qui questo fastidio non passi dovrò fare una colonscopia.. inizialmente aveva parlato di proctite, e voleva darmi degli antibiotici, ma poi mi ha prescritto solo questo. Ha dato la colpa alle capsule di finasferide che prendevo, che oltre a questo problema avrebbero potuto causare cose peggiori...

[#18]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Bene... segua i consigli del Collega e speriamo che vada meglio. Ci tenga aggiornati!
Ha visto che poi l'attesa per avere una visita chirurgica non e' stata poi cosi' terribile?
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#19] dopo  
Utente 947XXX

si mi sono spostato di qualche chilometro... comunque volevo chiedervi una cosa dunque, sulla prescrizione c'è scritto che devo assumere il plantalax lontano dai pasti, mentre invece sul fglietto illustrativo del farmaco invece dice che devo assumerla immediatamente prima dei pasti... a chi dare ascolto? grazie.

[#20] dopo  
Utente 947XXX

si mi sono spostato di qualche chilometro... comunque volevo chiedervi una cosa dunque, sulla prescrizione c'è scritto che devo assumere il plantalax lontano dai pasti, mentre invece sul fglietto illustrativo del farmaco invece dice che devo assumerla immediatamente prima dei pasti... a chi dare ascolto? grazie.

[#21]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
In linea generale deve dare ascolto al suo Medico: se le ha detto di fare cosi' ci deve essere senz'altro una ragione.
Ma ammettendo che possa essersi sbagliato (una distrazione puo' capitare a tutti...) le consiglio di telefonargli e chiedere conferma.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#22] dopo  
Utente 947XXX

salve dottore il disturbo è notevolmente diminuito nelle ultime settimane, ma non del tutto debellato. stamane sono andato alla visita dermatologica per monitorare la situazione dei capelli ed ne ho parlato con lui.. mi ha riferito che la finasferide potrebbe portarmi problemi solo al livello di "urina" e non un disturbo delle defecazione.. fortunatamente non ho quel disturbo, anche lui mi ha consigliato la colonscopia. Ora posso esclude che le compresse che prendevo siano state a creare questo problema, ora rimangono altre 2 opzioni, il possbile rapporto anale, o una colite spastica e credo che la colonscopia sia necessaria. Potete spiegarmi un pò come funziona e queal'è la procedura anche per essere più tranquillo, grazie.

[#23]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Premetto che l'esecuzione della colonscopia deve essere prescritta sempre a seguito di una Visita Medica. Se sara' il suo caso, tenga conto che la procedura di preparazione potra' variare leggermente a seconda del Centro dove la effettua, ma in linea di massima dovra' bere un "purgante" iniziando la sera prima dell'esame; in alcuni casi possono essere necessari anche dei clisteri. Ad ogni modo e' meglio contattare l'Endoscopista per farsi dare le istruzioni dettagliate.
L'esame dura pochi minuti e, piu' che doloroso, puo' risultare "fastidiosio", anche a causa dell'aria che viene insufflata nel colon nel corso dell'esame.
Nel caso si affidi con fiducia ad un buon Specialista e vedra' che andra' tutto bene.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#24] dopo  
Utente 947XXX

Salve Dott.Spina, dunque domani ho la visita medica in base alla quale si deciderà se devo o meno fare la colonscopia. Devo dire però che il distrubo in quest'ultima settimana e diminuito moltissimi e in questi ultimi due giorni, non ho minimamente avvertito il fastidio, ho notato però che sempre in quest'ultima settimana la defecazione è aumentata.. diciamo che sono diventato più regolare, del tipo 1 volta ogni 2 giorni.
Ora sto rifletendo sul da farsi e cioè se fare o meno la colonscopia, che cmq dovrà deciderlo il dottore domani.

