x

x

Emorroide trombizzata che non migliora dopo incisione

Buongiorno.
Giovedì scorso, improvvisamente, mi è uscita una grossa emorroide.
Grande come una ciliegia e violacea.
L'indomani sono andata dal medico, che mi ha detto ci avrebbe messo molto tempo a riassorbirsi e che, se volevo, poteva inciderla per velocizzare.
Così abbiamo fatto.
È uscito un grosso coagulo.
Sentendo che l'emorroide era ancora grossa e un po' dolente, lunedì sono tornata dal medico.
Controllandomi ha visto che si era "otturata" e ha spremuto un altro coagulo.
Tornata a casa, nel giro nemmeno di mezz'ora, io stessa ne ho spremuto un altro e così via fino l'indomani.
Ora, quando la tocco, è sempre gonfia.
Esce ancora sangue, non tanto come all'inizio, ma quando sapremo un po' non escono più coaguli.
La mia paura è: si è otturata di nuovo?
O è normale così?
Che non escano più coaguli, ma solo un po' di sangue?
È normale che la senta ancora gonfia e dura?
Il dottore mi ha detto di stare tranquilla, ma soprattutto di avere molta pazienza perché ci vuole tempo per migliorare in questi casi.
Premetto che lui non mi ha dato nulla da mettere, né pomate né altro.
Solo un antibiotico per via orale e mi ha detto di lavare il più spesso possibile con acqua calda.
Io di mia sponte sto prendendo Daflon 500, 6 al giorno e mettendo un po' di Proctosedyl sulla garza che tengo messa.
Faccio bene o male?
Premetto anche che ho grosse difficoltà ad evacuare.
Sia che le feci siano morbide, sia che siano dure, sia che siano abbondanti o poche.
Non ho lo stimolo e da anni per andare di corpo, tranne rarissimi casi, uso i microclismi.
Soffro di eccessivo meteorismo e colon irritabile e ho fatto molte visite gastroenterologiche, provato infinite cure, ma risolto assolutamente nulla.
Chiedo scusa per il tema che ho scritto, ma volevo essere esaustiva.
Grazie in anticipo per le risposte.
[#1]
Dr. Sergio Sforza Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 8.4k 261 2
Per la situazione acuta una terapia medica adeguata potrà velocizzare il processo di guarigione, inoltre una volta rientrata la problematica acuta dovrà decidere con il proctologo se sarà indicato un trattamento chirurgico per migliorare la situazione.
Saluti

Dr. Sergio Sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Intanto grazie per la risposta. Volevo chiedere ulteriori chiarimenti. Dopo circa 2 giorni in cui sono continuati ad uscire coaguli, la situazione è lentamente migliorata. È uscito parecchio sangue, ma ora non ho più necessità di mettere la garza e trovo solo un po' di sangue quando mi asciugo dopo il bidet o con la carta. Però ho notato che, oltre a quel pochissimo sangue, c'è anche un po' di... non so come descriverlo, simil pus. È normale? Dipende dal fatto che ancora l'incisione non si è rimarginata? Se provo a guardare con uno specchietto noto che è rimasto un "buco" e i bordi dell'incisione sono quelli ancora con un po' di sangue. Presumo che in questi casi non si diano punti e che la ferita debba rimarginarsi da sola ma, essendo una zona quasi costantemente umida, ci voglia più tempo di una normale ferita? Grazie sempre per la sua risposta.
[#3]
Dr. Sergio Sforza Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 8.4k 261 2
Si dovrà guarire da sola, il decorso è verso il miglioramento, ma una visita proctologica è necessaria per stabilire anche le decisioni per il futuro.
Saluti

Dr. Sergio Sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza/

[#4]
dopo
Utente
Utente
Ok. Grazie ancora e buon lavoro, dottore.
[#5]
Dr. Sergio Sforza Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 8.4k 261 2
Prego e saluti

Dr. Sergio Sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza/

Cosa sono le emorroidi? Sintomi, cause, cura, rimedi e prevenzione della malattia emorroidaria. Quando è necessario l'intervento chirurgico o in ambulatorio?

Leggi tutto