Utente 143XXX
Salve,ringrazio in anticipo gli specialisti che eventualemente vorranno darmi una risposta.

Torno a scrivere in piena estate perchè, ahimè ,quest'anno non c'è verso di potermi esporre al sole tranquillamente e purtroppo ho ancora pochissimi giorni di ferie a disposizione per poterlo fare !

Per una fortissima irritazione da depilazione con rasoio ,ho le gambe piene di follicoli arrossati ,quasi abrase ; praticamente si vedono benissimo le ''falciate'' del rasoio (non è la prima voltache mi depilo in questo modo ma non mi era mai successo nulla del genere ).Non c'è pero stato alcun taglio ,nel senso di fuoriuscita di sangue ma piu che altro si tratta di graffi che coprono entrambe le gambe e le cosce. Questo succedeva lunedi scorso, mercoledi il medico mi ha prescritto una crema mista di antibiotico e cortisone , per l'esattezza si tratta di gentamicina 0,1 % e beclometasone 0,025 %.

La metto da 2 giorni su gambe e cosce e ad oggi ho fatto 4 applicazioni (due volte al di) .Le gambe cominciano a migliorare,infatti il rossore è diminuito come pure la grandezza dei pomfi,tanto che ho deciso da oggi di limitare l'applicazione ad una volta al di' .

Vorrei sapere se c'è il rischio di fotosensibilità con l'esposizione al sole e se si ,dopo quanti giorni ,a partire dalla sospensione della crema posso tornare in spiaggia. Aggiungo che andrei comunque a mettere la protezione 50+ ed eviterei le ore piu a rischio,tenendo un'ombrellone a portata di mano nel caso in cui dovessi avvertire bruciore. Il mio medico dice che non ci sono rischi di fotosensibità ,la farmacista di fiducia invece ha detto tutt'altro e mi ha raccomandato di stare attentissima al sole pure quando guido o quando comunque non c'è l'esposizione diretta.

Vorrei altresi sapere se una protezione cosi alta va applicata solo sulla parte trattata oppure (ammesso che a questi dosaggi ,possa esserci stato un assorbimento sistemico) va spalmata anche sul resto del corpo e sul viso (metterei comunque una protezione su tutto il corpo ,ma vorrei sapere se deve essere alta anche per le zone non trattate col cortisone).


Grazie per il tempo e la disponibilità ,

cordiali saluti.




[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
La fotosensibilità esiste ma e' bassa per questi presidi (in linea generale)

La protezione va applicata dappertutto.

Saluti a lei.
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 143XXX

Grazie Dott.Laino per la tempestività della sua risposta.

Ne approfitto per chiederLe anche qualche consiglio sul tipo di depilazione da effettuare da adesso in poi.

Ho una pelle sensibile e soggetta ad irritazioni ,motivo per cui ho optato per il rasoio al posto della ceretta,ma, data l'irritazione provocata dalla lametta, non so piu dove sbattere le testa .
Le creme depilatorie credo che irritino anch'esse parecchio ,ci sarebbe qualche metodo facile e sicuro alternativo oppure qualche accorgimento da consigliarmi durante la depilazione con il rasoio? Fin'ora ho sempre insaponato le gambe con un normale docciaschiuma e passato la lametta sotto la doccia ma ,da ora in poi,mi sa che acquistero' il proraso o roba simile e cerchero' di stare piu accorta.

Potrebbe essermi d'aiuto l'acqua borica immediatamente dopo la depilazione ?

Ci sono dei giorni determinati del ciclo sessuale in cui è sconsigliabile depilarsi perchè la pelle potrebbe essere piu sensibile?

Grazie infinite

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
io consiglio la luce pulsata medicale: sicura nelle mani esperte e veramente efficace per la epilazione permanente.

questo è il mio miglior consiglio.
carissimi saluti
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it