Utente 211XXX
Gentili dottori,
grazie in anticipo per la vostra risposta.

Ho letto un po' di consulti sull'argomento che mi preme, ma ancora alcuni aspetti non mi sono completamente chiari.

Ho avuto dei rapporti protetti con preservativo con prostitute. Soggetti quindi di cui non conosco e non posso sapere lo stato di salute.
Rapporti comunque molto brevi. E' stato qualcosa che non si ripeterà più, ma per fare degli esami di accertamento sicuri devo aspettare comunque dei mesi.

Essendo stati rapporti protetti, il mio dubbio rimane su due aspetti.

Il primo: nel caso della sifilide, essendo malattia cutanea, basta il contatto pelle contro pelle per il contagio o il punto che si tocca, della persona potenzialmente infetta, deve essere lesionato e/o in fase di sifiloma?
Il secondo: avendo toccato con le mani (polpastrelli) le parti intime esterne (cioè senza introdurre dita) di queste donne, per mezzo minuto non di più, pensate che possa esserci il reale rischio di essermi infettato di epatite, sifilide o altra MST?


Grazie della vostra attenzione e cordialità.

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
In effetti non mi sembra che abbia le idee molto chiare.
Forse un occhiata al mio
www.venereologia.jimdo.com
potrà giovare.
Per la seconda domanda direi proprio che i rischi sono in pratica tendenti allo zero (la modalità descritta non è sicuramente tra quelle catalogabili più a rischio , anche se ovviamente il rischio teorico non è zero)
Cordialità
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#2] dopo  
Utente 211XXX

Grazie di avermi risposto.

Preciso la prima domanda: se tocco la pelle di una persona che ha la sifilide rischio di contagiarmi. O per il contagio è necessario che il punto toccato manifesti in modo evidente la sfilide.

Grazie ancora.

[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Il contatto deve essere con un veicolo (secrezioni, ulcerazioni) che abbia una carica batterica.
Può entrare quindi nel suo organismo tramite una porta d'ingresso che può essere rappresentata da microlesioni.
Se dò la mano ad un sifilitico certo non corro il rischio di prendere la sifilide.
Cordialità
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#4] dopo  
Utente 211XXX

Grazie, è stato molto gentile a rispondermi

Saluti e buon lavoro