[#25]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Esatto! Non cerchi di decidere autonomamente: segua invece le indicazioni dello Specialista, che domani senza dubbio la informera' e la consigliera' per il meglio.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#26] dopo  
Utente 947XXX

Buon giorno Dr. Spina, dunque sono andato a fare la visita.. in quella digitale non ha trovato problemi, ho spiegato un pò il problema e mi ha riferito che cmq la colonscopia è un esame si utile, ma non per il mio caso almeno non l momento perchè i sintomi che mostro non sono gravi. Ha detto che potrebbe essere una infiammazione locale.. Mi ha dato una terapia con ASACOL 4g/100ml da fare una volta a sera per un mese. Se questa terapia non porterà a benefici dovrò fare altri esami fra cui un'ideogramma defecario.

[#27]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Molto bene. Come vede e' sempre meglio sentire prima cosa dice lo Specialista e poi regolarsi di conseguenza. Anche allo scopo di evitare esami inutili, dispendiosi e anche fastidiosi!
Segua con attenzione la terapia e speriamo per il meglio.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#28] dopo  
Utente 947XXX

Salve Dr.Spina.. prima di tutto, mi scuso per non aver dato mie notizie per più di due mesi, ma ho avuto vari problemi, fra qui internet che non andava.. tornando al mio problema. Iniziata la terapia con ASACOL 4g/100ml i benefici si son visti subito la prima settimana, cosi credevo che terminato il mese avrei finalmente debbellato il problema.. ma non è stato così.. il fastidio è torato nella seconda settimana, ciò nonostante ho contiinuato la terapia. Finita la terapia, il fastidio giorno dopo giorno, piano piano iniziava a sparire. Oggi a distanza di 1 mese dalla fine della terapia non lo avverto più.. però non completamente. Ci sono ancora dei momenti in qui lo avverto ma per una frazione di secondo e sono quasi sempre il messaggio di avviso che devo andare a liberarmi. Qualche settimana fa sono tornato dal dottore e mi ha prescritto un "Proctogramma Defecatorio con contrasto" e a seconda dell'esito del proctorgramma una "Rettoscopia".
Purtroppo dalle mie parti in pochissimi effettuano questo tipo di esame, fortunatamente però sono riuscito a trovarne uno. Devo effettuare l'esame giovedì.
Dottore, mi potrebbe dire un pochettino come funziona questo proctogramma? anche per stare un pò più tranquillo pochiè sono un pò nervoso. Grazie mille, attendo una sua risposta.

[#29]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Il proctogramma non e' altro che la simulazione dell'atto della defecazione con un mezzo di contrasto radio-opaco, "fotografato" con una serie di raggi X che permettono di studiare nel dettaglio la fisiologia dell'ampolla rettale e della muscolatura correlata durante l'atto stesso. Non c'e' nulla di pericoloso, a parte la piccola dose di raggi X che serve per effettuare le radiografie, che e' di fatto trascurabile.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#30] dopo  
Utente 947XXX

cioè? non ho capito? devono inserire qualcosa? e poi fotografarlo mentre lo espello?

[#31]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Devono inserire un liquido di contrasto radio-opaco, contenente bario, e poi effettuare i radiogrammi mentre lo espelle.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#32] dopo  
Utente 947XXX

ah! ora ho capito... si conosco il bario feci una radiografia allo stomaco anni fa.. cmq ok, grazie mille Dr le farà sapere l'esito dell'esame ed il resto..
cordialmente.

[#33]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Molto bene! Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#34] dopo  
Utente 947XXX

Buongiorno Dr. Spina dunque la aggiorno. Giovedì ho fatto il proctogramma defecatorio, èandato tutto bene, l'esame è stato del tutto indolore. Stamane ho ritirato i risultati.. di seguito le scriverò solo il problema diciamo perchè per il resto sta tutto come deve.
"Spinta evacuativa efficace con vuotamento rapido ma incompleto per evidenza di invaginazione retto-rettale distale con tendenza alla progressione endoanale"
Potrebbe essere così gentile da spiegarmi un pò.. sono preoccupato. Grazie.

[#35]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Sembra dunque che ci sia un prolasso che causa una defecazione incompleta... a questo punto la parola passa al Chirurgo che le aveva consigliato di eseguire l'esame, che dovra' decidere il da farsi...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#36] dopo  
Utente 947XXX

Ah.. dunque come mi dice, devo ricorrere all'intervento chirurgico nel caso* ?

