Utente 248XXX
Salve, all' inizio dell' estate del 2010 mi sono ferito ad un ginocchio (abrasione da scivolata). Dopo qualche mese quando la ferita era ormai cicatrizzata ricordo che ero in canoa (di quelle che costringono ad avere le ginocchia leggermente piegate) e utai con la pagaia sulla cicatrice. Dopo uno o due giorni notai una macchia scura molto simile (a mio giudizio) al "sangue pisto" du massimo 2,5/3 mm, ritenendolo tale e ricordandomi della botta dattami nella parte non gli diedi peso. DOpo una settimana circa sempre in canoa purtroppo riurtai nella stessa parte e notai una scorticatura, senza pensarci grattai via senza problemi il lembetto di carne e la parete dove c'era la macchiolina se ne è andata, ricordo che la parete scura era veramente superficiale poco apprezzabile una volta escoriata. Allo stato attuale sulla parte non c'è nulla, non è riscesiuto nulla ed è rimasta solo la vecchia cicatrice dell' abrasione. Purtroppo mi viene ad oggi qualche dubbio, e se fosse stato un nevo? O peggio un melanoma? Sarebbe ricresciuto?
Grazie ma non so spiegarmi il perche, adesso ho questo forte dubbio e timore, non conoscendo i meccanismi della pelle non so cosa sarebbe successo se non fosse stato sangue pisto". In ultimo, ripeto, sulla parte oggi non risulta nessuna macchiolina.
Grazie per eventuali risposte.

[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
se fosse stato un nevo non ci sono problemi in quanto - come più volte ripetuto - anche se traumatizzati i nevi non si alterano.
Il fatto che potesse essere stato un melanoma e che lei lo abbia urtato eliminandolo mi pare molto vicino alla fantamedicina: avrebbe dovuto togliere parecchio tessuto dal momento che ora, come lei sostiene, non si vede nulla... Personalmente vivrei sonni tranquilli.
Cordialissimi saluti


Dott. Davide Brunelli
Dirigente Medico Unità Operativa Dermatologia
Ospedale M.Bufalini - Cesena