Utente 144XXX
maggio 2012 dicembre 2012
glob bianchi 8,53 7,18
neutrofili 4,20 3,06
linfociti 3,33 3,08
monociti 0,79 0,84
eosinofili 0,19 0,17
basofili 0,02 0,03
perc neutrof 49,3 42,6
perc linfociti 39 42,9
Perche in 6 mesi i neutrofili sono diminuiti di 1000 e quindi la formula è leggermente inversa? io ho letto che che in caso di hiv si ha una formula inversa.ma si intende formula inversa cn valori assoluti nella norma o formula inversa cn linfociti in aumento ccn neutrfili in ribasso.ipotizziamoche io a luglio mi sn pigliato l'hiv.ora dovrei avere i linfociti come valore assoluto alti giusto e neutrofili bassissimi? ps la ves è perfetta e anche il resto degli esami urine e tutto

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
HIV non si diagnostica con la formula leucocitaria che può anche essere normale ma solo e soltanto con il test specifico. Il valore dei bianchi può variare nel tempo ma il suo è perfettamente normale e l'inversione lievissima e non significativa
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 144XXX

ah dimenticavo.ho la ves normalissima e gammaglobuline normalissime piu verso l'alto che il basso.quidni ho tanti anticorpi ma nella norma.ho letto dai suoi scritti(risposte a utenti) dove lei diceva che se uno fosse sieropositivo anche in fase iniziale sicuramente gli anticorpi non sarebbero molto alti ma tenderebbero piu verso il basso.è vero? domanda n 2)perche leggo su internet sta cosa della formula leucocitaria inversa correlabile all'hiv.esistono sieropositivi asintomatici che hanno piu linfociti che neutrofili?se si l'andamento com'è?questo mi interessa per curiosita. i linfociti assoluti aumentano e neutrofili assoluti diminuisco o viceversa?o tutti i leucociti insieme diminuiscono o aumentano?in poche parole se io al prossimo esame del sangue avro sempre li stessi neutrofili assoluti ma i linfociti assoluti aumentano un po rimanendo nel range di normalita e quindi l'inversione percentuale della formula peggiora devo preoccuparmi?ps lo so che l'hiv si scopre solo cn il test pero ho letto che in aids conclamato soprattutto sono piu i linfociti che diminuiscono mentre i neutrofili anche ma di meno.quindi la formula sarebbe sempr epiu neutrofili che linfociti.

[#3] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Guardi non ricordo minimamente di avere detto testualmente quello che dice; anche perchè non possiamo quantificare gli anticorpi che si vanno formando. Una cosa è sicura e cioè che al 100° giorno se sono presenti anticorpi , pochi o tanti che siano , il test li rileva. Lasci stare i siti poco affidabili di internet , perchè di stupidaggini se ne dicono a valanga, magari si aggiorni su siti seri come quello dell'ISS. Posso dirle che la formula leucocitaria inversa NON è assiolutamente correlata ad HIV che, lo ripeto ancora, non si diagnostica con la visualizzazione della formula.
Diciamo ancora che quasi tutti i sieropositivi nelle fasi iniziali , che possono durare anni, sono asintomatici perchè la malattia si chiama AIDS e non è la condizione di sieropositività che NON è la malattia. Non è assolutamente vero che che la mlattia conclamata veda più linfociti che neutrofili o viceversa perchè il dato FONDAMENTALE, che non si rileva con la formula è che i CD 4 ( linfociti helper ) vanno ai minimi ( al di sotto di 250 e ancora meno ). In concluasione : la formula di un emocromo non ci dice minimamente se un individuo è sieropositivo o nò.
Un saluto

A. Baraldi

[#4] dopo  
Utente 144XXX

grazie per le risposta.vi faccio le ultime 3 domande e poi non vi stresso piu.io avevo letto ve lo giuro lei che diceva a un tipo ossessionato dall'hiv che chiedeva sempre dele gammaglobuline ecc.,ei ha detto che se un soggetto è sieropostivo piano piano le gammaglobuline diminuiscono e sicuramente non aumentano e anche che i linfociti(ttii in generale)in un sieropositivo sono in calo.ora vi pongo le domende.per favore rispondetemi ad una a una.1)perche sia il mio medico di bease che molti medici anche qua su medicitalia dicono che se uno si infetta cn l'hiv nella maggiorparte dei casi sviluppa una sindrome simil nuscleosica cn febbre alta persistente per settimane,linfonodi SU TUTTO IL CORPO GONFi,mal di gola forte,eruzioni cutanee simil rosolia ecc. e che anche quando passano sti sintomi nella maggiorparte dei casi permangono i linfonodi su tutto il corpo gonfi??QUINDI DA CIO CHE MI HA DETTO IL MO MEDICO E STI ALTRI MEDICI UN SIEROPOSITIVO NON é IN PERFETTA SALUTE COME LEI DICE...Anzi...è pieno di problemi aspecifici non ancora problemi gravi da aids conclamata ma ne ha.2)sempre il mio medico e da cio che ho letto sempre qua su medicitalia e altri siti da vari medici,un sierpositivo aha un emocormo quasi normale ma non perfetto!!cioe mi hanno detto che se la VEs è normale,se le gammaglobuline non scendono e se i linfociti sono stabili senza scendere e se i globuli rossi e l'emoglobina non scende e le piastrine anche uno non ha l'hiv!!!perche appunto mi hanno detto che 1 sieropositivo su 3 in fase asintomatica puo diventare anemico addirittura...slei cosa ne pansa?io vi giuro che ste cose non me le sto inventando.3)io che per esempio che quest'inverno non mi osno preso neanche un raffreddore nonostante sono smepre in mezzo alla gente e faccio molto sport nche al freddo,il mio medico mi ha detto che è un ottimo segno che l'hiv non c'è e che un sieropositivo anche se ancora in salute pero è molkto sensibile ad ammalsarsi spesso.lei cosa ne pensa?

[#5] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Senta io credo che lei mi confonda con qualcun altro !!!! Mai detto le cose che riporta in prima battuta. Veniamo ai punti

1) Nò !!!! La sieropositività NON E' MALATTIA (AIDS CONCLAMATO ) . Mai detto che un sieropositivo gode ottima salute . Ho sempre detto che la condizione di sieropositività può decorrere per anni senza che il soggetto abbia problemi particolari nè , come dice lei, " sia pieno di linfonodi gonfi, mal di gola e quant'altro" La sieropositività decorre molto spesso con al massimo e , badi bene, parliamo del primissimo periodo, sintomi di tipo similinfluenzale .

2) Cosa significa "emocromo quasi normale ma non perfetto" ? Io una cosa del genere non l'ho mai detta,sentita nè tantomeno letta qui su Medicitalia. Tutto normale ed uno non è sieropositivo ? Tutti gli esami a cui si riferisce, lo ribadisco, NON POSSONO ESSERE CORRELATI ALLA PRESENZA O ASSENZA DI SIEROPOSITIVITA' . E' solo il test che lo indica. Finale . Visto che , come dice , queste cose non se le stà inventando riporti i link dove le ha lette. Un soggetto sieropositivo può stare in "buone condizioni" per anni, prima di sviluppare la malattia, ma questo non c'entra nulla con il fatto che se uno fa sport, non ha mai un raffreddore, scala le montagne, non sia sieropositivo. La sieropositività NON è la malattia.
Un saluto

A. Baraldi