Utente 516XXX
Gentilissimi medici!! Sono una donna di 39 anni, operata due volte di prolasso rettale e rettocele anteriore con la tecnica STARR( a distanza di un anno), che non ha risolto il problema. Anche dopo le operazioni ho avuto quasi tutti i giorni gonfiore anale con la fuoriuscita di esso, (non potendo più stare in piedi e svolgere le normali attività , )rimediabile temporaneamente con la supposta di messalazina da 1 gr o venolen hidrogel applicazioni interne ed esterne. Nei ultimi8 mesi , la situazione si è complicata anche con prurito anale , inizialmente ( modesto per 2 mesi circa), poi aumentando ad arrivare fino all'uretra ed clitoride, aumentandosi così tanto da non sopportalo più , con associazione di bruciore anale, vulvare anche al solo lavaggio con acqua( sento dei piccoli taglieti generalizzati). Inoltre , al passaggio del bolo fecale sento proprio un taglietto interno , con subito prurito e a volte piccole strie ematiche sulla carta. Nel frattempo , ho fatto il terzo intervento per il prolasso rettale( POPS) , il 18/12/18. Ho notato che il retto e salito, ma nonostante l'intervento , ho ancora prurito e bruciore intenso( e noto che l' ano un po tende ancora ad gonfiarsi ). Ho spiegato al colonproctologo la mia situazione, che mi ha consigliato canesten soluzione per 40 gg , no all detergente e al bisogno procktis m pomatata, biancheria bianca di cotone. Fin ora nessun esito positivo. Premetto che non ho arrossamenti visivi e nessuna perdita o odori sgradevoli. Ho eseguito tutti i tamponi volt. vaginali, uretrali e collo dell 'utero su indicazione ginec. e sono risultati neg. Il dermatologi invece( senza visitarmi, mi ha detto che è una dermatite atipica e la prescrizione di ovixan crema due volte die x 1 sett. , poi elidel 1% crema due volte die x una sett. Ho iniziato da ieri 4/01/19, la crema con ovixan( che ho avuto subito beneficio al prurito), anche se sul foglio inf c'è scritto di non applicare sulla zona anale e genitale. Comunque la zona anale rimane sempre leggermente gonfia che da molto fastidio e ho paura di non compromettere l'interv. chirurgico subito. Probabilmente il gonfiore rettale/ anale , il bruciore ed il prurito ano - genitale , non è dovuto al prolasso ed agli emmoroidi, visto che ho già fatto tutti questi interventi. È proprio questo gonfiore che è proprio fastidioso( quando avevo il prolasso ), era il gonfiore del'ano che mi turbava e non potevo stare in piedi; quando l'ano non era gonfio, anche se con il prolasso , almeno stavo in piedi. Premetto che anche prima del ' ultimo intervento ultimamente sentivo tagli interni al momento della defecazione. Vi prego, aiutatemi in quanto ho paura di andare in depressione per tutti questi disturbi!! Voglio solo avere una vita normale! Grazie a tutti quelli che mi risponderanno , e che leggeranno. Un Buon Anno a tutti!!

[#1]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Ovviamente come può comprendere non è possibile on line darle un aiuto concreto se non il consiglio di rivolgersi ad un centro di proctologia dove saranno messe in atto tutte le misure diagnostiche e terapeutiche del caso.
Dr. Roberto Rossi