[#37]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Alcune volte casi simili al suo possono giovarsi di un intervento chirurgico per correggere il prolasso rettale. Se pero' questo sia il suo caso oppure no mi viene difficile dirglielo, per via del fatto che non l'ho visitata. Pero' vale senz'altro la pena parlarne col suo Chirurgo!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#38] dopo  
Utente 947XXX

Capisco bene Dr, però non può non dire che dalla diagnosi fatta dalle radiografia non sia così.. Non mi fraintenda Dr sono solo molto preoccupato per via dell'intervento che si suppone dovrei fare, sono un ragazzo molto ansioso e sopratutto nervoso e sopratutto interventi simili mi mettono in grosse difficoltà. Si, ora devo portare le analisi fatte dal proctologo e vedere lui cosa mi consiglia, credo che sicuramente mi farà fare la rettoscopiasopratutto se ci sarà bisogno dell'intervento.. cosa che credo ci sarà, Dr la ringrazio ancora una vota per la sua disponibilità, le farò avere mie notizie. Un caro saluto.

[#39]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Stare in ansia serve a poco. Stia tranquillo: ne parli col Proctologo e vedra' che troverete una soluzione.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#40] dopo  
Utente 947XXX

Salve Dr, stamane sono andato a parlare con il mio medico di base per avere dei piccoli chiarimenti, con me ho portato le radiografie fatte, dunque, secondo lui non è necessario un intervento chirurgico poichè si tratta di una questione di contrazione dei muscoli, che anche dopo l'atto defecatorio, non smettono di contrarsi.

[#41]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Sicuramente il suo Medico di Famiglia la conosce molto meglio di me, e credo che possa avere ragione. Mi permetto pero' di consigliarle comunque una Visita Specialistica presso un centro della sua citta' che abbia buona esperienza in questo campo.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#42] dopo  
Utente 947XXX

Salve Dr, sono andato dal proctologo con le radiografie. L'intervento si deve fare, ora sabato mattina ho una rettoscopia per vedere un pò la situazione se c'è infiammazione o altro, l'intervento che devo fare si chiama STARR.. ho letto un pò la procedura di come si effettua questo intervento.. e la reputo abbastanza semplice, di seguito vi elenco dei punti dove vorrei che mi diate la conferma se sono veri.

-Poiché non vi sono ferite, non sono necessarie medicazioni e il dolore postoperatorio è generalmente assente o lieve. Sono richiesti circa 1-2 giorni di ricovero ospedaliero.
-L'operazione non comporta rischi.

E' davvero cosi?
non mi piace stare negli ospedale quindi se si trata davvero di 2 giorno sarei molto sellevato.
inoltre, non porta davvero nessun rischio?.. o meglio complicazione?
grazie mille! attendo una risposta.

[#43]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
E' vero che non bisogna fare medicazioni e che la procedura e' in se' piuttosto semplice. Ma non e' vero che non comporta rischi: tutti le procedure mediche, e ancor piu' quelle chirurgiche, comportano una certa percentuale di rischio. Vogliamo dire che nel caso della Starr questa percentuale e' molto bassa? Si', possiamo dirlo. Ma se e' vero (ed e' vero!) che anche un'aspirina o un'iniezione intramuscolo possono dare complicanze, tanto piu' vero lo sara' per una rettopessi, sebbene condotta con la Starr.
Comunque deve mettere sulla bilancia i pro e i contro, e credo proprio che nel suo caso sia necessario accettare un piccolo rischio (recidive, complicanze, etc....) per sanare una situazione obbiettivamente compromessa.
La parola finale resta comunque a chi decidera' di operarla.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#44] dopo  
Utente 947XXX

Mi scusi Dr se non l'ho risposta subito, si capisco benissimo.. tuttavia ha ragione l'ultima parola sta al mio Dr.. domattina cmq ho una piccola rettoscopia, mi ha detto d prendermiun pò di magnesia san pellegrino per pulire un pò l'ampolla rettale..credo sarà del tutto indolore dato che a quanto so la rettoscopia non è come la colonscopia, nel senso che non si ha bisogno di insluffare aria calda per allargare le pareti, e inoltre non percorre la stessa distanza. D qui diciamo vedremo se c'è un pò di infiammazione, e nel caso mi darà degli antibiotici.. e magari chissà che così facendo non avverta più il fastidio.. perchè cmq il mio fastidio ora lo sento a malapena. Domani pomeriggio le farò sapere l'esito dll'esame e altro.
Cordialmente.

