Utente 416XXX
Buongiorno,
sono a chiederVi un vostro cortese consulto...
Sono una madre di due bellissime bambine di nove e sette anni, ho 32 anni, ma ho un problema che mi fà preoccupare ancora molto... sono molto preoccupata perchè il mio dottore non ha ancora risolto e più che altro tranquillizzata riguardo alla mia situazione di analisi del sangue con valori "sballati" da circa 2 anni (due anni ad agosto)...
Tutto inizia quasi due anni fà quando dopo un forte mal di testa con vomito il mio dottore mi segno di fare le analisi del sangue e da qui iniziò il mio "prelievo di sangue mensilmente" - con il seguente risultato PCR 3,88 (val. rif. inf. a 1) VES 74 (val. di rif. inf. a 15)ed emocromo completo con HCT 33,5 HCB 10,7 MCV 75,5 MCH 24,1 NCHC 31,9 RDW-SD 34,8 - RDW-CV 14,9 PDW 9,8 e queste sono le prime analisi di luglio 2006.. il Dottore dopo esattamente una settimana, mi fà ripetere le analisi e stesso risultato, dopo quindici giorni altri analisi con PCR questa volta a 4,41 ed emocromo stessa situazione anzi con valori ancora più bassi.. torno dal mio dottore e trovo il sostituto il quale mi dice che le analisi del sangue sarebbe meglio farle in un laboratorio di analisi dell'ospedale invece che di un centro privato e allora così dopo venti giorni altri analisi del sangue, risultato PCR 14,55 (valori di riferimento 0,00 - 5,00) VES 48 (1-30) FERRO A 23 (50-160) emocromo HCB 11,2 HCT 35,3 MCV 74,2 MCH 23,5 MCHC 31,7 PLT 464,0 WBC 10,90.. dopo di queste analisi il sostituto mi segna solite analisi PCR emocromo e VES sempre soliti risultati ed in più il sangue occulto nelle feci risultato negativo, Helycobacter pylori negativo, Anticorpi anti AGA IgG 1 IgA 2, endomisio negativo, transglutaminasi IgA 0,2 , Ferritina 3,86, Acido folico 5,34, Tasferrinina totale 327, fosfatasi alcalina 54, CPK 123, LDH 296, Aldolasi 0,5, mioglobina 26,0, Ant. antiendomisio negativo, Atc Antigliandina Igtotali negativo, Atc Antimuscolo liscio positivo titolo 1 :40, Atc antimitocondrio negativo, antic. antinucleo negativo, atc anticitoplasma neutrofili negativo, atc anti LKM negativo, Anti Tgab 11, Anti tpo 8, TSH 1,66, FT3 2,74, FT4 1,15 ed ecografie con risultato tutte negative, per tutte queste analisi effettuate ogni quindi giorni sono arrivata al 2 di novembre 2006 e continuo a proseguire fino ad maggio 2007 sempre con le classiche analisi PCR VES ed emocrono con soliti risultati.. e il mio dottore mi liquida con il dirmi che io esteticamente sto bene e quindi basta fare analisi.. e mi lascia andare via così con me che chiedevo che ci sarà un perchè se ho queste analisi sballate e lui mi risponde che mi ha rigirato come un calzino e non ho nulla che lo scritto lo possiamo lasciare perdere perchè esteticamente io sto bene e di buttare via il termometro in quanto avevo continuamente febbricola da 36,9 e 37,1, 37,2... Come ho gia detto all'inizio io ho due bambine e le vorrei vedere crescere quindi con un nodo alla gola e molto preoccupata non posso negarlo vado da un dottore a pagamento il quale mi segna ulteriori analisi e mi consiglia di sospendere la pillola in quanto potrebbe essere quella a far risultare alcuni valori sballati e così faccio e dopo faccio le seguenti analisi.... Elettroforesi emoglobine Hb.A2 2,70, hbf 0,10, Emocromo RBC 4,83, HCB 10,6, hct 34,4, mcv 71,2, mch 21,9, mchc 30,8, PLT 429, pdw 9,1, mpv 8,5, p-lcr 12,2, pct 0.36, wbc 8,97, urea 