Utente 326XXX
Ho da circa un anno un problema dopo una sospetta balanite di secchezza e desquamazione del pene, ho fatto poco tempo fa una urinocoltura positiva a eschericchia coli e enterococcus fecalis, durante la settimana di antibiotico il pene aveva finalmente ripreso elasticità vigore etc da solo, oggi è il 7° giorno da quando ho smesso l'antibiotico e la situazione è quasi tornata al punto di prima, sta iniziando a 'spellarsi' la pelle sotto il glande e c'è un leggero bruciore nella minzione.

Lunedì ripeterò l'urinocoltura e giovedì farò un tampone uretrale e visita con dermatologo venereologo.

Non ho veramente idea di cosa si possa trattare, è una cosa curabile? Ogni volta che la situazione degenera in quanto a desquamazione devo sempre utilizzare il balanil per far tornare il pene in condizioni normale altrimenti si ferirebbe, sarebbe sempre sporco di pelle che si è staccata e avrei molte difficoltà a scoprirlo.

Chiedo un vostro gentile parere

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente, è stato visto da uno specialista venereologo? Le consiglio caldamente questo controllo anche perché a tantissime cause e spesso non ci sono soltanto infezioni ad essere attori principali delle condizioni cliniche e paziente le consiglio questo approfondimento targato mediciItalia
https://www.medicitalia.it/minforma/dermatologia-e-venereologia/206-balanopostite-balanite-conosciamole-meglio-curarle.html
Cari saluti.
Dott.Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 326XXX

Ok la ringrazio, appena prenotato per giovedì con dermatologo venereologo