Utente 396XXX
Buonasera,

un mese fa circa in un noto istituto di Roma i dottori hanno asportato una lesione atipica sita sul lato posteriore della mia coscia destra. Il tessuto asportato aveva un diametro massimo di cm 15 ( io ho visto il pezzo asportato e secondo me aveva un diametro di 1,5 cm, forse è un errore) x 1,2 con lesione di 0,8 cm."Tutto incluso".

L'esame istologico recita testualmente:
"Sezione di cute con nodulo dermico delimitato da collaretto epidermico costituito principalmente da cellule rotondeggianti od ovolari con nuclei vescicolosi, contenenti uno o più piccoli nucleoli ed ampio citoplasma amfofilico. Numerosissime li mitosi sia tipiche che atipiche. All'indagine immunoistochimica le cellule esprimono la vimentina ed il CD10, sono parzialmente e focalmente positive per il CD68, mentre sono negative per il CD34, il CD31, l'actina muscolo specifica, le citocheratine, la proteina S-100, l'HMB45, il Pan-Leu, il CD3, ilCD20, il CD79a, il CD43, il CD30, il lisozima, il CD56 ed il CD1a.

Diagnosi:

Il quadro appare di difficile interpretazione e di incerto potenziale biologico. I reperti sono sospetti per neoplasia indifferenziata di origine mesenchimale non altrimenti specificabile. Sono necessari approfondimenti clinico-strumentali per un miglior inquadramento diagnostico del caso.

Analisi molecolare di clonalità in corso"

Il primario dell'ospedale, persona molto gentile, umile e professionale, non ha potuto indicare con certezza se via sia una patologia tumorale in atto, se vi sia stata, ed in caso affermativo di che genere! Mi ha consigliato di far esaminare i vetrini a più specialisti al fine di ottenere una risposta quantomeno indicativa.

Mi sembra di non essere risultato positivo ad alcun tipo di melanoma, e già questo un pò mi conforta. Ma non so se essere contento con questa spada di Damocle che sento pendere sulla mia testa in attesa di una qualificazione definitiva della lesione.

Particolare, forse non indifferente, è che ho il brutto vizio di stuzzicare ogni mia minima escrescenza, che sia brufolo o altro. Ed anche in questo caso ho ripetutamente tolto la crosta della lesione (mea culpa!!!!!!!!)

Vi ringrazio anticipatamente per le informazioni che, eventualmente, vorrete fornirmi.

Saluti

[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
talora non è possibile risalire all'esatta natura delle lesioni nemmeno con l'istologico: segua quello che le ha detto il direttore che mi sembra ragionevole (Mi ha consigliato di far esaminare i vetrini a più specialisti al fine di ottenere una risposta quantomeno indicativa). Poi si farà seguire clinicamente.
Per quanto riguarda "stuzzicare" gli elementi cutanei è una leggenda metropolitana che questo comportamento ne possa determinare una degenerazione

Cordiali saluti

Dott. Davide Brunelli
Dirigente Medico Unità Operativa Dermatologia
Ospedale M.Bufalini - Cesena

[#2] dopo  
Utente 396XXX

Gentile Dott. Brunelli,

la ringrazio per il consiglio e mi sono già attivato in tal senso. Nei prossimi giorni dovrei ritirare l'inclusione in paraffina ed i vetrini utilizzati per poi spedire il tutto ad un nuovo istituto.

Il dottore che mi ha consegnato il referto è stato molto disponibile, ma in quel momento non avevo tante domande che ora, invece, mi attanagliano.

Cosa indica la positività alla vimentina, al CD10 ed al CD68?

Perchè l'esito si può definire di dubbia interpretazione?

Cosa fa propendere per i "sospetti di neoplasia indifferenziata di origine mesenchimale"?

Non so se essere felice di non avere un melanoma aggressivo (ammesso che sia così) o triste perchè si sospetta che vi sia una patologia tumorale in atto ma non identificata.

Un secondo esame istologico richiederà gli stessi tempi del primo ?

Cosa differenzia un esame istologico da un altro? Cosa dovrebbe/potrebbe cambiare?

Possibile che il sospetto sia infondato?

Vi sembreranno delle domande stupide, ma non riesco a pensare ad altro!

[#3] dopo  
Dr. Davide Brunelli

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Non sempre l'anatomo patologo è in grado di dare una risposta certa, questo è un evento che capita. Magari se il vetrino viene letto da un altro medico può cogliere degli aspetti prima non considerati: il secondo patologo può essere più esperto del primo in quella determinata patologia. Accade soprattutto nel melanoma dove vi sono casi di incerta interpretazione istologica che vengono inviati per un secondo parere ad anatomo patologi che si occupano quasi esclusivamente di questa malattia e quindi sono molto esperti anche nei casi più difficili.
Cordiali saluti
Dott. Davide Brunelli
Dirigente Medico Unità Operativa Dermatologia
Ospedale M.Bufalini - Cesena

[#4] dopo  
Utente 396XXX

Dott. Brunelli la ringrazio per la risposta e per la disponibilità. I vetrini e l'inclusione in paraffina sono stati inviati presso un altro istituto. Mi auguro che il secondo esame richieda meno tempo del primo, questa attesa è snervante.
Il primo esame sembra escludere una patologia riconducibile ad un melanoma..., stando a quanto mi ha riferito il direttore dell'istopatologia a cui mi sono rivolto in primis.

Cordiali Saluti

[#5] dopo  
Utente 396XXX

Gentili Dottori,

dal momento che non si sa se vi è una patologia in atto né si conosce il suo eventuale nome , e nell'attesa dei risultati del secondo esame istologico, preventivamente vorrei sottopormi ad una TC total body in modo da verificare la presenza di eventuali corpi estranei.
Secondo il vostro illustre parere, considerando che non sono allergico ad alcun tipo di medicinale, mi conviene farla con o senza mezzo di contrasto?

Grazie

Cordiali Saluti

[#6] dopo  
Dr. Davide Brunelli

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile utente,
Non mi pare una buona idea fare una TAC senza una precisa indicazione istologica: deve comunque seguire le indicazioni di uno specialista, anche dopo che avrà il referto. Da questa sede è impensabile poter dare altri consigli.
Cordiali saluti
Dott. Davide Brunelli
Dirigente Medico Unità Operativa Dermatologia
Ospedale M.Bufalini - Cesena

[#7] dopo  
Utente 396XXX

La ringrazio Dott.Brunelli,

mi rendo conto di aver chiesto troppo. Seguirò le sue indicazioni e non appena arriveranno i risultati del secondo esame istologico mi farò seguire da uno specialista.
Spero che si riesca sciogliere ogni dubbio, altrimenti non so davvero a chi rivolgermi e cosa fare.

Cortesemente, mi potrebbe spiegare cosa sono le analisi di clonalità molecolare ed a cosa servono?

Grazie.

Cordiali Saluti

[#8] dopo  
Dr. Davide Brunelli

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Servono a capire meglio di che tipo di cellule si tratti. Sono cose molto tecniche, l'importante sarà la risposta finale.
Cordiali saluti
Dott. Davide Brunelli
Dirigente Medico Unità Operativa Dermatologia
Ospedale M.Bufalini - Cesena

[#9] dopo  
Utente 396XXX

Grazie Dottor Brunelli,

Proprio nel pomeriggio odierno l'Istituto presso cui ho effettuato l'intervento mi ha comunicato che erano pronti i risultati di quelle analisi: sono negative, non risulta nulla di anomalo.

Attendo più speranzoso i risultati del secondo esame istologico.

Cordiali Saluti