Utente 658XXX
Buongiorno,
vorrei riportare in ematologia un consulto che avevo in medicina di laboratorio, per avere un parere sulla mia situazione che si protrae ormai da mesi.

Cerco di riassumere.

Da circa 4 mesi ho una linfoadenopatia a livello dell'inguine e del collo e una leucopenia che invece persiste da circa 9 mesi.

I linfonodi sono stati ecografati a aprile e a giugno, il referto parlava in entrambi i casi di linfonodi di aspetto reattivo sia al collo che all'inguine con dimensioni massime di 12-13mm ad aprile e 15-16mm a giugno.

Ematologo e infettivologo mi hanno fatto fare in questi mesi tantissimi esami, mi viene impossibile riportarli tutti, cercherò di riassumere:

Dal punto di vista infettivologico è emersa soltanto una superata ma recente infezione da citomegalovirus di cui conservo gli anticorpi (che a luglio 2011 non avevo da qui la certezza che l'infezione è recente), ma la ricerca del genoma del virus fatta un mese fa ha dato esito negativo (da qui la certezza che l'infezione è superata).

L'emocromo ha sempre evidenziato globuli bianchi che nel tempo oscillavano tra i 3.6 e i 3.1, con inversione della formula. In valore assoluto sono sempre stati i neutrofili ad essere bassi, tra i 1500 e i 1100.

Questo l'ultimo emocromo fatto ieri:

GB 3.6
GR 4.6
Emoglobina 13.9
Ematocrito 41.4
MVC 90.6
MCH 30,4
MCHC 33,6
RDW 13,8
Piastrine 142
MPV 10,5
Neutrofili 1.1 (31,8%)
Linfociti 1.9 (52,4%)
Monociti 0.3 (7,2%)
Eosinofili 0.3 (7,8%)
Basofili 0 (0,8%)

LDH 85
PCR < 0,3
VES 3

Solo un mese fa l'emocromo era tornato perfetto con GB 5.2 e formula normale, cosa che mi faceva pensare ad una risoluzione del problema, ma oggi è tornato tutto come prima.

Tra i vari esami fatti i valori di VES, PCR, LDH, Transaminasi, Beta2Microglobulina sono sempre sati nella norma. Esami per malattie autoimmuni negativi. Rx torace nella norma.
Ho effettuato anche una tipizzazione linfocitaria con unico valore fuorinorma CD4+: 429

Io mi sento un po' stanco, sono uno sportivo e ho qualche difficoltà ad allenarmi, non tanto per mancanza di forza muscolare piuttosto ho problemi nel recupero ad uno sforzo. Dopo un allenamento mi sento spossato per alcuni giorni.

Ho da qualche settimana un fastidioso senso di stordimento, pressione alla testa, difficoltà di concentrazione, qualche formicolio alle braccia e alle mani, che ho inizialmente attribuito a problemi noti di artrosi cervicale, ma che adesso mi chiedo se possa essere legato invece al discorso ematologico.

Vorrei chiedere cosa ne pensate e se è ipotizzabile passare ad esami più approfonditi quali una biopsia linfonodale o altro, anche in considerazione del fatto che questa continua incertezza mi genera uno stato di preoccupazione che fatico a sopportare.
Sono sufficienti gli esami che ho fatto ad escludere malattie come linfomi o altro?

Grazie e cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Linfonodi reattivi possono comparire in tante situazioni di infiammazione infezione ma non devono allarmare, visti gli altri esami nella norma . Questa inversione potrebbe anche essere momentanea e , comunque, sui suoi valori non deve preoccupare , vista anche la tipizzazione nella norma. Ripeta gli esami tra qualche tempo ma , soto il profilo ematologico, non vedo problemi. Un'ultima cosa: potrebbe essere utile uno striscio di sangue per valutare forma e dimensioni di questi linfociti
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 658XXX

Molte grazie dott. Baraldi,
visto il suo parere tranquillizante come quello dell'ematologo e dell'infettivologo che mi hanno visitato cercherò di non pensarci troppo e trascorse le vacanze se il problema non si è risolto farò lo striscio di sangue.

Se invece dovessero peggiorare i linfonodi o comparire altri sintomi mi farò rivisitare.

Ma se tutto restasse così com'è da diversi mesi, ovvero linfonodi reattivi, neutropenia lieve e formula invertita, dopo quanto tempo mi devo preoccupare e a chi mi rivolgo? l'ematologo?

ancora grazie e buona estate

[#3] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Una formula invertita lievemente non porrà mai problemi ed i linfonodi nel tempo ritorneranno nella norma
Un saluto

A. Baraldi