Utente 478XXX
Salve a tutti, sono qui per chiedervi alcune cose. Circa un mese fa ho avuto un rapporto protetto con una ragazza che praticamente non conosco. Ció che mi preoccupa è che circa due - tre ore prima mi ero procurato un taglietto alla base del pene con un rasoio elettrico dal quale è uscito un po di sangue per 2 - 3 minuti. Puó essere questo taglio una via d’ingresso per l’hiv o altre eventuali malattie infettive? Chiedo questo perchè il preservativo non credo che arrivasse a coprire il taglietto e le secrezioni vaginali ci saranno sicuramente entrate in contatto. Inoltre ho ricevuto anche del sesso orale non protetto. Quanto ho rischiato?

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente, il rapporto sessuale orale non protetto può esporre a tutte le malattie sessualmente trasmissibili non HIV, mentre una soluzione di continuo come una ferita aperta aumenta il rischio di contrarre malattie sessualmente trasmissibili anche sierologiche.

Ovviamente questa è solo la teoria, il resto spetta la valutazione clinica dermatologica venereologica che invito a fare nella sede specialistica

Dott. Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 478XXX

Grazie mille per la risposta. Volevo sapere più nello specifico come mai in alcuni forum dicono che la ferita debba essere profonda e sanguinante e che non basti un semplice taglietto da rasoio che al momento del rapporto ormai non sanguinava più da un po. Chiedo questo perchè in questo argomento sono abbastanza ignorante e volevo saperne di più

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Ciò che legge circa le ferite profonde e sanguinanti è vero, ma è atresì vero che il campo delle ipotesi rimane in termini percentuali.
A mio avviso quando il sangue esce, vuol dire che molte delle funzioni barriera (anche immunologiche) della pelle, sono state abbattute.
Qui non potendo stabilire percentuali possiamo parlare solo di teoria e per ciò che mi riguarda siamo nel campo del "molto improbabile" per quanto attiene ad un'infezione da HIV.
Ogni mia comunicazione in merito però non può e non deve essere vincolante; la visita venereologica e i test debbono prevalere in questi casi

Saluti
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#4] dopo  
Utente 478XXX

La ringrazio moltissimo. . Appena passati 45 giorni andró a fare un test hiv

[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Saluti ancora
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it