Utente 298XXX
Buonasera,
questi sono stai i miei sintomi: macchie rosse simili a quelle della scarlattina sul tronco, arti, palmi delle mani e piante dei piedi con una macchia rossa molto più grande delle altre dietro la coscia. le macchie non provocavano prurito e non erano in rilievo, assenza di febbre. Il dermatologo ha supposto che la causa fosse una zecca (era luglio) così mi ha prescritto antibiotici. le macchie sono sparite dopo 4 giorni. Dopo due anni leggendo un'articolo sulle malattie veneree ho letto che un possibile sintomo può essere l'esantema e in effetti avevo avuto un rapporto non protetto con una ragazza conosciuta in vacanza 10 giorni prima la comparsa dei sintomi. Mi sono recato dal medico di base il quale non mi aveva mai visitato e quindi non aveva avuto il modo di vedere l'esantema, aveva qualche dubbio sul fatto della zecca in quanto gli ho detto che non c era una puntura o una zecca visibile e riteneva poco probabile la malattia di lyme. così ho fatto a due anni di distanza i seguenti test: emocromo completo, vdrl-tpha, hbsag, hcv ab, hiv ab-ag combo. Sono risultati tutti negativi. ho letto che ci sono diversi tipi di hiv e mi chiedevo se in questo test rientravano tutti i diversi tipi, inoltre quale poteva essere la causa di tutte quelle macchie e se fosse in qualche modo collegata col rapporto sessuale. Grazie

[#1] dopo  
Prof. Francesco Bruno

28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2010
Gentilissimo,
mi perdoni, ma in questo momento Lei è solo divorato dall'ansia. Ma se ha eseguito il test per l'HIV, può stare tranquillo.
Non è possibile, né per me, né per nessun collega, potere formulare una diagnosi delle macchie rosse. Probabilmente si trattava di una banalissima Pitiriiasi rosea di Gibert (è solo un'ipotesi), che è autorisolutiva.(guarisce da sola).
Mi sento di escludere al 100 per 100 che lei abba avuto una rickettsiosi (tifo esantematico), poiché quest'affezione è caratterizzata da febbre e grave malessere.
Per evitare di avere altre ansie future, in caso di rapporti sessuali occasionali, Le consiglio l'uso del profilattico.
Un caro abbraccio

Prof. Francesco Bruno Dermatologo Milano
Fondatore ISPLAD
Responsabile Nazionale Dipartimento Acne