19, creatinina 0,71, GOT 18, gpt 16, gamma gt 9, proteine totali 7,7, atc Epstein barr : Vca Igm negativo, vca totali positivo EBNA 1 Igg Positivo EA (D) totali negativo IgA 223 IgM 82 IgG 1450 Alfa 1 glicoproteina acida 152, PCR 5,42 reumatest <9,50 Tit. antistreptolisinico 61 - CMV teste cmv igm 8,00 cmv igG 4,20 Toxoplasma Igm 3,00 IgG 3,00 hbsag negativo, hbcab tot negativo hbsabquant 0.00, hcv ab negativo, elettroforesi delle sieroproteine albumina 51,9 alfa 1 5,3 alfa 2 12,1, beta 1 8,2, beta 2 6,1 gamma 16,4 rapp. AG 1,08... dopo questi risultati e continuamente senza una cura effettuo nuovamente le analisi con altre richieste di analisi risultato Igm 91, alfafetoproteina 1,97, anticorpi anti : EPST. BARR VIRUS (EBV) EBV-EBNA IgG 600,00 (val. rif. 0,00 - 20,00) EA (D) Totali 5,00 (val. rif. 0,00 - 40,00) VCA-IgM 10,00 (val. rif. <20 negativo) VCA Totali 163,00 (val. rif. 0,00 - 20,00) Sideremia 44, Proteina C reattiva 5,24 Emocromo completo leucociti 8,95 eritrociti 5,10 emoglobina 11,2 ematrocito 36,5 volume cellulare medio 71,6 comcetrazione media 30,7 contenuto medio 22,0 rdw 15,2 piastrine 428 mpv 9 pct 0,38 pdw 10,0 formula leucocitaria neutrofili 67,5 eosinofili 1,00 basofili 0,30 linfociti 26,8 monociti 4,4 neutrofili valore assoluto 6,04, eosinofili valore assoluto 0,09, VES 54, IgG 1460 (val. rif. 690-1400) IgA 232, dopo di che il 28/06/2007 ripeto le analisi diverse con Atc EPSTEI BARR : VCA-igm Negativo - VCA totali postitov - EBNA I igG positivo EA (D) totali negativo - Ig A 223 (70-370) - IgM 82 (40-240)- IgG 1450 (690-1400) - ALFA 1 GLICOPOTREINA ACIDA 152,00 (40.00-120,00) e la PCR a 5.42 (o.oo-5.00)... il dottore mi dice che i miei valori del sangue sono così perchè ho il ferro basso e sono anemica... ma dico è possibile avere la PCR così alta... ma non è finito qui... continuo a ripetere l'emocromo completo e sideremia. ves e pcr sempre con valori di emoglobina bassi VES stazionaria e PCR che era diventata a 3,95... di qui smetto di fare le analisi... se non che quindici giorni fà mi sento dei dolori al petto (tipo crampo) con tachicardia, pressione bassa 52 la minima 86 la massima e battiti cardiaci a 100, il dottore mi fa fare le analisi ed ecco i risultati (presi ierisera) SIDEREMIA 19 (37-145) - PCR 27,39 (0,00-5,00) - VES 29 (0-30) - leucociti 8,20 - eritrociti 4,57 - emoglobina 11,1 - ematrocito 35,8 - volume cellulare medio 78.3 - concentrazione media 31,0 - contenuto medio 24,3 - rdw 14,7 - piastrine 419 - mpv 9,1 - pct 0,38 - pdw 10,1 - neutrofili 63,3 - eosinofili 1,00 - basofili 0,60 - linfociti 30,7 - monociti 4,4 - neutrofili valore assoluto 5,19 - eosinofili valore assoluto 0,08 - basofili valore assoluto 0,05 - linfociti valore assoluto 2,52 - monociti valore assoluto 0,36.... ho portato le analisi dal dottore il quale mi ha detto di prendere due pasticche di ferro e di portarle a farle vedere giovedì al cardiologo perchè non sà più cosa farmi visto che a vedermi sto bene... mia sorella mi ha detto che devo andare da un ematologo altrimenti non risolvo niente... spero vivamente che Voi possiate darmi una risposta perchè inizio veramente a preoccuparmi per questa PCR ancora più elevata di due anni fa....
In attesa di una Vostra cortese risposta porgo i miei più Cordiali Saluti e chiedo scusa se sono stata molto lunga... ma vi chiedo di potermi dare un aiuto perchè sono molto ma molto preoccupata...
Cordiali saluti...

