Utente 112XXX
Salve,
Da anni soffro di emorroidi a causa di un ostinata stipsi che nonostante cure, attenzione alimentare, fibre etc non riesco a risolvere.

Da tempo dopo la defecazione sono costretto a riposizionare manualmente le emorroidi.
Circa due mesi fa mi dopo una visita proctologica mi è stata diagnosticata una ragade, il dottore mi ha dato una cura che prevede varie creme e supposte.
Da quando ho iniziato questa cura però il mio problema emorroidario si è aggravato, perché dovendo utilizzare creme più volte al giorno non riesco più a far rientrare le emorroidi, o meglio durante tutta la giornata non faccio altro che riposizionarle ma essendo il canale anale particolarmente lubrificato mi basta stare in piedi poco per farle scivolare nuovamente fuori.
Non so che fare, il medico dice che può succedere e che devo avere pazienza ma sta diventando impossibile svolgere qualsiasi attività, anche una semplice passeggiata mi crea problemi senza tener conto che andare in palestra è diventata una tortura.
Ho preso in considerazione l’idea di operarmi perché ho letto di questa nuova tecnica thd ma sempre il mio medico me l’ha sconsigliata dicendo che non è risolutiva e che anzi potrebbe darmi varie controindicazioni abbastanza serie.
Cosa faccio sospendo la terapia per la ragade?
Abbino alla terapia per ragade arvenum etc così magari da migliorare un po’ la situazione?

La Thd è veramente sconsigliata nel mio caso (il proctologo dice che ho emorroidi di secondo e terzo grado)?

Grazie mille

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente deve far valutare la situazione ad un proctologo che vedrà se il tipo di intervento può essere utile, riguardo alla ragade continui la cura, perché la sintomatologia della ragade è peggiore del prolasso emorroidario non complicato come il suo, che comunque andrà operato.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza