Utente 232XXX

Salve,

Da ormai un paio di mesi il fine settimana lavoro nell'azienda agricola del mio ragazzo dove sono continuamente a contatto con cani, capre, conigli e maiali. Inoltre rimango a dormire anche lì con lui in una roulotte poco igienica situata proprio accanto alla stalla.
In quel campo scorre una fonte d'acqua naturale, non si conosce lo stato di potabilità di quell'acqua in quanto mai analizzata, ma in stalla ci serviamo di quell'acqua che fino a poco tempo fa (prima di iniziare a comprare le bottiglie) usavamo anche per bere e per lavarci.

Da poco più di un mese ho iniziato a notare la comparsa di bolle rosse sul corpo che vanno e vengono, molto simili a morsi di zanzara ma meno pronunciate e incredibilmente pruriginose. Da un paio di settimane le ha anche il mio ragazzo.
Due settimane dopo la comparsa di queste bolle mi reco dal mio medico di famiglia, inizialmente parla di dermatite da contatto e mi somministra un antistaminico per una settimana.
Alcune bolle scompaiono ma nel contempo ne sorgono altre, alcune anche molto simili a quelle prodotte dall'herpes zoster di cui ho sofferto svariati anni fa.
Mi reco nuovamente dal medico che notando delle particolari nuove bolle sulla zona lombare sx mi diagnostica un herpes zoster specificando però che se le bolle nella zona lombare sx sono chiaramente herpes, le altre (caviglie, piedi, braccia e mani) non sono ascrivibili all'herpes.
Mi prescrive un antivirale per una settimana, al sesto giorno di antivirale mi compaiono nuove bolle rosse sulla coscia sx l'una accanto all'altra che si seccheranno poi producendo una crosta nel giro di due giorni.

Ho smesso da alcuni giorni l'antivirale, adesso prendo un integratore di vitamina B12 e carnitina.
Ho riconsultato il mio medico mostrandogli le nuove bolle, non le riconduce all'herpes che dichiara guarito.
Proprio oggi, dopo esser stato in campagna e aver dormito in roulotte, mi sono ricomparse altre nuove bolle su addome, caviglie e braccia.
Ho il sospetto che ci sia qualcosa in roulotte, dubito di essere allergico nello specifico a qualcosa.
I cani in stalla fino a due settimane fa erano colpiti da pulci e zecche, di recente hanno subito un trattamento.
Il fatto che anche il mio ragazzo abbia iniziato a presentare queste bolle da poco mi sta facendo insospettire ancor di più.

Ho pensato a punture di zecche o pulci e al rischio di essermi ammalato entrando a contatto con qualcosa, magari l'acqua.
Ad ora manifesto bolle pruriginose e una certa pesantezza di testa che mi porto avanti da poco dopo la comparsa iniziale delle bolle, non so più cosa fare e il medico mi ha detto di stare calmo e di aspettare non trovando necessario nessun ulteriore approfondimento.

- Le pulci o le zecche che tipo di malattie possono portare all'uomo?
- Quali sono i rischi del bere acqua non potabile?
- Cosa dovrei iniziare a ipotizzare o escludere, quale specialista contattare?

Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Gentile SIgnore,
difficile darle una risposta concreta, per lo meno da qui. C'è anche da vedere se quelle che lei chiama bolle, lo siano veramente da un punto di vista dermatologico (le bolle sono, in genere, piene di liquido) ma ne dubito
Peraltro, dalla descrizione da lei fatta, sarebbe maggiormente probabile trattarsi di punture d'insetto
Naturalmente tutto ciò parlandoer astratto perchè il tutto andrebbe poi valutato de visu da uno specialista dermatologo.

Buona giornata
Luigi Mocci MD