Utente 439XXX
Gentili medici,
vi riassumo il mio problema: soffro da molti anni di emorroidi, di solito si presenta un fastidio e un dolore tutto sommato contenuto nell'ano con una piccola pallina sull'uscio, che dopo un breve trattamento con arvenum e proctolyn passa.
Questa volta i sintomi sono più acuti, cioè, si è formata una pallina dura, inizialmente tendente al rosso, poi al violaceo, grande quanto un fagiolo, completamente esterna. Ho trattato i sintomi come precedentemente descritto ma ancora non passa (sono trascorsi 10 giorni); il dolore è acuto e inoltre in qualche occasione, durante l'evaquazione ho notato sangue vivo sulla carta igienica, questa mattina addirittura delle goccie sul water a fine evaquazione.
Questa pallina si è presentata dopo un periodo eccezionale in cui ho fatto abuso di caffè (di norma non ne prendo più di uno al giorno durante una colazione normale) e dopo una settimana di sforzi eccessivi e sollevamento di pesi per via di un trasloco.
Mi chiedo se questa degenerazione sia normale, se devo preoccuparmi pensando a qualche cosa di più grave, oppure se non si tratta di emorroidi ma di ematoma perianale. Qual è la differenza? Sto percorrendo la via giusta. La cura di arvenum e procltolyn, che fino alle manifestazioni precedenti dava il suo effetto, me l'ha prescritta il mio medico di famiglia.
Grazie mille,
attendo un vostro gentile riscontro.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Dalla descrizione sembrerebbe un ematoma perianale, questo si realizza a carico di vasi venosi anatomicamente presenti sul margine ano-cutaneo.
La dissoluzione del trombo richiede tempo anche se aiutata da farmaci dedicati, infatti spesso nelle forme più dolenti è indicata l'incisione dell'ematoma e la "mungitura"del coagulo.
La terapia in atto, se realmente si tratta di un ematoma perianale, potrebbe non essere sufficiente.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 439XXX

Grazie mille!
domani avrò visita dal proctologo.
Mi chiedo ma qual è la causa di un ematoma perianale? Come lo si differenzia dalle emorroidi? Spero che le cause non siano dipendenti da qualcosa di più grave.
grazie ancora

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Eccessi alimentari, stitichezza, sedentarietà e sforzi fisici, possono favorire una raccolta ed un stravaso ematico a livello dei vasi venosi del margine anocutaneo e formare l'ematoma perianale. La trombosi emorroidaria, invece, è a carico delle emorroidi poste all'interno del canale anale o anche prolassate esternamente.
Con la visita chiarirà.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com