Utente 327XXX
Buongiorno dottori, a distanza di un po’ di anni torno a scrivere e chiedere un parere per ciò che mi assilla da sempre.
Ho sempre sofferto saltuariamente di disturbi intestinali (stitichezza, crampi, pesantezza.. . . ) che trattati, dopo qualche giorno sono passati.
Nell’ultimi mese però sembro non riuscire a venirne fuori. Ho iniziato con un senso di pienezza importante anche mangiando pochissimo, nodo in gola, ho avuto bruciore allo stomaco.. . e addirittura la notte spesso mi capita di sentire il respiro che si blocca.. .
Se questi sintomi via via si sono affievoliti invece la stitichezza, il gonfiore, l’ aria allo stomaco e il dolore addominale basso, soprattutto verso il fianco sinistro non mi da tregua. Ieri sera per esempio subito dopo aver mangiato (pasta con patate) ho avvertito dei fortissimi dolori risolti poi con diverse scariche di diarrea. Il mio medico di base mi ha consigliato di eliminare glutine e latticini e mi ha dato prodotti naturali tipo neo Carvi ma non ho ottenuto granché. Inoltre con l’alimentazione sembra essere tutto un circolo vizioso perché se tolgo il latte o mangio riso la stitichezza aumenta. Per non parlare della confusione che ho in testa rispetto a ciò che mi può fare male o no. Non ho mai fatto test per intolleranze ne indagini strumentali perché per il mio medico si tratta di colon irritato associato ad ansia. Cosa mi consigliate di fare? La mia paura è che possa esserci una patologia più seria e che il medico stia ridimensionando tutto ciò.
Cordialmente vi auguro un buon pomeriggio

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
non si tratta di colon irritabile, ma bisogna approfondire per ricercare le cause che elenco nel mio articolo:

https://www.medicitalia.it/blog/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/6487-colon-irritabile-intolleranze-sibo-lgs-ecc.html

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 327XXX

Grazie mille per la risposta. Ho letto l’articolo... ma come si possono indagare meglio queste cause? È consigliabile una colonscopia dei test o una dieta per esclusione?

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Si indagano con dei test, m sotto la guida di un gastroenterologo, che non pensi però solo al colon irritabile.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 327XXX

Grazie Dottore,gentilissimo. Buona serata

[#5] dopo  
Utente 327XXX

Buonasera dottore torno a scriverle perché sono stata da un gastroenterologo della mia zona. Descritti i miei sintomi, il medico mi ha fatto una serie di domande (se il dolore mi svegliava la notte... se avevo sangue..) e mi ha visitata. Mi ha prescritto degli esami e mi ha prescritto dieta foadmap. Gli esami e il test intolleranza glutine sono risultati negativi e devo dire che osservando la dieta ho avuto subito dei miglioramenti a livello di dolore addominale e gonfiore, ma purtroppo la stitichezza continua ad essere presente. Ho anche fatto un’ eco con studio delle anse dove viene riportato che nessuna ansa si presenta con pareti ispessite e interessate da flogosi. Ma viene segnalata distensione meteorica di tutta la cornice colica per importanti turbe funzionali. Poiché il medico è disponibile alla visita solo ogni 15 giorni volevo chiederle a cosa ci si riferisce con turbe funzionali. Grazie