Utente 312XXX
Salve
sono una ragazza di 25 anni ed è da circa un mese e mezzo che ho linfonodi collo e inguine ingrossati. tutto è iniziato con un linfonodo di circa 2 cm al tatto nella zona inguinale, poi altri due piu piccolini (sembrano sasssolini piccoli e duri) e poi uno dall'altro lato dalla forma allungata. Dopo qualche giorno ne ho sentiti altri sul collo, uno dalla parte destra, a metà tra orecchio e clavicola un po piu grosso (ma al tatto non sembra piu grosso di un cm) e 3 dalla parte sinistra sul collo sempre a metà tra orecchio e clavicola, questi piu piccolini e mobili. Tutti sono non dolenti. Ho fatto una serie di esami perchè, dopo aver scoperto il primo, mi sono innervosita e soffrendo io di gastrite mi è venuto un forte attacco. così ho fatto la gastroscopia (che comunque dvevo fare prima o poi) e varie analisi del sangue. Ho fatto anche quelle per mononucleosi e toxo ecc e tutto negativo. sangue e urine tutto nella norma, tranne la presenza nelle urine di proteine con il valore di 20 (a detta del dottore non p niente di grave finchè non salgono sopra i 30).
La mia domanda è: questi linfonodi che sembrano non aver motivo per essersi ingrossati di colpo e in parti del corpo diverse, possono indicare qualcosa di grave? ho letto del linfoma e ho il terrore che possa essere la causa di ciò.
Grazie a chi vorrò rispondermi

[#1] dopo  
Dr. Michele Cimminiello

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
16% socialità
POTENZA (PZ)
SAN MICHELE DI SERINO (AV)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente.
Per valutare la sua situazione clinica attuale è utile una attenta visita medica.
Per cercar di capire se ha fatto tutti gli esami di primo livello, li confronti con questi elecanti e completi quelli che mancano:


Es. emocromocitometrico, VES, PCR, b2-microglobulina
Azotemia, Glicemia, uricemia, GOT/GPT, gGT, bilirubina tot. e dir, LDH,
sideremia, ferritina, transferrina, es. urine
Ig sieriche, proteine totali ed elettroforesi proteica
IgG e IgM per: Toxo, CMV, HSV, EBV-VCA,
•Markers epatite B e C, HIV1/2, sierodiagnosi per Lue, VDRL
• Test “doppia Mantoux” (PPD+MNT)
• Rx torace in due proiezioni.
• Ecografia loco-regionale ed altre stazioni linfonodali superficiali e
profonde con specifica richiesta al radiologo di valutare le caratteristiche
ecografiche delle linfoadenopatie di reattività o altro.
• TAS, Tampone faringeo e/o nasale, Rx ortopanoramica (solo per le
localizzazioni cervicali).

Cordiali saluti

Diventa donatore di MIDOLLO OSSEO:

Chi dona il MIDOLLO dona la VITA !!!

[#2] dopo  
Utente 312XXX

Salve, grazie mille per la risposta, come esami ho fatto:
esame emocromocitometrico
formula leucocitaria
Sg-VESS-
P-PROTEINA C REATTIVA
P-CREATININA
P-GLUCOSO
eGFR (estimated Glomerular Filtration Rate)
P-AST (IFCC)
P-ALT (IFCC)
P-GGT
U-ESAME STANDARD DELLE URINE (gli unici valori sballati sono stati presenza corpi chetonici, e proteine a 30, ma in un successivo esame delle urine 24 ore i corpi chetonici assenti e proteine scese a 20)
Elettroforesi
monotest,
anticorpi toxoplasma (IgG, IgM)
anticorpi citomegalovirus (IgG, IgM)
Potassio
Sodio
Gli esami LDH, HIV ecc li avevo fatti in aprile perchè, essendo io donatrice avis, sono di routine e li mandano a casa, e risultava tutto nella norma.

stamattina sono andata da un ematologo che mi ha prescritto una ecografia delle zone interessate dai linfonodi, ha detto che secondo le analisi non c'è niente che non va, ma è rimasto perplesso quando gli ho detto che quest'estate ho avuto per due mesi fortissimo prurito dietro la gamba destra, ma poi, quando gli ho detto che con la fine dell'estate è sparito non gli ha piu dato peso. Secondo lui al tatto sono linfonodi reattivi e non sembrava preoccupato, solo non ne capisce la causa (come me), essendo che non ho avuto virus, raffreddori, o altri problemi di salute di recente. Secondo lei si può escludere qualcosa di grave come il linfoma alla luce di questi esami che non hanno riscontrato nulla di anomalo?
Grazie mille e mi scuso per la risposta prolissa




[#3] dopo  
Dr. Michele Cimminiello

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
16% socialità
POTENZA (PZ)
SAN MICHELE DI SERINO (AV)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Beh gli esami del sangue non fanno diagnosi di linfoma.
Utile l'ecografia, poi se ne parla su come procedere.
Saluti
Diventa donatore di MIDOLLO OSSEO:

Chi dona il MIDOLLO dona la VITA !!!