[#45]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
In effetti la rettoscopia e' meno fastidiosa di una pancolonscopia, anche perche', come giustamente lei ha rilevato, si va a studiare una porzione del colon molto piu' ridotta: il retto, appunto, come suggerisce il termine stesso. Molto bene... Ci faccia sapere i risultati di questo esame.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#46] dopo  
Utente 947XXX

Salve Dr.. purtroppo il lassativo non ha avuto effetto quindi non si è pulita l'ampolla, ora devo prendere un'altro appuntamento. Presi il lassativo ieri sera dopo cena.. credevo che facesse effetto in nottata ma niente, forse la magnesia san pellegrino non è molto indicata, nonostante però nel foglietto illustrativo dica il contrario.

[#47]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Chieda al Collega se puo' essere utile nel suo caso fare un piccolo clistere: se la porzione da esaminare e' soltanto l'ultima puo' darsi che questa sia una buona soluzione...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#48] dopo  
Utente 947XXX

Salve Dr! Purtroppo non ho avuto modo di farle avere mie notizie, ora rimedio subito.
Ho fatto l'intervento 20 giorni fa. La degenza è stata di 3 giorni. L'intervento è andato bene, non ho avuto complicazioni, solo dolore locale. Faccio uso frequente del Laevolac, per rendere le feci morbide cosi come prescritto dal mio chirurgo. Sta andando tutto bene, ma voglio porle qualche domanda...
La prima e questa, da quando sono tornato dall'ospedale praticamente non esco più di casa per paura di un urgenza defecatoria, però negli ultimo 5 giorni sembra che abbia conquistato regolarita, liberandomi al mattino, tutti i giorni.
Cosi ho deciso, di scendere e fare 4 passi, ma dopo tipo 5 minuti, inizio ad avvertire dolore, quasi bruciore in quella zona, è normale? inoltre volevo sapere se posso camminare, uscire, insomma tornare alla mie abitudini.
La seconda, stamattina dopo essermi liberato ho trovato tracce di sangue abbastanza evidenti sulla carta.. non era di un rosso scuro ma abbastanza chiaro.. però fatto sta che mi fa male in quella zona, ed ancora adesso, che è sera avverto un pò di dolore.. è normale tutto ciò? insomma ho paura che aver camminato per quei 5 minuti possa aver condizionato qualcosa..
poi concludendo, volevo sapere quanto tempo occorre per un'effettiva cicatrizzazione della zona trattata.
In atessa di una sua risposta...

[#49]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Venti giorni non sono ancora sufficienti per dichiararsi completamente fuori dal post-operatorio. Credo che possa passeggiare tranquillamente, ma qualche piccola perdita di sangue e qualche piccolo fastidio a mio avviso sono al momento da considerarsi del tutto normali.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#50] dopo  
Utente 947XXX

Capisco... bhè starò molto attento.
Come sempre, la ringrazio.. Vi aggiorno tra qualche giorno.
Cordiali Saluti.

[#51]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Molto bene! A presto, allora...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#52] dopo  
Utente 947XXX

Salve dr... dopo due mesi qualcosa non va temo, spero non si tratti di nulla di grave. Mi sta capitando che da 6 giorni dopo aver defecato avverto la sensazione di incompleto svuotamento... (come i vecchi tempi) sensazione che dopo qualche minuto però passa. Poi la stessa sensazione torna verso sera... e come se non bastasse anche adesso, avverto lo stesso. Vorrei porle poche domande... E' possibile che il prolasso stia, o è tornato? ed è possibile che ciò si verifichi?... potrebbe essere qualche altra patologia? Grazie...
Ps: Ho chiamato il mio chirurgo e mi ha prescritto di utilizzare per 10 giorni il laevolac solo la sera, e poi di richiamarlo, nel caso, dovrò fare un controllo).

