Utente 115XXX
Buongiorno,
vi espongo in breve il mio problema:
lo scorso febbraio ho notato che avevo un piccolo linfonodo gonfio sulla destra del collo ma, anche se un pò spaventato, ho evitato di destare troppe preoccupazioni. Dopo 2 mesi ho constatato che il linfonodo si era leggermente ingrossato e che, quindi, necessitavo di una visita medica. Il medico curante mi ha subito rassicurato dicendo che i linfonodi sono soliti gonfiarsi per i motivi più disparati, ma io, non fidandomi completamente, mi sono voluto affidare a degli specialisti. Sono andato all'istituto dei tumori e come di routine mi hanno fatto fare gli esami del sangue (tutti nella norma) gli esami circa le infezioni (tutti nella norma) e le varie ecografie (una in aprile e una a fine maggio). Il linfonodo misurava 12 13 mm, era non dolente e soprattutto io non avevo alcun sintomo (febbre alta, sudorazione notturna ecc). Ho fatto parecchie visite sia all'istituto dei tumori che allo IEO; l'ultima è avvenuta in settembre, quando mi hanno rinviato al medico curante, poichè le misure del linfonodo erano rimaste invariate. Se ci fossero stati problemi, mi hanno detto, avrei dovuto chiamare. Tuttavia ho notato che, sporadicamente, avverto un prurito su tutto il corpo. Mi è capitato due volte in giugno, 1 volta in agosto, 2 volte a ottobre, 3 volte a novembre e a dicembre, fino ad ora, 3 volte. E' un prurito che può durare anche 1 ora e che parte da un punto diverso a seconda dei casi per poi estendersi su tutto il corpo. Ad esempio..avverto un prurito sul braccio, mi gratto, dopo un pò sento prurito alla testa, mi gratto, passa al piede, mi gratto, passa al torace, mi gratto, passa alla schiena. Sono preoccupato, ma noto che le dimensioni del linfonodo sono sempre le stesse, almeno, mi pare. Devo farmi vedere? Ho visto che è uno dei sintomi del linfoma. Cosa mi dite? Solitamente avviene di notte o di mattina presto. Oggi dura più del solito, forse anche perchè ci penso e sono tanto spaventato. Aiutatemi!

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Io le dico di stare tranquillo; si è rivolto ad uno dei migliori centri esistenti e se i medici che l'hanno visitata hanno detto di non preoccuparsi, è così. Cerchi, piuttosto, di non farlo diventare un problema di ansia, non ci pensi e faccia la sua vita normale, stia tranquillo
Un saluto

A. Baraldi