Un prodotto 'x' potrebbe comportare uno stress aggiuntivo

Salve,
Vorrei avere alcuni chiarimenti riguardanti la perdita dei capelli.

Sulla base delle informazioni consultabili online, e su esperienze personali già vissute e consulti medici più o meno soddisfacenti, so che non esiste un rimedio scientificamente testato per arrestare la caduta del capelli, o tanto meno favorirne la reale ricrescita.

Siamo circondati da un numero abbastanza ampio di 'falsi miti' in merito all'argomento, e sarai curioso di capirne qualcosa in più.

Ho sentito parlare di alcuni rimedi naturali che aiutano (un minimo) a contrastare la caduta dei capelli e rafforzarli. Tra questi la tintura naturale Hennè.
C'è un riscontro positivo sull'uso di questi rimedi da erboristeria, oppure sono appunto solo falsi miti?

Io sarai anche tentato dal dire che posso anche avere un effetto controproducente, dato che anche solo l'applicazione di un prodotto 'x' potrebbe comportare uno stress aggiuntivo per i capelli. Magari è solo un mio punto di vista errato.

Mi farebbe piacere avere un riscontro da parte di voi professionisti in materia.

Grazie Mille,

Buona Giornata.
[#1]
Dr. Giampiero Griselli Dermatologo, Medico estetico 8,6k 305 154
Gent.le pz
anche le varie forme di caduta di capelli possono inquadrarsi nella patologia medica , al pari di altre situazioni che coinvolgono altri organi-
Lo studio dei meccanismi che sottendono la caduta , sia nelle alopecie androgenetiche , sia nelle areate,sia nei vari effluvi stagionali o post-partum , o da stress psicofisico, ma certamente anche in tutte le decine e decine di altre condizioni (dal lichen p.p. , da LED . , etc) ha portato alla miglior comprensione degli approcci terapeutici.
Certamente, come è noto, registrate con la indicazione ministeriale per la androgenetica in Italia vi sono attualmente il minoxidil topico e la finasteride. Ma lo specialista potrà contare a seconda dei casi su cortisonici , ormonali sessuali , xantine, etc) senza contare le nuove molecole che stanno arrivando (latanoprost, dutasteride, etc).
Si utilizzano comunemente anche integratori e sostanze derivate da serenoa repens, saw palmetto, e d altro , stante le note attività farmacologiche.
Ovviamente una ricca varietà di soluzioni che richiedono un approccio scientifico , anche con l'ausilio dei moderni mezzi diagnostici (videodermatoscopi, microscopi , test clinici e laboratoristici, etc) che ogni modermo dermatologo possiede.
Il resto è folklore, che esiste da sempre e sempre esisterà.
Cordialità

Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Brescia,Porto Tolle(RO)

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test