[#4] dopo  
Utente 312XXX

Buona sera, la ringrazio per la sua risposta. Domani prenoterò l'ecografia e oltre che parlarne con il mio medico ovviamente, le farò sapere i risultati così da completare il quadro anche online. Un'ultima domanda, se dall'ecografia risultassero tutti reattivi, allora potrei stare tranquilla oppure il fatto che siano reattivi non esclude il linfoma? Grazie mille per l'attenzione.

[#5] dopo  
Utente 312XXX

Buona sera, le scrivo sempre in merito del problema sopra descritto. L'ecografia me l'hanno messa tra tre settimane (un tempo infinito secondo me), ma purtroppo è cosi. I miei linfonodi sono sempre li, non sono aumentati ne regrediti. L'ematologo che mi aveva visitato ha detto che alla palpazione sono molto piccoli, al massimo della grandezza di un pisello, e da ormai due mesi che li ho non sono aumentati d volume. Questo può dire qualcosa? il fatto che siano piccoli? se fosse qualcosa di grave sarebbero aumentati di volume in due mesi? un'altra domanda, una volta fatta l'ecografia, se vorrò essere sicura potrò chiedere al mio medico di fare l'ago aspirato di un linfonodo? è possibile che i linfonodi si gonfino senza nessuna motivazione apparente? scusate ma tre settimane di attesa mi sembrano un'eternità e vorrei solo capire qualcosa per stare più tranquilla
Grazie per la cortese attenzione
Saluti

[#6] dopo  
Dr. Michele Cimminiello

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
16% socialità
POTENZA (PZ)
SAN MICHELE DI SERINO (AV)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
LE RISPONDO IN MAIUSCOLO:

da ormai due mesi che li ho non sono aumentati d volume. Questo può dire qualcosa?
MOLTO SE FOSSERO STATI PATOLOGICI SAREBBERO AUMENTATI DI VOLUME.

il fatto che siano piccoli?
E' VEROSIMILE CHE POSSONO ESSERE REATTIVI.

se fosse qualcosa di grave sarebbero aumentati di volume in due mesi? SI

un'altra domanda, una volta fatta l'ecografia, se vorrò essere sicura potrò chiedere al mio medico di fare l'ago aspirato di un linfonodo?
NON HA ALCUN SENSO BIOPSIZZARE UN LINFONODO REATTIVO.

è possibile che i linfonodi si gonfino senza nessuna motivazione apparente?
QUESTO NO. DISOLITO UN MOTIVO C'E' SEMPRE, IL PIU' DELLE VOLTE UNA BANALE INFEZIONE.

Spero di averla aiutata un pò.

La saluto
Diventa donatore di MIDOLLO OSSEO:

Chi dona il MIDOLLO dona la VITA !!!

[#7] dopo  
Utente 312XXX

Gentile dottore, mi ha aiutata molto a tranquillizzarmi grazie mille per avermi risposto. Riporterò comunque i risultati dell'ecografia una volta fatta per completezza.
Ancora grazie mille.

[#8] dopo  
Dr. Michele Cimminiello

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
16% socialità
POTENZA (PZ)
SAN MICHELE DI SERINO (AV)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Di nulla.
Diventa donatore di MIDOLLO OSSEO:

Chi dona il MIDOLLO dona la VITA !!!

[#9] dopo  
Utente 312XXX

Buona sera Dottore
riporto qui in seguito il responso dell'ecografia cervicale e inguinale:
le nodulazioni palpabili in sede inguinale e laterocervicale di ambo i lati sono sostenute da altrettante formazioni linfonodali con morfologia allungata e caratteristiche di reattività, a maggior asse di 15 mm.
Colui che mi ha fatto l'ecografia è stato parecchio sbrigativo e quando gli ho chiesto se ci fosse da preoccuparmi mi ha risposto semplicemente con un: non mi sembrano patologici.
Significa che posso stare tranquilla? 15 mm sono pochi? su internet avevo letto che di solito mettono anche indicazioni sull'ilo, se è evidente o meno, ma sulla mia ecografia non c'è scritto niente. inoltre, guardando le immagini alcuni sono ben scuri e definiti, altri invece non si vedono, o meglio, sembrano trasparenti, si vede solo il contorno, come fossero bolle, ma dentro non sono neri come lo sono gli altri, è normale?
E' meglio se ripeto l'eco tra qualche mese?
Spero proprio di essere arrivata alla fine di tutti questi controlli e che non ci sia nulla di male.
Grazie mille