[#53]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Come gia' ho avuto modo di scriverle tempo fa la possibilita' di una recidiva esiste. Ovviamente non so dirle se lei e' uno di questi casi sfortunati: magari si tratta soltanto di una sensazione che pero' non trova riscontro nella realta'. Comunque vedo che ha prevsto un controllo, nel caso, tra dieci giorni: questa e' senz'altro la strada migliore per capire se davvero sia successo qualcosa.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#54] dopo  
Utente 947XXX

Ho capito... mi piacerebbe sapere se ci sono degli aspetti che permettono un ritorno di questa patologia.. oppure e del tutto involontaria.. e sopratutto in che percentuale questa torna... ho letto in giro che dipende anche da come si esegue l'intervento, il mio chirurgo disse che ha usato lo "stapler"... non so se lei mi potrebbe dare dei chiarimenti su tutto questo...

[#55]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Le percentuali di successo della tecnica Starr, che credo sia stata utilizzata nel suo caso, sono forse appena inferiori a quelle di altre metodiche chirurgiche (70-80%). Si tratta pero' di valutazioni abbastanza difficili perche' la tecnica e' molto "operatore-dipendente", quindi le statistiche si discostano notevolmente a seconda dei Chirurghi o dei Centri che le divulgano; tant'e' vero che in alcuni casi c'e' chi asserisce anche di aver avuto percentuali di successo pari quasi alla totalita' dei casi trattati.
Lei comunque non si deve far influenzare dalle statistiche: queste sono roba per i Congressi e per gli addetti ai lavori. Lei e' una persona, non e' un numero ne' una percentuale: se il suo intervento va bene, per quanto la riguarda la statistica e' positiva... al 100%!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#56] dopo  
Utente 947XXX

Si ho fatto la starr... ha perfettamente ragione, e solo per farmi un pò un'idea di quanto posso essere a rischio... tutto qui, anche perchè sono molto preoccupato.. la ringrazio infinitamente, le farò sapere se ci saranno nuovi sviluppi. ancora grazie.

[#57]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Bene. Cerchi di stare tranquillo e ci faccia sapere.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#58] dopo  
Utente 947XXX

Salve Dr.. Piccolo aggiornamento... Oggi quando sono andato al bagno ho notato che il colorito delle feci era molto rosso sangue, le feci di consistenza erano molto molli, dopo ho avvertito un pò di dolore alla bocca dell'ano, dolore pungente, che dopo essermi lavato con il detergente (fisian) è passato in gran parte. Cosa sta succendo?... Sono molto preoccupato per tutto ciò...

[#59]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Il controllo medico a fine febbraio ormai e' vicino: in quell'occasione non dimentichi di segnalare anche questi piccoli disturbi al Collega che la visitera'.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#60] dopo  
Utente 947XXX

Salve Dr, ho fatto il controllo. Il mio Dr esclude al momento una recidiva del prolasso. Dalla visita digitale non ho ne emorroidi ne ragadi, solo infiammazione. Mi ha prescritto ASACOL 4g per 15 giorni...

[#61]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Ottimo. Segua la cura e poi si vedra'!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#62] dopo  
Utente 947XXX

4 giorni di terapia e ancora nessun minimo miglioramento... credo propio che sia ancora il prolasso... finisco la terapia poi vedo di prenotare una defocografia per vedere se effettivamente c'è..

