Utente
Buonasera Gent.
li Dottori,
scrivo per un problema che persiste, tra alti e bassi, da 30 anni.
Ho 44 anni e da quando ne ho 13 presento acne comedonica, dapprima localizzata solo sulla fronte, vi è stato, poi, un lungo periodo in cui comparivano solo brufoli nella zona mento-mascelle in prossimità della mestruazione, e alcun i momenti di recrudescenza (comedoni e brufoli su tutto il viso), trattate con topici locali prescritti dai vari dermatologi interpellati.
Negli anni al problema dell'acne si sono aggiunti in ordine; quello dell'irsutismo e poi nel 2012 anche una diagnosi di alopecia androgenetica in concomitanza con una grave recrudescenza di acne comedonica su tutto il viso, che fin ad oggi persiste alternando momenti più o meno gravi.
Non mi dilungo ad elencare i vari trattamenti topici eseguiti negli anni che non hanno portato a nessuna risoluzione definitiva della problematica.
Aggiungo che soffro anche di una dislipidemia familiare con valori di colesterolo che alle ultime analisi sono risultati moto alti (314).
Ho eseguito regolarmente, ogni anno, da più di venti anni visite ginecologiche ed esami ormonali che sono sempre stati nella norma (tranne una sola volta verso i 25 anni in cui il testosterone era alto e ho preso per 6 mesi la pillola Diane).
negli ultimi cinque anni ho cercato di tamponare la situazione con cicli di peeling, che risolvevano momentaneamente la situazione.
Attualmente sono da cinque mesi in cura con la pillola Klaira, che non ha sortito nessun effetto, tanto che 15 giorni fa sono andata in visita da un ulteriore dermatologo, che mi ha diagnosticato "acne comedonica al volto" proponendomi una cura con isotretinoina orale per sei mesi, da iniziare solo quando il livello di colesterolo si sarà abbassato.
Ho, pertanto, iniziato subito una cura con le statine e una dieta più restrittiva dell'attuale.
Al momento curo il viso, come da prescrizione, con integratore liposkin pro, liposkin mask a sere alterne e crema normalizzante euboss.
aggiungo, di mia sponte, la mattina prima della crema, benzac 5.
E' superfluo dire che vi è in atto un peggioramento del quadro.
Il mio quesito è, visto anche il mio profondo scoramento; secondo la vostra esperienza è possibile, ormai alla mia età, guarire da questa patologia insidiosa, oppure anche con la cura di isotretinoina non ci sono speranze di guarigione definitiva?
Attendo un vostro riscontro.
Cordiali Saluti

[#1]  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
La risposta è una: assolutamente SI

Ovviamente è necessario comprendere il caso specifico ed adattare dopo un preciso algoritmo diagnostico terapeutico la terapia personalizzata che può prevedere cure di varia natura e terapie anche strumentali (come la IPL ad alta intensità con manipoli e settaggi per Acne)

per info
www.acne.roma.it

Dr Laino
Dr.Luigi Laino Dermovenereologo, Tricologo
Direttore Istituto Dermatologico Latuapelle
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie per il suo riscontro dottore. Mi affiderò allo specialista dermatologo che mi segue attualmente, sperando che si possa arrivare ad una cura definitiva.

[#3]  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
farà bene!
Dr Laino
Dr.Luigi Laino Dermovenereologo, Tricologo
Direttore Istituto Dermatologico Latuapelle
www.latuapelle.it