Utente 445XXX
Buongiorno.

Ho ritirato oggi le analisi del sangue e mi sono preoccupato per i valori di GOT e GPT alti; è segnalata anche un'anomalia nell'urobilinogeno.
Ho 31 anni, maschio, faccio regolarmente attività fisica (3-4 volte a settimana per circa 1,5 ore), discrete masse muscolari, percentuale di grasso corporeo circa 15%.
Sono astemio, non fumo.

Assumo i seguenti farmaci:
- Esopral 40 mg: 1 al dì (per malattia da reflusso... mah!)
- Tramadolo: 100mg al dì per trattamento dolore cronico (4 interventi chirurgici con craniotomia per colesteatoma della rocca)
- Alprazolam: 1 mg al dì (prima di coricarmi)
- Stilnox: 10 mg al dì


Questi i valori:

EMOCROMO COMPLETO
Emoglobina 14.5
Eritrociti 4.91
Valore globulare 0.92
MCV 92
MCH 29.5
MCHC 32
Leucociti 5.4
Neutrofili 56.8%
Eosinofili 1.2%
Basofili 0.8%
Linfociti 36%
Monociti 5.2%
Altri 0%
ALY 0.7%
LIC 0.7%
PIASTRINE 293
EMATOCRITO 45.4%

FERRITINA 76.6

GLICEMIA 96

AZOTEMIA 30

CREATININEMIA 1.06

ELETTROFORESI SIEROPROTEINE
Proteine totali 7.2
Albumina 4.71
pari al 65.42%
Alfa 1 globuline 0.21
pari al 2.92%
ALfa 2 globuline 0.76
pari al 10,56%
Beta globuline 0.77
pari al 10,69%
Gamma globuline 0.76
pari al 10.56%
Rapporto A/G 1.88

GOT * 112

GPT * 45

gamma GT 27

FOSFATASI ALCALINA 44

TRIGLICERIDI 40

COLESTEROLO TOTALE 206

COLESTEROLO HDL 59

COLESTEROLO LDL 139

TESTOSTERONE totale 5.2

PROLATTINA 8.23

DHEA 6.5

ESAME COMPLETO URINE
Colore Giallo oro
Aspetto Limpido
pH 6
Peso specifico 1028
Glucosio 0
Bilirubina 0
Corpi chetonici 0
Emoglobina 0
Proteine 0
Urobilinogeno * 1
Nitriti Assenti
ESAME DEL SEDIMENTO
4/5 leucociti/campo - Cellule pavimentose

[#1]  
20563

Cancellato nel 2010
C'e' un danno epatico con lisi delle cellule epatiche. Quando l' AST (una volta detta GOT) e' maggiore dell' AST (una volta detta GPT), come nel suo caso, si ritiene che il danno sia un po' piu' serio della situazione opposta, perche' l' AST e' un enzima piu' abbondante nelle strutture cellulari profonde.

Al danno epatico consegue anche che il fegato non ricapta l'urobilinogeno e lo lascia invece finire nelle urine.

Il resto va bene.

Resta da capire la causa del danno epatico, potrebbe essere da farmaci o indicare una epatite virale. Il suo medico di famiglia sapra' gestire lo studio differenziale delle due ipotesi.






[#2] dopo  
Utente 445XXX

Gentile dottore, grazie mille per la risposta.

In questi giorni, in attesa del consulto col mio medico di base, che vedrò domani, ho "scandagliato" il sito alla ricerca di consulti per situazioni analoghe.

Ho trovato una risposta riguardante un paziente che, come me, presentava alterazioni dei valori GOT e GPT, in un quadro clinico caratterizzato da dispepsia, reflusso, bruciori, lentezza nello svuotamento gastrico. I suoi esami per markers epatici erano però tutti negativi.
Il medico intervenuto aveva definito quella situazione come peculiare per casi di problemi alla colecisti, suggerendo approfondimenti diagnostici in quella direzione.

Ora, io non avevo precisato questa cosa nel mio post, ma la terapia con Esopral 40 mi è stata prescritta proprio per quel genere di disturbo gastrico (praticamente non digerisco mai pasti che per la maggior parte della gente sono normali; ho bruciori e reflusso, pesantezza, gonfiore allo stomaco).
Le gastroscopie hanno sempre escluso la presenza di ulcera. Nonostante 2 anni abbondanti di trattamento con esopral 40 il disturbo non è regredito.

Cosa ne pensa di questa ipotesi?

Ancora ringraziamenti.