[#63]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Prima di sottoporsi a defecografia le consiglio allora di sentire il parere di un altro Chirurgo che possa visitarla attentamente, studiare tutti i referti in suo possesso e valutare con serenita' il caso.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#64] dopo  
Utente 947XXX

Salve dr... non ho buone notizie, ho effettuato la defecografia, stamane ho ritirato i risultati, tutto a posto, ma verso la fine dice "Spinta evacuativa efficace con vuotamente rapido ma incompleto per evidenza di iniziale invaginazione retto-anale. Credevo che effettuando l'intervento avevo risolto i lproblema ma adesso, di nuovo?!.. suppongo dovrò rioperarmi... che seccatura.

[#65]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
La possibilita' esiste, ma sarebbe utile far valutare la defecografia sia a chi l'ha operata sia, come gia' le scrivevo, ad un secondo Chirurgo. C'e' anche la possibilita' che con una specifica fisioterapia si possa risolvere o quantomeno diminuire la sintomatologia.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#66] dopo  
Utente 947XXX

Si, il controllo mi è stato prescritto da un'altro chirurgo dove sono andato a fare la visita, dopodichè informo subito anche il chirurgo che mi ha operato... spero che si possa fare una qualche fisioterapia, perchè come le ho ripetuto già molte volte, i lfastidio e davvero insopportabile. Come sempre la ringrazio e la aggiornerò appena ci saranno notizie.
Cordialmente.

[#67]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Certamente. La mia e' soltanto una ipotesi; a secondo del problema, a volte la fisioterapia puo' aiutare. Speriamo che sia il suo caso!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#68] dopo  
Utente 947XXX

Non sono una persona che tende a tenersi un problema a metà piuttosto preferisco risolverlo del tutto, se sarà necessario rifarò l'intervento.. anche se viene da chiedermi se ciò non diventi poi un continuo replay.

[#69]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Sono d'accordo con lei: se c'e' da intervenire chirurgicamente meglio farlo subto e togliersi il pensiero. Se pero' ci sono possibilita' diverse dalla chirurgia (per esempio la fisioterapia) varra' la pena di valutarle preventivamente.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#70] dopo  
Utente 947XXX

Buon giorno Dr. Spina sono da poco tornato dal controllo per far vedere i risultati della defecografia al dr (non colui che mi ha operato) ha detto che il problema del prolasso è stato risolto, adesso però ne sta uscendo un'altro, molto più in su dove non è possibile intervenire come con la starr ma solo con una chirurgia superiore, mi ha accennato solo qualcosa del tipo che si effettua per via addominale... quindi molto più pesante come intervento. Al momento però non è possibile intervenire poichè non è ancora il momento come lui ha detto, in un lontano futuro è possibile. Ora Dr le voglio rivolgere una domanda, e mi piacerebbe avere una risposta chiara e precisa, a provocarmi non il prolasso, ma addirittura quest'altro problema può essere stato il famoso "rapporto anale" con cui poi è nata tutta sta storia?

[#71]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Escluderei che un rapporto anale possa aver dato problemi in tal senso, tanto piu' se sono molto in alto rispetto la regione del retto-ano. Per dirle qualcosa di piu' ci sarebbe pero' bisogno di sapere la diagnosi: cerchi almeno di ricordare cosa le ha detto il Collega, altrimenti come facciamo noi a saperlo?
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#72] dopo  
Utente 947XXX

Si mi scusi, ma le sue parole sono difficili a me stesso da ricordare poichè non ha usato nessun termine specifico, ha parlato di laparotomica, poi mi ha fatto un disegno per spiegarmi e farmi vedere prima la parte del prolasso precedente che mi è stato corretto e la parte nuova molto più in su, che fuoriesce da una specie di sacca (non ancora prolassato ma agli inizi)... è tutto. Sinceramente io stesso non sono molto soddisfatto da questo controllo, cmq mi rimane sempre l'altro controllo con il Dr che mi ha operato. Purtroppo in alcune strutture la professionalità non è di regola.

