Utente 578XXX
Buonasera, da alcuni mesi in particolare da inizio estate scorsa ho un dolore localizzato sotto la costola sinistra e in basso a sinistra (linea area con ombellico per capirci) dolore che alcune settimane fa e' ritornato improvviso mentre respiravo con forti puncicate e che mi hanno costretto a recarmi in P. S. dove pero' il medico di turno ha detto essere solo intestino irritato dopo palpazione.
Oltre questo dolore da anni ormai ho bruciori di stomaco e reflusso che controllo con Gaviscon e da mesi ormai ho costante diarrea alterna a feci molli e liquide acquose.
Premetto di essere un soggetto ansioso e ipocondriaco e ad agosto 2019 ho effettuato eco addome completo che non ha riferito alcun problema e tutto nella norma.
Alcune settimane fa ho notato nella parte finale delle feci una piccola presenza di sangue trovato poi anche sulla carta igienica e cosi ho deciso 2 giorni fa di effettuare un test di sangue occulto feci ed oggi il risultato e' stato POSITIVO DEBOLE senza altre spiegazioni da parte della clinica privata dove e' stato effettuato.
Chiedo a voi cosa significa il test in questa risposta?
possibile che il sanguinamento sia dovuto ad una piccola pallina esterna all'ano che mi lascia pensare sia una emorroide?
Il dolore localizzato sulla parte sinistra sotto costola e in basso a sinistra altezza ombellico che ogni tanto si presenta anche dietro la scapola sinistra a cosa puo' essere dovuto?
Essendo un soggetto ansioso l'esame delle feci ha scatenato in me la paura di un tumore al colon.
Sto prenotando una colonscopia virtuale poiche' ho letto sia meno invasiva rispetto a quella tradizionale di cui ho un po di paura.
Faccio bene oppure e' sbagliato effettuare la colonscopia?
Se ci fosse stato qualcosa a livello di stomaco, intestino o colon dalla eco addome completo sarebbe emerso?
Chiedo vostro parere cortesemente perche' tutte queste situazioni non mi lasciano vivere a pieno le mie giornate.
Grazie

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Eseguire esami senza farli precedere da una visita specialistica è quanto di più sbagliato si possa fare.
Dalla descrizione del suo sanguinamento il problema sembrerebbe anorettale.
Con una " semplice" visita proctologica ed una proctoscopia potrebbe avere tutte le notizie utili a chiarire le cause del suo problema, cause, che in tale sede, difficilmente si potrebbero evidenziate con una colo-virtuale.
Per la sua Sindrome dell ' intestino irritabile e per i suoi problemi anali sarà più che sufficiente una visita Coloproctologica.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 578XXX

Buongiorno dottore la ringrazio per la risposta. Purtroppo il mio medico di base non mi ha mai indirizzato per bene verso i giusti passi da fare e onestamente sto facendo di testa mia alla ricerca disperata di una risposta che mi lasci sereno perché al momento non riesco più avere serenità. Lei quindi pensa di escludere un tumore al colon? La mia ansia va a quello al momento per questo volevo fare una colonscopia ma avendo terrore di quella classica ho pensato alla computerizzata. Si può quindi trattare di emorroidi? Spero in una risposta. La ringrazio ancora

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Dalla sintomatologia riferita e per l'età non credo che lei abbia un tumore del colon.
Probabilmente è un problema emorroidario, ma è necessaria la visita colonproctologica per una conferma.
Se lo desidera ci tenga informati, ma non prima della visita.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4] dopo  
Utente 578XXX

Su suo consiglio appena visto il suo messaggio ho contattato una struttura vicino casa ed ho effettuato poco fa la visita proctologica. Il medico ha riferito una forte infiammazione in zona anale e da verifiche non ha evidenziato polipi ed emorroidi. Secondo il medico questo sanguinamento minimo è avvenuto per questa forte infiammazione dovuta anche ad episodi frequenti di diarrea che ha indicato come intestino infiammato.

Mi ha dato una cura da iniziare subito di 24gg totale fatta di TRIADE H BUSTINE E BIMIXIN COMPRESSE oltre a microclistere ogni 12 ore per 20 giorni continuativi.

A parere del medico la colonscopia non è necessaria e questo dolore lato fianco basso sinistro è intestino infiammato con magari probabile colon irritabile. Non mi ha dato diete da seguire ma ha detto di togliere i latticini che avevo indicato come fonte di scariche acquose dopo 30/60 minuti che consumavo il pasto.

Può darmi un suo gentile parere? Come ha detto anche lei vista l'età e i sintomi per il medico cancro al colon è da escludere senza nemmeno fare colonscopia.

Attendo suo riscontro e la ringrazio perché con la sua risposta mi ha indicato una visita necessaria senza che giravo come un pazzo a cercare visite magari nemmeno corrette.

[#5] dopo  
Utente 578XXX

Aggiungo che la visita è stata effettuata sia con controllo a mano che con controllo del retto attraverso apposito strumento.

[#6]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
La sua sintomatologia è compatibile con quanto rilevato.
Diagnosi e terapia condivisibili.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#7] dopo  
Utente 578XXX

Buonasera, purtroppo nonostante alcuni giorni dei farmaci prescritti la situazione non è molto cambiata. Da ieri infatti è ripresa diarrea e il dolore al fianco sinistro in basso. Non so a questo punto cosa pensare dottore.

[#8]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
La diagnosi differenziale per la sua diarrea va fatta tra colite funzionale
(colon irritabile) e malattia infiammatoria intestinale.
Sarà il suo curante, se avrà qualche sospetto, ad indicarle gli esami di laboratorio utili per una conferma.
A distanza non posso aggiungere altro.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#9] dopo  
Utente 578XXX

Buonasera dottore, sto andando avanti con la cura ma gli episodi di diarrea ieri si sono fatti più insistenti con 5 scariche completamente acquose con dolore addominale dalle 15:30 alle 21.30 di ieri sera.

Sto mangiando regolarmente eliminando prodotti con latte e derivati come consigliato anche dal medico proctologo.

Ho notato che da venerdì giorno in cui mi sono pesato in farmacia ho perso 2kg (84,7-82,4) non so più cosa pensare e onestamente l'ansia sta prendendo il sopravvento perché credevo che con questa cura se ne potesse uscire. Il mio medico di base come al solito minimizza dicendo che questi episodi di diarrea di ieri e oggi post pranzo sono dovuti a banale influenza intestinale. Secondo lei che visita successiva può essere indicata? Grazie e mi scuso per le ripetute domande

[#10]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Una diarrea che perdura da una settimana non può essere considerato un evento banale.
Urge un controllo colonproctologico.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com