Utente 391XXX
Egr Dottori,
Mi rivolgo a voi per un consulto su delle analisi del sangue che dovrò fare domani.
Ho 22 anni e sono ipotiroidea.
Il mio medico di base mi ha prescritto queste analisi del sangue:
Ab ANTI tireoperossidasi
Ab ANTI tireoglobulina
Trigliceridi
Tsh t3 t4
emocromo + formula
Vi volevo chiedere un opinione. Io a Gennaio del 2014 feci delle analisi del sangue per la coagulazione e questi erano i risultati:
Proteina s libera 105%
tempo di protrombina 59,0 %
I.N.R. 1,42%
tempo di tromboplastina parziale (PTT) 58,0 secondi
Antitrombina 3 76,00%

Tutti i miei valori hanno l asterisco affianco.
Come mai il mio medico non mi ha detto di rifare anche queste analisi? Non sono "sballate"?
In piu vi volevo chiedere una cosa.
Dalle analisi che mi ha prescritto il medico che farò domani apparte la tiroide a cosa servono?
Aspetto una vostra cortese risposta.
Cordialmente

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signora,
il dosaggio del T3 e del T4 è obsoleto ed è stato sostituito da quello dell'FT3 ed FT4. Il SSN infatti non lo rimborsa più.
Spero abbia sbagliato a copiare lei.

Gli anticorpi anti - tiroide sono intesi alla valutazione del suo ipotiroidismo: se sia o meno legato ad una tirioidite autoimmune in attività.
I trigliceridi le sono stati chiesto perchè lei è sovrappeso.

In quanto agli esami per la coagulazione: manca il dosaggio del Fibrinogeno e il range di riferimento specifico per ciascun esame: a me pare che la sua coagulazione sia normale con un INR di 1,42. Anche la Proteina S è nei limiti.
Tuttavia se assume la pillola anticoncezionale gli esami andrebbero ripetuti. A maggior ragione se ha patologie della coagulazione in famiglia.
Ne parli con il suo medico.

Saluti,
Dr. Caldarola.

[#2] dopo  
Utente 391XXX

Egr Dottor
si mi scuso per l errore,mi sono sbagliata io nel copiare. I range di riferimento sono espressi in percentuale e nel foglio delle analisi tutti i valori tranno la proteina S hanno un asterisco affianco
Proteina S libera 105 (tra 54 123)
tempo di protrombina
attività 59.0% ( tra 70/130)
I.N.R 1,42% (tra 0,8/1.35)
PTT 58,0 secondi (tra 22/34sec)
antitrombina3 76.00% (tra 80/128)
Non prendo la pillola anticoncezionale e per il fatto drlla familiarità non lo so di preciso so solo che mio padre ha ( scusi del linguaggio) il sangue che coagula prima diciamo e mia nonna è deceduta per embolia polmonare.
Queste analisi sono di vecchia data del 2014 e le feci vedere alla mia endocrinologa perché me le aveva chieste lei della coagulazione. Lei mi disse che il mio sangue coagula dopo quindi è piu fluido.
cordialmente

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
signora, le ripeto ciò che avevo intuito: lei ha, da questi esami, una scarsa tendenza a fare trombosi.
Effettivamente il sangue è più fluido: ma parliamo di un INR di 1.42% non di 2.5 o 3.0%, quindi non c'è pericolo di emorragie.
Manca tuttavia il dato principale: cioè il fibrinogeno e non capisco perchè.

Dato che deve fare il prelievo per la tiroide, ripeta anche tutto il pattern emocoagulativo per verificarne lo stato nel 2016 vs 2014, non dimenticando di dosare il fibrinogeno.

Mi faccia poi sapere, se lo desidera.
Saluti cordiali,
Dr. Caldarola.