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Gentile Signora,

dai suoi esami si rileva una anemia ed uno stato infiammatorio infettivo per la PCR aumentata. Il consiglio è, in accordo con il suo medico, di fare una visita ematologica ed infettivologica che comprenda un tampone faringeo, TAS, VES, anticorpi antistreptochinasi ed antijaluronidasi. E' il lato infettivologico che và indagato a fondo
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 416XXX

Preg.mo Dott. A. Baraldi.
La ringrazio vivamente per la sua immediata e precisa risposta, parlerò domani con il mio medico e gli farò presente per l'ennesima volta, perchè ho già richiesto di farmi andare da un ematologo ma questa mia domanda non è mai stata considerata, io non sono un medico e se il mio dottore e il sostituto mi dicano che non sono analisi per andare da un ematologo posso solo ascoltarli, ma adesso che la cosa mi sembra che stia sempre peggiorando e soprattutto adesso che ho il suo consiglio insisterò per farmi richiedere la visita ematologica e infettivologica con i relativi analisi da lei descritti, le farò sapere del risultato spero prima possibile.
La ringrazio ancora tantissimo e porgo i miei più cordiali saluti...
Grazie.....

[#3] dopo  
Utente 416XXX

Buongiorno, preg.mo Dott. A Baraldi...
Sono stata dal mio medico e gli ho chiesto se mi segnava la richiesta per la visita ematologica, ma invece di segnarmela mi ha segnato quella cardiologica, per episodi di tachicardia con battito elevato e crampi al petto con affaticamento quando faccio lunghe passeggiate e quando faccio le scale...
Sono stata dal cardiologo il quale dopo una lunga visita non ha riscontrato niente al cuore, anche se per essere più precisi, ritenuto che questi attacchi mi prendono soprattutto quando faccio degli sforzi mi fà effettuare il test argometrico... dopo mi ha consigliato di fare una rx torace, esame per l'elettroliti (?) e la visita ematologica (come già consigliato da lei)...
Ho fatto rx torace con il seguente risultato "Rinforzo della trama polmonare in assenza di lesioni parenchimali a focolaio. Ombra cardiaca nei limiti"...
Ho portato i raggi al mio dottore che, molto scocciato, mi ha detto che non c'è niente e di portarlo al cardialogo...
Gli ho chiesto cosa voleva dire "Ombra cardiaca e rinforzo della trama polmonare" e lui mi ha risposto che non c'è nulla e di portarlo dal cardiologo...
Posso stare veramente tranquilla che non ci sia nulla...?
Che significato ha "rinforzo della trama polmonare e ombra cardiaca nei limiti" ?
La ringrazio vivamente per la sua cortese disponibilità e in attesa di una sua risposta Le porgo i miei più cordiali saluti.

[#4]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Sì, Sigora, la lastra è normale e la dizione ombra cardiaca nei limiti vuole solo significare che il cuore è di dimensioni normali.
Piuttosto non capisco perchè non indagare più a fondo questa anemia e PCR aumentata, ma non ci possiamo assolutamente sostituire al suo medico di famiglia
Un saluto

A. Baraldi

[#5] dopo  
Utente 416XXX

Salve Dr. Baraldi,
innanzitutto grazie della sua risposta, sono stata come da lei consigliato dall'ematologo il quale mi ha rilasciato questa lettera da portare al mio dottore... (faccio presente che per la PCR non mi ha dato nessuna risposta, ovvero mi ha risposto dicendomi che è un esame molto aspecifico, gli ho chiesto se tante le volte questa PCR può dipendere dalle tonsille che ha volte, soprattutto d'inverno mi si ingrossano, ma non mi ha nemmeno ascoltata...) questa è il risultato della visita ematologica...
" Caro...ho visto la sig.ra... di 32 anni inviata a visita perchè presenta anemia microcitica ipoferritinemica già da molti anni, non ha familiarità per colonpatie o per altre malattie dell'apparato digerente, non ha perdite g.e. apparenti, ha già fatto in passato cicli di terapia marziale orale, tollera male il ferrograd, un pò meglio il sideral... ha già fatto i test per la celiachia; non ha disturbi particolati tranne qualche episodio di acidità grastrica. obiettivamente non si rileva niente di importante. Ha il ciclo abbondante. Consiglio continuare con sideral 1c x 2 e controllare periodicamente l'emocromo. Eventuale egds anche per la sintomatologia epigastrica. (fissato appuntamento per il 1 agosto 2008 ore 8,15). Fare r.s.o. feci ed eventualmente colonscopia..."... Ecco questo è il risultato...

Sò che non può assolutamente sostituire il mio medico di famiglia... io però non so più cosa fare... non so più se lasciare perdere tutto e aspettare il destino... purtroppo non sono cose che mi invento, ma sono i risultati delle analisi che parlano... ed io non so più veramente cosa fare...

La ringrazio e mi scuso se gli ho "rubato" un pò del suo tempo prezioso...

Cordiali saluti...

[#6]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Signora, deve soltanto stare tranquilla e seguire le indicazioni del suo ematologo, ma non pensi di avere gravi malattie, c'è soltanto un'anemia microcitica come molte persone hanno e che deve essere trattata come da indicazioni del suo ematologo, nulla di più, quindi coraggio che non c'è niente di grave.

Auguri
Un saluto

A. Baraldi