x

x

SUDORAZIONE NOTTURNA

Dr.
Buon giorno.

Vorrei sottoporre un problema di cui soffro da tempo (qualche settimana) e che, se pur forse banale, è piuttosto fastidioso.

Mi capita una-due volte durante la notte di trovarmi abbondantemente sudato, solo sul tronco e ascelle, al punto di dovermi alzare per cambiarmi maglia e pigiama.
Temperatura corporea e ambientale normale, pressione normale, non aritmie.
Tornato a letto riprendo sonno senza problemi.
Durante il giorno, sudorazione normale, non stanchezza, attività normale, compatibilmente con le ristrettezze attuali (ginnastica.
Cyclette, ecc.
). alimentazione abbastanza controllata, forse con qualche concessione a carboidrati tipo pasta, riso e qualche dolce.
Peso nella norma (BMI 24, 3).

Per una più corretta valutazione:
1.
Sono cardiopatico da 22 anni, con 3 BPAC, FA (controllata dopo ablazione).
In cura con cordarone e antipressivi (sartani, doxazosina, carenone).
In buon compenso cardiaco.

2.
Da anni problemi di reflusso gastrico (controllato con pantoprazolo e Galviscon).
Ultimamente poco rilevanti.

3.
Problemi di valori ormonali (media negli anni TSH 7, FT4 13), dovuti a cordarone (??
)
4.
Valori glicemici solitamente alti (glucosio 115-118 e glicata 5, 5), dovuti probabilmente ai farmaci assunti.

5.
Da un recente ecodoppler TSA mi sono state rilevate delle cisti tiroidee (già diagnosticate nel 2017 come colloido-cistiche di 7 8 mm)
6.
Altri esami nella norma: Trigliceridi 69, colest.
Tot.
165, HDL 75.

Pertanto, non potendo, data l’attuale caotica situazione, sentire il mio medico e/o prenotare una visita endocrinologa, le sarei grato se potesse indicarmi preliminarmente quale potrebbe essere la causa di tali sudorazioni ed eventualmente i possibili rimedi (es.
se dovuta a calo glicemico assumere zuccheri?
) , oppure integratori e soprattutto se devo preoccuparmi per possibili cause più gravi (pur considerando che non ho altri sintomi).

La ringrazio anticipatamente per la sua cortese risposta.
[#1]
Dr. Mario Manunta Medico internista, Diabetologo 721 29
Gentile Utente, i suoi disturbi potrebbero essere dovuti alla condizione tiroidea, infatti il suo TSH ha un valore oltre soglia, essendo aumentato del doppio. Vero è che il Cordarone (Amiodarone), pur essendo un eccellente farmaco antiartitmico, essendo ricco in Iodio determina, in alcuni soggetti, l'elevazione di questo parametro. Ma anche se iatrogeno, va in ogni caso verificato e trattato di conseguenza.
Inoltre visti i suoi valori glicemici indagherei l'eventuale concomitante presenza di iperinsulinismo e di insulino- resistenza.
Cordiali Saluti

Dott. Mario Manunta
Senior Clinical Diabetologist
Scuola Educatori in Diabetologia AMD