Utente 276XXX
Gentilissimi Dottori,

ho 30 anni e sono incinta alla nona settimana. Ho due dubbi in merito a due condizioni legate alla mia salute e a quella di mio marito:
1. dopo aver avuto me, mia mamma ha avuto un aborto al settimo mese in seguito al quale si scoperto che era positiva al LAC. La gravidanza successiva è stata portata a termine prendendo cortisone ed eparina. So che il LAC è una trombofilia acquisita, ma mi chiedo se comunque esiste la possibilità che ci sia una familiarità per questa condizione e se quindi anche io sono a rischio e devo fare gli esami per verificare la presenza di LAC.
2. mio marito è eterozigote per anemia falciforme ed ha il tratto beta talassemico (non ha nessun disturbo, l'ha scoperto quando l'hanno diagnosticato a sua mamma) mentre io non sono anemica né presento emoglobine anomale. Se l'embrione ereditasse entrambe le forme di anemia che ha mio marito (in eterozigosi, visto che io sono normale per entrambe) rischia qualcosa durante la gravidanza? ci sono controlli speciali che sarebbe opportuno che facessimo?

Grazie mille,
cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gli esami per valutare il discorso LAC per lei sarebbero utili, poi sarà il ginecologo a decidere l'eventuale terapia. Riguardo l'anemia c'è soltanto un certo margine di possibilità che il bambino la forma anemica ma non rischi particolari
Un saluto

A. Baraldi