Utente 505XXX
Gentili Dottori

vi scrivo per chiedere un parere su una situazione che va avanti da un anno ormai. Tutto e' cominciato ad Aprile 2017 con astenia, dolore alle stazioni linfonodali, dolore alle articolazioni, febbretta ecc che era stata classificata come possibile mononucleosi. A Luglio 2017 mi esce sotto l'ascella SX un rigonfiamento morbido e dolonte che peggiora se sudo diventando piu' gonfio e dolente. Ho fatto diverse visite anche dermatologiche, ecografie, risonanza magnetica, cure antibiotiche ed antinfiammatorie ma nulla. Dagli esami effettuati si vede solo una zona lipomatosa ma non e' chiaro perche' si gonfi di piu' sia dolonte quando sudo. La tumefazione e' solo gonfia, non arrossata, screpolata, ecc. insomma la pelle e' normale. Sembra escluso che siano i linfonodi o ghiandole sudoriparie (pero' perche' peggiora quando sudo?). Riporto il risultato dell'ultima ecografia effettuata a fine Maggio.

"In corrispondeza della tumefazione clinicamente apprezzabile si osserva in sede soprafasciale una formazione di ecogenicita' analoga a quella dell'adipe circostante ma delimitabile di diametro assiale di 32 mm, spessore di 20 mm ed estensione craniocaudale di 35 mm. Non mostra al color doppler rilevanti segnali vascolari intralesionali ed e' riferibile a lipoma. Anche a livello ascellare destro si osserva analogo reporto del diametro di 25 mm. Nei cavi ascellari si osservano bilateralmente linfonodi di aspetto reattivo aspecifio, non sospetti. In particolare a SN uno e' localizzato appena superficalmente la formazione lipomatosa descritta.

Io non credo che il responsabile di tutto sia il Lipoma. Perche' ne ho anche uno a destra che e' di soli 0,7 cm piu' piccolo del sinistro e non mi da alcun fastidio. Volevo capire se qualche ghiandola sudoriparia puo' essere responsabile di questo problema visto che peggiora quando sudo?

Qualsiasi suggerimento od indicazione e' benevuta.

Grazie e Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentilissima

molto chiaramente: tutto farebbe pensare ad un lipoma; se così fosse confermato dal suo dermatologo le dico che questa formazione benigna (fatta di cellue adipose) non è correlata alle ghiandole sudoripare (eccrine o apocrine) né tantomeno sebacee.

carissimi saluti

Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 505XXX

Gentile Dott. Laino

Grazie per la sua risposta.

Quello che non e’ chiaro e’ perche questa tumefazione peggiori sudando diventando piu’ grossa e dolente. Mi e’ stato suggerito che forse una ghinadola sudoripara e’ bloccata. Ma bloccata da un anno?

. L’ecografia e la risonanza che ho fatto avrebbero trovato problemi alla ghiandole sudoripare o sebacee?

Grazie e cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Un lipoma non dovrebbe subire grosse variazioni con la sudorazione: pertanto la invito a rinnovare il controllo dermatologico fine di chiarire meglio questa vicenda. Ancora saluti mi faccia sapere
Dott.Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#4] dopo  
Utente 505XXX

Gentile Dott. Laino

grazie per la risposta.

Per non dilungarmi troppo non avevo specificato che sono in Inghilterra e non e' che mi fidi tantissimo della sanita' qua. Il dermatologo che avevo visto mi fece fare una risonanza magnetica che ha trovato solo un lipoma. Per sicurezza avevo ripetuto una ecografia in Italia a fine Maggio (con il referto che le ho riportato e stesso risultato) pero' ancora non si riesce a capire perche' la zona si gonfi e faccia male sudando. Qui in Inghilterra mi e' stato detto che forse qualche ghiandola sudoriparia "non lavora piu' bene" e ci vorranno tempi molto lunghi per tornare alla normalita'.
Premesso che quando rientro in Italia vedro' un dermatologo e' questa ipotesi formulata possibile?

Grazie e Cordiali Saluti

[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Per me no, in tutta sincerità e per quanto le ho già spiegato.

ancora saluti
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#6] dopo  
Utente 505XXX

Ok capisco. Ho visto che anche lei e’ di Roma. Se le mando via email la documentazione che ho raccolto e’ possibile vederla una volta che rientro? Preferirei essere seguito in Italia

[#7] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

Come Sempre rispondo negativamente a questo tipo di richieste in un forum che ha finalità di pubblica utilità, nè per etica e per motivi medico legali posso approvare la ricezione di documentazione privata al di fuori dei miei pazienti.

Ancora saluti!
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#8] dopo  
Utente 505XXX

Salve Dott. Laino

ovviamente vorrei consultara in qualita' di nuovo paziente (se possibile). Mi faccia sapere.

grazie e cordiali saluti

[#9] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gemtilissimo

Non devo farle sapere nulla; i miei riferimenti sono arcinoti è facilmente reperibili. Se vuole li usi, o se preferisci parimenti usi quello di miei colleghi.

Come ribadisco il forum non serve a questo tipo di contatti.
Saluti ancora!
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it