Utente 511XXX
Salve, ho 25 anni, mio nonno materno era calvo e lo è anche mio padre, quindi sono geneticamente a rischio. Ho da sempre la fronte alta con la classica forma ad M, mi sembra di vedere la zona del ciuffo leggermente meno folta rispetto le altre zone della testa (ma non ne sono sicurissimo, perchè ho tagliato i capelli più corti del solito quindi potrebbe essere che siano stati sempre così).
Sono andato da due dermatologi e in realtà nessuno dei due mi ha guardato bene i capelli, semplicemente quando gli ho detto che credo di averli più sottili mi hanno prescritto il Minoxidil, uno mi ha prescritto Minoxidil 2% 7 spruzzi + Pentaker, l'altro invece Minoxidil 5% 10 spruzzi (quest'ultimo mi conosce da anni e sa che ho paura di perdere i capelli come mio padre).
Voi che cura mi consigliereste seguire? Essendo soggetto a rischio di caduta capelli, fino a che età mi conviene eventualmente proseguire la cura? Esistono esami (magari ormonali, non saprei) che mi consentono di capire se è in atto la caduta dei capelli? Perchè magari se iniziassi ad assumere minoxidil non perderei i capelli e non potrei sapere se è perchè è lui che contrasta la caduta o se semplicemente non mi stanno cadendo. Grazie in anticipo!

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
Sarà opportuno avere una diagnosi ben precisa. Già la tricoscopia è in grado di fornire i criteri dermatoscopici per la diagnosi di alopecia androgenetica, coadiuvata ev. Da test genetico se lo si ritiene necessario ,tricogramma e molto altro.
Arrivati alla diagnosi si imposta la terapia che può essere in genere una strategia terapeutica complessa , tra cui anche acceleranti del ciclo pilare quali minoxidil. In assenza di terapia naturalmente la patologia segue la sua storia naturale ,con un raggiungimento dei vari gradi nella scala di Hamilton in tempi variabili a seconda della sensibilità recettoriale e di altri fattori e cofattori in gioco.
Cordialita Dott.G.Griselli
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#2] dopo  
Utente 511XXX

Grazie per la risposta dottore.
Entrambi i dermatologi mi hanno sconsigliato di fare particolari esami per evitare ulteriori costi, ed hanno fatto la diagnosi guardandomi a vista lo stato dei capelli.
A prescindere dal fattore di rischio alla caduta, dato che ho sempre avuto i capelli un pò sottili e la fronte alta, mi consiglia di iniziare la cura con minoxidil? Se si, a quali percentuali/dosaggi?

[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent.le pz
Naturalmente è impossibile dare direttive prescrittive senza aver validamente visitato il pz ,specialmente se vengono usati molecole con attività farmacologica .Quindi in questa sede non si può essere che generici ,purtroppo.Ma questo vale comunque in linea generale e,chiaramente, può valere anche per altre classi di farmaci (cardiologici, neurologici ,etc). Credo che sia corretto trattare con dignità di patologia anche le affezioni dermatotricologiche.
cordialmente Dott.G.Griselli
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)