Utente 104XXX
Buongiorno,
da circa 20 giorni mi è comparso un ascesso perianale che, viste le piccole dimensioni, il medico di base lo ha scambiato per una emorroide.
Successivamente si è un po' gonfiato e ha diagnosticato un ascesso. Mi ha prescritto Augmentin per 3 volte/die e nell'arco di 2 giorni si è notevolmente ridotto e molto meno dolorante (lo sto prendendo da 3 giorni in totale).
Nel frattempo avevo già fissato visita specialistica dove hanno provato ad eseguire una "ASPIRAZIONE" bucando con ago e siringa per vedere se usciva del pus ma è uscito solo un po' di sangue. Lo specialista ha optato, a questo punto, per non "incidere" e proseguire con la terapia in atto + Gentalyn crema sulla zona locale considerate anche le piccole dimensioni.
Ho notato però, che tranne la immediata riduzione dei primi giorni ( a seguito antibiotico) ora sembra stabile e a non diminuire ulteriormente.
Potrebbe essere normale? Per il riassorbimento completo quanto potrebbe passare?
La seconda domanda: ho letto che gli ascessi possono causare dolore e disturbi nella zona del coccige. Accuso dei sintomi tipo formicolio al coccige, dolore da seduto, qualche pulsazione alle natiche con irradiamento verso il retro coscia fino al piede.
Ma avendo già problemi di postura, (faccio lavoro sedentario) e praticando calcetto sono già soggetto a disturbi simili. I sintomi potrebbero essere collegati oppure riconducibili ad altro problema (tipo sciatica o sindrome del piriforme)? Mi sembra un po' strana tutta questa serie di sintomi a causa di un ascesso delle dimensioni di ca. 1 cm che, peraltro, ora non è dolorante.
Grazie delle risposte.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Il rischio e che residui una fistola.
Utile una ecografia endoanale per lo studio della cavità ascessuale e del rapporto che questa contrae con gli sfinteri.
E' probabile che alcuni dei suoi sintomi siano da attribuire a questo processo infiammatorio, escluderei quelli che si irradiano fino al piede.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 104XXX

Buongiorno di nuovo,
ho eseguito una ecografia approfondita. Si tratta di ascesso perianale di 1cm x 0,6. Arriva fino a toccare la parete muscolare ma non oltre. L'ecografista esclude un rischio fistola. Sembra appunto privo di "pus" e in fase di riassorbimento.
A questo punto cosa mi consigliate di fare? Proseguo con la terapia antibiotica (augmentin)? Vedo che la riduzione c'è ma è notevolmente rallentata. Quanto tempo per il riassorbimento?
Grazie.

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
In questa fase c'è poco da fare, bisogna attendere nella speranza di un completo "riassorbimento"..
A distanza non diamo indicazioni su farmaci e prosieguo di terapie, spetta al suo curante valutare.
Cordiali saluti
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4] dopo  
Utente 104XXX

Grazie mille. Non volevo infatti consigli sui farmaci. Era solo di esempio.
Ma una cosa non mi è chiara: nel caso non si riassorbisse totalmente e rimanesse un residuo è da valutare comunque un intervento chirurgico oppure no?
Grazie.

[#5]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Solo in caso di riacutizzazione o di formazione di una fistola perianale.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com