Utente 542XXX
Salve,
mi scuso per la domanda bizzarra che sto per porvi, ma, essendo imbarazzante, trovo difficile porla di persona ad un medico.
In sintesi soffro di stitichezza da molto tempo, da quel che io ricordi praticamente da sempre. Negli ultimi anni è diventata sempre peggiore, vado in bagno 1 volta alla settimana circa. Una volta eliminato il lattosio, alimento che ho scoperto non tollerare, sembrava che la situazione fosse migliorata molto, ma ora si è ripresentata. La cosa più fastidiosa è che ne consegue un gonfiore che, seppur limitato, è evidente. Non ho dolori, neanche quando vado in bagno, e durante il resto dei giorni non avverto neanche lo stimolo. Nel corso del tempo, ma prima di evitare il lattosio, avevo provato molti integratori/sport, ma nulla è servito e, anzi, alcuni mi provocavano diarrea e/o dolori addominali.
Il dubbio che mi assilla in questo momento è però diverso. Chiedo nuovamente scusa per ciò che dirò, ma in questo momento sono molto preoccupata.
Molti anni fa, ho stupidamente ricorso una volta alla masturbazione anale con oggetti non ortodossi. Utilizzai il manico di un oggetto, senza fare caso se avesse o no un tappo all'estremità, dopo averlo lavato con del sapone. Mi accorsi che non vi era il tappo solo una volta finito e, nonostante la preoccupazione, non dissi nulla perché sarebbe stato alquanto difficile da spiegare. Dopo un grosso periodo d'ansia, non avendo riscontrato sintomi di alcun tipo, mi sono tranquillizzata, pensando che potesse non esserci stato fin dall'inizio o che comunque, qualora effettivamente ci fosse rimasto, potesse essere stato espulso naturalmente. Infatti me ne ero praticamente dimenticata. Oggi però mi è ritornato alla memoria e ora ho paura che sia dovuto a quello. Ho fatto un'ecografia addominale tempo fa ed era tutto ok, avevano riscontrato solo il gonfiore addominale e per l'appunto la stitichezza, non so se può essere utile. Aggiungo anche che l'unico problema è la defecazione, che non è comunque dolorosa. È possibile che, se quel tappino, piatto e di massimo 2cm di diametro, ci fosse stato e si fosse staccato durante l'atto, sia potuto rimanere lì e causarmi questo fastidio? O, se anche fosse successo, è più probabile che sia stato espulso? Quest'episodio si è verificato circa 10anni fa.
Chiedendo nuovamente scusa per questo racconto e ringraziandovi anticipatamente, aspetto con ansia una vostra risposta.

[#1]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Non è successo assolutamente nulla in seguito a quello che le è capitato. Ritengo però corretta una visita gastroenterologica per capire la causa della stipsi che può essere in relazione ad una sindrome dell'intestino irritabile( IBS-S).
Dr. Roberto Rossi

[#2] dopo  
Utente 542XXX

Va bene. La ringrazio per il consiglio.
Provvederò ad andare da un gastroenterologo.

Cordiali saluti