Utente 871XXX
Salve,
sono un ragazzo di 23 anni di Bologna. Da 2 giorni soffro di un fastidioso prurito nella zona perianale, a volte associato a senso di bruciore. Ad un analisi visiva la zona si presenta con alcune lacerazioni cutanee non sangunanti, di colore rosa vivo. Voglio precisare che durante la defecazione non sento alcun dolore e non c'è presenza sulla carta igienica di sangue vivo. Il bruciore diventa molto forte nel momento in cui mi effettuo un bidé, oltre a quando sono seduto rispetto a quando sono in piedi. Da circa un giorno sto usando un detergente intimo con azione lenitiva e in farmacia mi hanno prescritto una pomata di nome Proctosoll. L'applicazione di questa pomata mi da sollievo per circa 3 - 4 ore ( penso per via della lidocaina presente nella pomata) ma dopo questo periodo di tempo si ripresenta la sitomatologia sopra descritta. Premettendo che non so quanto tempo sia necessario per vedere i primi risultati, ma date le indicazione terapeutiche del bugiardino e la mia patologia, penso si possa trattare più di un'infezione batterica o micotica.
Mi consigliereste di usare una pomata ad ampèio spettro antimicotico - antibatterico ? Dopo quanto tempo dall'applicazione del rimedio, mi consigliereste una visita specialista ( proctologo o dermatologo)?
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Benini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
SANTARCANGELO DI ROMAGNA (RN)
FANO (PU)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2000
Gentile Utente utile valutazione dermatologica che potrebbe richiedere anche accertamenti poichè la problematica da lei descritta può sottendere varie cause del tipo irritativo e/o allergiche da contatto,infettive micotico e/o batteriche o dermatosi che possono coinvolgere anche tale area come la dermatite atopica solo per fare un esempio o parassitosi intestinali(ossiuri).Non applichi nulla alla cieca senza prima avere una diagnosi.
Cari saluti
Dr.Alessandro Benini
Dirigente Medico Centro Grandi Ustionati
Osp."M.Bufalini" Cesena

[#2] dopo  
Utente 871XXX

Grazie per la pronta risposta!
Potrò vedere il mio medico soltanto lunedì, quindi per adesso sto seguendo i consigli del mio farmacista di fiducia. Questi esclude che sia una micosi, data la non presenza di macchie bianche e ipotizza un herpes genitale (anche perchè il mio parter presenta un herpes labiale, che quindi può spiegare la successiva nascita della mia infezione).
Premetto che ignoravo l'esistenza dell'herpes genitale e solo ora ho acquisito più informazioni al riguardo.
Sto quindi applicando Aciclovir Doc Crema sulla lesione e Alkagin Crema come sollievo per l'arrosamento nella zona inguinale.
I sintomi sembrano essere diminuiti e la situazione sembra migliorare.
Comunque mi recherò dal medico lunedi, per un consulto.
Intanto cosa ne pensa di queste applicazioni?
Grazie ancora!
Buona giornata e buon week-end!

[#3] dopo  
Dr. Alessandro Benini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
SANTARCANGELO DI ROMAGNA (RN)
FANO (PU)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2000
La penso come sopra che manca una diagnosi fatta da uno specialista e troppo spesso si applicano prodotti su supposizioni di chi specialista non è.
Cari saluti
Dr.Alessandro Benini
Dirigente Medico Centro Grandi Ustionati
Osp."M.Bufalini" Cesena

[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

di patoloigie possibili ce ne sono moltissime e sappia che non tutte sono infettive: anzi direi che nel suo caso vadano cercate altre situazione dermatologiche infiammatorie non infettive, ivi comprese l'esclusione di un LICHEN SCLEROSUS incipiente, che seppur più raramente rispetto al sesso femminile può interessare primariamente anche le mucose perianali, oltre a tante altre soluzioni connesse con un anite infiammatoria.

pertanto, l'applicazione di terapie topiche snza la diagnosi rischia di peggiorare sensibilmente la sua situazione e di tardare la diagnosi.

effettui quindi la visita dermatologica come consigliatole.

carissimi saluti

Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#5] dopo  
Utente 871XXX

Ringrazio anche il Dott. Laino per la risposta.
Ricordando che domani potrò finalmente andare dal mio medico per farmi prescrivere una visita dermatologica, vorrei chiederle delle informazioni sul LICHEN SCLEROSUS incipiente nella zona anale. Cos'è? Perchè incipiente? In che cosa differisce dall'herpes genitale?
Grazie e aggiornerò presto la mia situazione con la diagnosi del dermatologo che mi visiterà!
Buona giornata!

[#6] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Farà la cosa giusta:

la presunzione diagnostica telematica non può assolutamente soddisfarci; la mia ulteriore ipotesi è relativa ad una patologia infiammatoria cronica non infettiva anche di quella zona: questo non per fare diagnosi telematiche, impossibili da tal sede, ma per farle comprendere come solo l'occhio esperto del Venereologo potrà soddisfare la sua richiesta diagnostica.

cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#7] dopo  
Utente 871XXX

Come promesso scrivo la diagnosi della visita venereologica che ieri ho effettuato. Lo specialista ha riscontrato un herpes genitale e ha detto che è già in stato di guarigione.
La cura consiste nel continuare l'applicazione della pomata Aciclovir per almeno altri 5 giorni. Inoltre mi ha prescritto di applicare, dato che la mucosa è irritata, Cady Aqua pomata e di lavare le zone genitali con Evìta Intimo.
Ha detto di non preoccuparsi, dato che non è niente di grave.
Mi ha anche ricordato, come già sapevo, che l'herpes è recidivo e che se dovesse ritornare con frequenza (ad esempio ogni mese) occorre rieffettuare una visita per prescrivere una cura generale.
Chiedo ai dottori: sapendo che l'herpes non può guarire una volta per tutte, esistono cure che rendono meno frequente la ricomparsa?
Grazie per l'attenzione che avete avuto fin ora sul mio caso.
Buona giornata e buon lavoro!

[#8] dopo  
Dr. Alessandro Benini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
SANTARCANGELO DI ROMAGNA (RN)
FANO (PU)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2000
Le cure ci sono, da antivirali ad adiuvanti la risposta immunitaria che però vanno prescritti in base al numero di recidive.
Cari saluti
Dr.Alessandro Benini
Dirigente Medico Centro Grandi Ustionati
Osp."M.Bufalini" Cesena