Utente 432XXX
Buonasera. Sono una donna di 40 anni da sempre allergica e intollerante a molte cose, fra cui farmaci e alimenti. 9 gg fa ho eseguito il mio secondo tatuaggio che, a differenza del primo, è colorato ma non è grande ne eccessivo. Ci tengo a precisare che sono stati usati colori atossici, privi di ammine e di metalli, a base di pigmenti naturali. Fatto sta che a distanza di 10 ore circa ho iniziato a star male: tachicardia, affanno, a volte tremore, fiato corto, stanchezza. Sulla zona tatuata nessun segno di eventuale allergia: nessun contorno rosso, ne gonfiore, ne prurito. Praticamente perfetto. Avendo sentito il parere del mio medico di base che asserisce io stia avendo una reazione sistemica a qualche allergene del tatuaggio, mentre il mio tatuatore è certo che l'avrei avuta innanzitutto localmente....vi prego di aiutarmi perché essendo qualcosa che non posso provare a 'togliere' per vedere se sto meglio, ho l'incubo di aver compromesso la mia salute in modo permanente. Grazie a chi vorrà aiutarmi a chiarirmi le idee.

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le Pz
Si tratta di sintomi altamente aspecifici e compatibili con molte condizioni patologiche ,da infezioni sistemiche e fatti ansiosi. Difficile fare colpe specifiche in questa fase.
Sarà comunque indicato effettuare uno screening ematochimico per orientarsi dopo una buona visita medica generale.
Cordialità Dott.G.Griselli
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)