[#4] dopo  
Utente 391XXX

Salve dottor Caldarola,
sinceramente non so il motivo della mancanza del fibrinogeno.Le analisi le farò in settimana e si la terrò informata anzi grazie per l interessamento è stato molto gentile. Le posso fare una domanda?
essendo ignorante in materia ma le analisi generali cioè emocromo piu formula trigliceridi e cosi via, sono diciamo indicative di un qualcosa? che poi in seguito lo specialista nel settore deciderà eventuali "indagini"? Spero di aver esposto in modo corretto e chiaro la mia domanda.
Grazie per la gentilezza.
Cordiali saluti Dottor Caldarola

[#5] dopo  
Utente 391XXX

Scusi mi sono scordata di dirgli che l altro giorno sono andata dal mio dottore perchè quando mi segnò le analisi da fare mi disse anche della coagulazione ma i risultati non li aveva visti in passato lui e gli ho riportato quello che mi disse la mia endocrinologa cioè quello che le ho scritto.Il dottore mi ha detto però che non c era bisogno di farle tanto non è che cambia questa proprietà del sangue (ecco il motivo per il quale il dottore non me le ha risegnate).Lei che è un ematologo mi conferma questa frase del mio dottore ?
Cordialmente

[#6] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile signora,
Quelle normalmente definite " analisi di routine" indagano la funzionalità dei principali organi ed apparati.
Da sole non servono a fare diagnosi etiologica ma possono fornire un eccellente contributo alla clinica.
Vi sono poi analisi specifiche che sono prescritte se il paziente abbia sintomi specifici.
O patologie specifiche. .
Per quanto riguarda il quadro emocoagulativo, le ribadisco il mio parere; lei ha eseguito le indagini sulla coagulazione nel 2014: non so per quale motivo ma il fibrinogeno non è stato valutato.
Le ho spiegato che il lieve allungamento dell'INR non correla con problemi clinici e poteva anche dipendere da una dieta povera di Vit k.
Pertanto, ma è un consiglio e per tale lo assuma, considerando che non si tratta di esami complicati ne' costosi, a mio avviso andrebbero ripetuti e questa volta includendo il Fibrinogeno.
Ovviamente io non posso imporre nulla al suo curante che avrà la facoltà di non accogliere la sua richiesta.
Buona giornata,
Dr. Caldarola.

[#7] dopo  
Utente 391XXX

Salve dottor Caldarola,
il mio medico curante mi ha segnato le stesse analisi più ha scritto Fibrinogeno. Queste analisi le farò domani e intanto domani avrò i risultati di quelle che ho effettuato la scorsa settimana.
Grazie mille la tengo se vuole informata nel caso mi possa dare qualche consulto sui risultati
Cordialmente

[#8] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Certo che gradirei essere tenuto informato!
L'aspetto!
Saluti cordiali,
Dr. Caldarola.

[#9] dopo  
Utente 391XXX

Salve Dottor Caldarola,
stamani ho effettuato le analisi del sangue sulla coagulazione ed ho ritirato quelle che avevo effettuato la scorsa settimana.Questi sono i risultati
WBC 8,2 ( 4,0/11,0)

RBC 5,21 (3,00/5,00) c e un asterisco

HGB 16,0 (11,5/16,0)

HCT 43,9 (22/45)

MCV 84,00 (75/100)

MCH 30,6 (20,0/36,0)

MCHC 36,4 (20/38)

PLI 313,0(140/500)

MPV 8,1 (6/12)

LYM% 39,2 (25/50)

MON% 8,5 (2/10)

NEU% 49,6 (50/80) c e un asterisco

EOS% 2,3 (0/5,0)

BAS% 0,4 (0/0,2)

BAS# 0.03 (0/0,20)

NEU# 4,1 (2/7,5)

LYM# 3,2 (1/5)

MON# 0,70 (0,20/1,50)

EOS# 0.19 (0/0,50)

Trigliceridi 97 ( 55/175)
FT3 2,7 (2,20/4,20)
FT4 0,94 (0,8/1,7)
TSH 3,6 ( 0,30/3,60)
Tireoglobulina 6,59 (0,2/7 0)
anticorpi anti tireoperossidasi 12,22 (0/16,00)
Questi sono i risultati.L infermiera che mi ha fatto le analisi mi ha detto soltanto che e strano che i globili rossi sono diciamo leggermente alti dato che le analisi le ho fatte al secondo giorno del ciclo mestruale ed io ce l ho abbondante.
Aspetto un vostro consulto.
cordialmente

[#10] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
Vi è una modesta policitemia, meritevole di controllo tra un mese.
E' importante sapere se lei fumi o no: se fuma la causa è individuata.

