Utente 156XXX
Buonasera,

sono una ragazza di 27 anni. Una settimana fa ho notato 1 linfonodo ingrossato subito di fianco all'orecchio, poi altri 3 dietro all'orecchio stesso. sono subito andata dal medico di base ( vivo all'estero ), che li ha tastati, ne ha sentito uno anche all'inguine. mi ha detto di rivolgermi ad un dermatologo nel giro di 1 o 2 settimane nel caso si fossero ingrossati. ieri sera ho avuto anche un pò di febbre, ma non mi pare di avere alcuna infezione.
da oggi però ho notato anche che la zona in cui sono presenti i linfonodi ingrossati ( e in generale la cute della testa ) ogni tanto prudono. i linfonodi sono abbastanza duri e poco mobili.

è veramente una cosa da prendere cosi con calma? non avrebbe dovuto farmi fare degli esami del sangue o simili?
Mia madre è morta a 47 anni di tumore a un polmone. per cui come potete capire la questione linfonodi mi ha messa in guardia subito.

il consiglio del medico è giusto? un dermatologo saprà dirmi di più e consigliarmi dei test? vivendo all'estero e non parlando ancora bene la lingua mi sono dovuta rivolgere a medici che parlano anche inglese, per cui la scelta è stata abbastanza ristretta.


la situazione generale sembra allarmante?

grazie,


a.l.

[#1]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non vedo gli estremi per allarmarsi. Se il suo medico ha richiesto una visita dermatologica è perchè ritiene che si tratti di linfonodi reattivi (anche se a lei sembrano duri e poco mobili)

https://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/63-i-linfonodi-o-linfoghiandole-le-adenopatie-ed-il-sistema-linfatico.html
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com