[#73]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
A volte un professionista tende a dare per scontato che il paziente possa comprendere pienamente le sue spiegazioni, e questo certo non e' un bene. Mi pare pero' che questo Collega, pur non centrando l'obbiettivo, si sia comunque prodigato molto, addirittura improvvisandosi disegnatore pur di aiutarla a capire. Non voglio certo difenderlo, e' ovvio che la sua comunicazione non e' stata completa. Pero' anche lei poteva almeno chiedere qualche delucidazione in piu'! Non deve aver paura di farlo, il Medico avrebbe compreso le sue perplessita' e sarebbe andato avanti con le spiegazioni. Cosi' purtroppo siamo ad un punto morto: cio' dimostra che anche lo scienziato piu' bravo del mondo se non riesce a trasmettere il suo pensiero serve a ben poco...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#74] dopo  
Utente 947XXX

Salve Dr. Spina, è da tempo che non mi connetto purtroppo ci sono ancora dei problemi, e penso che non si ricordi bene tutta la storia, così le faccio un breve riassunto del problema.
Un anno e mezzo fa inizio ad avere disturbi di defecazione incompleta, con conseguente sensazione di fastidio, di peso.
Eseguo una defecografia con contrasto, con esito di:
-invaginazione retto-rettale distale con tendenza alla progressione endoanale-.
Un mese dopo, mi sottopongo alla STARR per rimuovere il prolasso.
Le cose dopo l'intervento vanno bene, fino a quando nel mese di giugno 2010 mi si presentano gli stessi sintomi.
Sempre in giugno effettuo un'altra defecogrfia con esito:
-evidenza di iniziale invaginazione retto-anale-.
Dopo tale diagnosi effettuo una terapia con ASACOL per 10 giorni.
Il problema sembra essere risolto, fino un paio di giorni fa.. stessi sintomi.
Vorrei porle alcune domande, come cosa pensa di tutto questo, se necessito di un nuovo intervento e se questo sia più complicato del precedente.. vorrei insomma capire un pò la situazione. La ringrazio anticipatamente, in attesa di una Vs risposta.

[#75]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Cosi' e' difficile dirle qualcosa. Il risultato dell'ultima defecografia e' importante, ma e' ancora piu' importante sapere cosa le ha riferito il Chirurgo che l'ha operata: lei il 14 giugno ci scriveva che lo avrebbe visto presto, ma noi non sappiamo se poi davvero ci e' andato e cosa le ha detto... Il Collega doveva infatti valutare non solo il referto ma anche e soprattutto le immagini, naturalmente confrontando il dato strumentale con le sue condizioni cliniche.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#76] dopo  
Utente 947XXX

Si mi scusi, dunque le spiego subito.
Il consulto del 14 giugno lo effettuai da un'altro Chirurgo, giusto solo per sentire un'altro parere non per altro. Ma non ne rimasi molto soddisfatto, comunquesia giorni dopo andai dal chirugo che mi ha operato e ho esposto i fatti.
Mi riferii che una recidiva era possibile ma non in quel momento.
Mi spiegò come il mio tessuto si presenta molto elastico tendente ad avere un tipo di problemi come un prolasso,
inoltre mi disse che se avvertivo il "solito" fastidio, di usare tecniche meccaniche per liberare l'intestino.
Poi alcuni giorni più tardi feci una Coloscopia, e il Dr disse che non avevo nulla.. durante l'esame vide anche la cicatrice dell'intervento STARR fatto alcuni mesi prima, la e non mostrava nessun tipo di problemi.
L'unico dubbio che mi rimane e questo che forse effettivamente c'è l'insorgenza di un'altro prolasso ma molto più in alto dove forse la colonscopia fatta non è arrivata sin lì.

[#77]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
La colonscopia si chiama cosi' proprio perche' visualizza tutto il colon, quindi sicuramente sono riusciti a valutare tutta la zona che riguarda il caso in questione. Credo dunque che possa fidarsi di cio' che ha rilevato l'endoscopista anche se, come le dicevo prima, i risultati di qualunque indagine strumentale vanno sempre correlati alle condizioni cliniche effettive.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#78] dopo  
Utente 947XXX

Come sempre Dr. la ringrazio e le farò sapere notizie a riguardo. La prossima settimana chiamo il mio Chirurgo e fisso un'appuntamento.

[#79]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Senz'altro.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com