Utente cancellato
Buongiorno,

recentemente ho ricevuto una masturbazione con olio in un centro massaggi.
Al momento ero in guarigione da una uretrite/prostatite quindi con il prepuzio e uretra leggermente infiammati.

Leggevo che alcune MST (HPV, herpes, piattole) possono essere trasmisse via contatto con la pelle (quindi la mano).

1) La ragazza non aveva evidenti segni di problemi cutanei alle mani, vorrei capire se comunque ho corso rischi anche considerando la mia infiammazione al momento del massaggio?

2) Nel caso stiamo parlando di ipotesi teorica ma molto improbabile o di possibile?

3) Di fatto ho ricevuto la masturbazione alla fine del massaggio.
Mi chiedevo se avesse avuto sulle mani residui di un precedente cliente, dopo un ora di massaggio al corpo non si sarebbero questi in qualche modo "dispersi"??

4) Nessun rischio per HIV giusto?

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Impossibile determinare percentuali di rischio per MST. l'HIV non e' statisticamente rilevante per queste pratiche.

Le aggiungo che non si e' rivolto ad un centro massaggi ma ad una casa chiusa e quindi ad un centro per sfruttamento della prostituzione.

E' bene essere chiari, visto che esiste un proliferare di queste attività a delinquere provenienti soprattutto dell'est asiatico che schiavizza migliaia di giovani ragazze.

Altro che "olio e massaggi"!
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
239175

dal 2012
Rimanendo sul profilo medico, vorrei capire se le MST trasmissibili con questa pratica (mi correga se sbaglio HPV, sifilide secondaria, herpes) lo sono se e soltato se al momento del contatto sono presenti segni evidenti sulle mani??

Per quanto riguarda eventuali tracce di precedenti clienti, sussiste comunque il problema anche dopo un'ora di precedente massaggio?

Grazie


[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Il profilo che ho utilizzato E' medico e tutelante la Salute pubblica in tema di informazione sulla diffusione e prevenzione delle malattie sessuali nel territorio italiano.

Non posso non dismettere i panni da libero cittadino italiano ogniqualvolta esistono e si compenetrano problemi di natura sanitaria, sociale e PURTOPPO per quel che abbiamo innanzi - gravi crimini sulla pelle di poveri esseri umani. Pertanto e' un buon messaggio a mio avviso quello di invitare a non contribuire al mantenimento di questa illegale, non controllata e (non si perché) non controllabile realtà, che rischia di aumentare anche le malattie infettive di ogni genere'oltre a tutto il resto non secondario.

Mi interessa che passi più questo messaggio che altri ed essendo questo un forum pubblico, di informazione agli utenti ed aperto a tutti i medici, sono certo che arriveranno altre risposte (superflue per quanto minriguarda poiché sono temi ampiamente dibattuti anche solo dal sottoscritto in questa sede, basta approfondire le ricerche in medicitalia) alle sue domande.

Cordialità
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#4] dopo  
239175

dal 2012
Dr Laino, sarebbe impossibile non essere d'accordo con quello che scrive. Come sarebbe superfluo dirle che non vivo in Italia o che sebbene quello che lei descrive rappresenti sicuramente la consuetudine (non solo in Italia), esistono anche situazioni diverse come centri completamente leciti e professionali dove solo qualche signorina decida di arrotondare e che magari trovandosi sul momento in quella situazione non si abbia la capacità di dire no o di razionalizzare tutto quello che ci possa stare dietro. Questo non toglie che io sia dispiaciuto del mio aver alimentato in qualche modo questo meccanismo.

Detto questo e detto che ho già fatto ricerche su questo sito a tal riguardo, mi interessava capire quello che mi sembrava differire dagli altri post per capire se potesse portare a coclusioni differenti.Nel mio caso il mio avere una infiammazione in atto e il capire se eventuali rischi per altre MST sono legate o meno alla presenza di una "eruzione" in atto della malattia sulle mani (quindi erpes in atto o sifiloma o quant'altro). Qualora lei o qualche altro medico mi potesse rispondere ne sarei grato.

Cordialità.