Utente 484XXX
Gentili dottori, nel 2002 mi è stato diagnosticato il Pemfigo Volgare! Inizialmente curato in ospedale con boli di cortisone a scendere e poi mandato a casa con assunzione di 16 mg. di Medrol, due comprrsse di Azatioprina, 5 gocce di Didrogil ed una compressa di vitamina P, da prendere ogni giorno! Al momento assumo solo 8 mg di Medrol alla bisogna. Quindi assumo Medrol, quando capisco che la patologia ha bisogno di essere contenuta, cercando di leggere, al meglio possibile, i sintomi che conosco fin troppo bene! ( sono diversi anni che mi autocuro cosi come descritto). La mia domanda è, faccio bene a continuare ad assumere cortisone in questo modo? Sarebbe il caso di rivolgersi a qualche centro specializzato in queste patologie, per eventualmente cambiare farmaco ( es. Rituximab)? Non è che faccio meglio a continuare col Medrol, così come ho fatto finora ( visto che anche il Rituximab non è esente da rischi)? Grazie della vostra disponibilità e della vostra pazienza! A risentirci e buon lavoro!

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
Se c'è una patologia cutanea che abbisogna di un buon rapporto con il reparto di dermatologia ospedaliero o universitario ,quella direi che è proprio il pemfigo volgare. Certamente i cortisonici e la aziatopirina sono ancora utilizzabili ma potrebbe essere valutato anche altri se non dovessero più essere pienamente idonei.
Cordialmente Dott.G.Griselli
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)