[#3]  
20563

Cancellato nel 2010
L'ipotesi che le transaminasi mosse (danno epatico) derivino dalle difficolta' digestive ci puo' stare quando la difficolta' deriva da problemi biliari e il paziente ha la AST normale e ALT e GGT elevate.
Questo e' il quadro tipico della blanda colestasi tipica della epatopatia steatosica, o come la si voglia chiamare (e' un quadro maldefinito). La bile defluisce a fatica e danneggia il fegato. Collaterlamente, lo scaros apporto di bile in duodeno fa si' che il soggetto digerisca male.

Nel suo caso abbiamo transaminasi opposte (AST alta e ALT quasi normale), il che indica citolisi primitiva , e le difficolta' digestive sono essenzialmente gastriche (l'esopral inibisce la secrezione acida per evitare che il paziente soffra di acidita' e ulcere allo stomaco).

In medicina clinica tutto puo' essere , ma io penso che lei abbia un fattore di danno epatico primitivo, di natura da determinarsi.

Visto che lei riferisce una muscolatura importante e le hanno prescritto dei dosaggi di androgeni poco congrui col resto, mi chiedo se in passato non abbia impiegato anabolizzanti, che pompano i muscoli ma appunto fottono il fegato.




[#4] dopo  
Utente 445XXX

Gentile dottore,

la ringrazio per l'ulteriore risposta.

Nella mia ottica di "malato", l'ipotesi di un problema alla colecisti sembrava più "attraente", anche in prospettiva di una correlata soluzione dei problemi gastrici (che attualmente tengo sotto controllo solo con l'esopral).

Per quanto riguarda la questione degli anabolizzanti, non ne ho mai assunti, e le mie masse muscolari (che ho definito "discrete" per evidenziare la differenza con un soggetto normotipo) sono esclusivamente frutto di intenso esercizio e alimentazione curata in modo rigoroso.

I dosaggi degli androgeni mi sono stati prescritti perchè mi sono recato dal medico di base lamentando un improvviso e brusco calo della libido a partire dalla primavera scorsa (praticamente desiderio azzerato ma con pieno mantenimento della funzione erettile e della capacità di concludere rapporti sessuali).

Le analisi del sangue sono state quindi prescritte principalmente per la verifica del mio stato ormonale; il medico ha poi "colto l'occasione" per prescrivere anche i normali controlli di routine, l'esecuzione dei quali ha appunto evidenziato il problema che ho sottoposto alla vostra attenzione.

Ancora sentiti ringraziamenti per l'interessamento.

[#5] dopo  
Utente 445XXX

Gentili dottori.

A distanza di circa 10 giorni dall'altro prelievo, ho ripetuto le analisi.

Questi sono i valori:

AST/GOT ------- 39 u/l * (10-35)
ALT/GPT ------- 30 u/l (9-43)
LDH ------- 428 u/l (150-450)

Tutti i markers per le epatiti A, B e C hanno dato esito NEGATIVO.

Sono un po' perplesso, dato che alla luce dei precedenti valori (AST 112 e ALT 45) il medico curante era piuttosto certo della possibilità di un'epatite.
Ora, solo il valore AST è poco superiore al range di normalità

Potrei avere ancora un Vostro cortese parere, in attesa della visita presso il mio curante (che non vedrò prima di una settimana)?

Grazie infinite.

[#6] dopo  
Utente 445XXX

Nessun parere?

[#7]  
20563

Cancellato nel 2010
Nessun parere nuovo. C'e' stato un modesto danno epatico acuto, che i nuovi esami indicano come praticamente superato. Fin qui le certezze.

Poiche' apparentemente non e' di natura epatovirale classica, resta da capire da che cosa e' stato causato: farmaci, cibo avariato, colelitiasi occulta, traumatismo al fianco dx, inalazione di solventi, citomegalovirus, sbronza passeggera, esposizione accidentale a sostanze chimiche per uso domestico agricolo o industriale, altro? come vede siamo nel campo della speculazione.

Non sempre si riesce a spiegare tutto a livello di eziologia, molte volte empiricamente ci si accontenta del fatto che il pz. sta bene.

[#8] dopo  
Utente 445XXX

Grazie mille dott. Bianchi!

Caspita, le ipotesi che mi ha prospettato sono davvero le più svariate.

Certamente, posso escludere la sbronza passeggera (sono completamente astemio), il traumatismo al fianco dx e l'inalazione di solventi.

Forse è più probabile che abbia ingerito del cibo avariato, anche se non ricordo niente di particolare...

Comunque, finalmente, giovedì vedrò il mio curante: aveva detto che forse mi avrebbe fatto fare un'ecografia del fegato, ma non escludo che la eviti, a questo punto.

In ogni caso, la terrò aggiornato.

Grazie ancora.
Cordialità.