Utente 108XXX
Mia madre 75 anni parkinsoniana da 10 anni, da una settimana le si formano delle bolle piene d'acqua nelle gambe (coscia interna, esterna e gluteo)che poi si rompono lasciando una crosta con sangue raggrumato. Non danno prurito.
Può essere dovuta alle medicine per la malattia? e' meglio contattare il medico?

Grazie.

[#1] dopo  
Dr.ssa Emanuela Di Lella

20% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2003
Cara Signora, è naturalmente indispensabile far visitare sua madre da uno specialista dermatologo. Potrebbero essere accadute diverse cose: un'ipotesi potrebbe essere quella della stasi venosa conseguente alla immobilità e alla rigidità degli arti inferiori caratteristica del paziente parkinsoniano: le gambe rigide e immobili si "gonfiano" perchè la circolazione sanguigna e linfatica non funzionano bene e compaiono bolle piene d'acqua che evolvono in lesioni crostose; un'altra ipotesi potrebbe essere quella dell'insorgenza di una nuova malattia bollosa sul parkinson preesistente e, inoltre, farei analizzare attentamente i farmaci assunti da sua madre sempre dal dermatologo che ben conosce le manifestazioni allergiche cutanee da farmaci.
Quindi consiglio immediatamente la visita dermatologica!
saluti
Emanuela Di Lella
Specialista in Dermatologia e Venereologia
Roma
Dr.ssa Emanuela Di Lella

[#2] dopo  
Dr. Paolo Gigli

28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
CAMPO SAN MARTINO (PD)
MILANO (MI)
BOLOGNA (BO)
PESCIA (PT)
PRATO (PO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Potrebbe trattarsi di un pemfigoide senile anche da cause iatrogene (Farmaci).
Saluti
Dr Paolo Gigli www.paologigli.it
Specialista in dermatologia e venerologia
Professore a contratto in scienze tricologiche mediche e chirurgiche

[#3] dopo  
Prof. Matteo Basso

24% attività
0% attualità
4% socialità
GENOVA (GE)
ROMA (RM)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2004
Concordo con i colleghi,
la consiglio di far eseguire anche un prelievo per ricerca degli auto-anticorpi che sono responsabili di una eventuale malattia bollosa: Anticorpi antistrutture epidermiche. Servirebbero per la diagnosi ed aiuterebbero il suo dermatologo.
saluti.
prof. Matteo Basso
www.dermatologiaestetica.com