[#10] dopo  
Utente 312XXX

Mi scuso se la disturbo ancora. Sono andata dal mio ematologo, che visti i risultati dell'ecografia sopra descritti ha "chiuso il mio caso", dicendomi che sono linfonodi reattivi e si sgonfieranno. Io però non sono molto tranquilla, sono gonfi da due mesi, e io non ho nessun problema evidente, niente ferite, infezioni, problemi ai denti, niente di niente. Mi chiedo allora perchè si sono gonfiati, ma soprattutto, non bisognerebbe andare a fondo? anche perchè è da 4 giorni che la sera ho una fastidiosa tosse secca, solo la sera. Il mio medico però non gli ha dato più di tanto importanza, attribuendola al cambio di stagione.
Lo so che dovrei fidarmi del mio medico, ma non ho una diagnosi, non so cosa fare e per questo non riesco a stare tranquilla.
Cos'altro posso fare per scongiurare la peggior diagnosi (linfoma) una volta per tutte?
Grazie mille

[#11] dopo  
Dr. Michele Cimminiello

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
16% socialità
POTENZA (PZ)
SAN MICHELE DI SERINO (AV)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Nulla. Fosse stato un linfoma le dimensioni dei linfonodi in 2 mesi sarebbero raddoppiate. Ad un certo punto tocca fermarsi perché si sconfina in un accanimento diagnostico che il più delle volte non ha senso. Le linfoadenopatie reattive sono secondarie a mille e più cause che il più delle volte se non correlate ad altri sintomi non vengono approfondite.
Utile monitoraggio clinico nel tempo. Possono restare tali per diverso tempo.
Saluti
Diventa donatore di MIDOLLO OSSEO:

Chi dona il MIDOLLO dona la VITA !!!

[#12] dopo  
Utente 312XXX

salve dottori,
ritorno a scrivere a distanza di mesi perchè il mio problema sopra descritto non si è ancora risolto. I linfonodi sono ancora tutti li, sia quelli inguinali, che quelli sul collo, non sono ne aumentati ne diminuiti (o almeno così pare a me), tranne uno sottomandibolare, che è aumentato.
Dovrei ripetere l'ecografia? o ci sono esami piu approfonditi da fare? il mio medico curante mi sembra non dia il giusto peso alla cosa dicendo che o è colpa dei miei turbinati ipertrofici che non mi fanno respirare bene e che quindi fanno si che i miei linfonodi siano sempre in allerta, oppure che comunque ci sono persone a cui i linfonodi si gonfiano senza motivo e a cui restano cosi per sempre. Questa diagnosi però non credo sia esauriente, perchè mi si sono gonfiati tutto d'un tratto? e perchè non se ne vanno? quali esami posso fare per essere piu tranquilla? scusate ma sono piu di sei mesi che convivo con questi linfonodi e con il terrore che sia qualcosa di piu grave. Se fosse linfoma si sarebbe visto a questo punto? avrei manifestato qualcosa?
Ringrazio chiunque vorrà rispondermi

[#13] dopo  
Dr. Michele Cimminiello

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
16% socialità
POTENZA (PZ)
SAN MICHELE DI SERINO (AV)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Sarebbe opportuna una Visita Medica specialistica Ematologica prima di eseguire esami di approfondimento. E' sempre importante l'esame clinico prima di esami strumentali.
La saluto
Diventa donatore di MIDOLLO OSSEO:

Chi dona il MIDOLLO dona la VITA !!!

[#14] dopo  
Utente 312XXX

Salve, torno a scrivere dopo 6 mesi. Ho rifatto la visita ematologica e il medico mi ha prescritto un'altra ecografia, che ha delineato gli stessi linfonodi dell'ecografia scorsa, che sono diversi, circa una quindicina tra inguine e collo, il piu grande di 18mm all'apparenza reattivi. Lui ha detto che sono al di sotto dei 2 cm e che sono passato molti mesi e non si sono gonfiati dalla prima volta quindi non sono rilevanti, ma non ha fatto nessuna analisi in più, non mi ha nemmeno fatto rifare le analisi del sangue. Dato che non ho altri sintomi ha detto che non si tratta di linfoma. Ma mi è sembrato tutto molto sbrigativo, volevo chiedere, in un anno aumenterebbero considerevolmente i linfonodi di misura o non è detto? è forse meglio se chiedo un altro consulto da un altro specialista? grazie mille per la cordiale attenzione

[#15] dopo  
Dr. Michele Cimminiello

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
16% socialità
POTENZA (PZ)
SAN MICHELE DI SERINO (AV)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
No va bene così . Se fossero stati patologici sarebbero aumentati o considerevolmente di volume. Saluti
Diventa donatore di MIDOLLO OSSEO:

Chi dona il MIDOLLO dona la VITA !!!