Il TSH è al valore max del range, profilando il quadro di un iniziale ipotiroidismo subclinico.
Anche in questo caso utile controllo a distanza.

Null'altro di importante.

Saluti Cordiali,
Dr. Caldarola.

[#11] dopo  
Utente 391XXX

Salve dottore,
grazie per il suo parere a distanza.
Comunque si sono fumatrice e non bevo moltissimo.
è per questo? Perché su internet quando il valore dei globuli rossi è alto mi da molte cose anche non belle.
Cordialmente

[#12] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
La sua è una policitemia secondaria.
Il suo midollo deve produrre più globuli rossi per trasportare l'ossigeno ai tessuti dato che gli altri sono legati al monossido di carbonio e non possono svolgere la loro funzione.

Mi pare un controsenso preoccuparsi della prorpria salute e continuare con il tabagismo, che la pone a rischio vascolare, di disfunzioni polmonari, e di una pletora di tumori, da quello del polmone a quello vescicale, passando per quello mammario, pancreatico, esofago - gastrico e mi fermo per amore di sintesi.

Saluti,
Dr. Caldarola.

[#13] dopo  
Utente 391XXX

salve dottore,
si ha pienamente ragione, anche se non funo molto ma fumo lo stesso. Devo smettere!.
Domani mi arrivano le risposte delle altre analisi che ho fatto ieri. Ed ho molta paura!
cordialmente

[#14] dopo  
Utente 391XXX

Save dottor Caldarola
stamani ho ritirato le analisi del sangue della coagulazione.
Proteina S libera 113 % ( 54/123)
tempo di protrombina
attività protrombinica 90,0% (70/130)
I.N.R 1,08% ( 0.8/1.35)
PTT 27,9 secondi ( 22/34)
Antitrombina 3 98,00 % (80/128)
Non so per quale motivo il dottore mi ha scritto il fibrinogeno ma il laboratorio non l ha effettuato.
Cosa ne pensa? Ripetto a 2 anni fa si sono alzati i valori quindi non potrebb essere che si alzino ancora di piu? cordialmente

[#15] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
i suoi esami emocoagulativi sono perfettamente nella norma.
Non vorrei che la scorsa volta si sia trattato di un errore di laboratorio: spesso, per risparmiare, i reattivi vengono lasciati oltre il tempo consentito di utilizzo dopo l'apertura.
Succede anche questo, nel nostro Bel Paese.
In quanto al mistero "fibrinogeno", chieda informazioni in laboratorio.
Saluti,
Dr. Caldarola.

[#16] dopo  
Utente 391XXX

Salve dottor Caldarola,
non dovrebbe succedere invece perche vengono pagati per questo.
Del fatto del fibrinogeno il dottore mi ha detto che non è essenziale e che vanno bene quelle che ho fatto ma logocamente vado al centro analoso per chiedere spiegazioni anche perchr gia nel foglio che mi avevano rilasciato non c era proprio scritto fibriogeno.
Le posso fare una domanda? Se avevo una trombosi anche lieve o profonda dalle analisisi vedeva?
Questi edami quindi ogni quanto li devo rifare ?
È stato gentilissimo davvero.
Cordialmente

[#17] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Una trombosi arteriosa non sfugge nemmeno a un cieco.
Una venosa profonda è assai più infida ma, se non vi sono le condizioni predisponenti, assai infrequente.
Il suo pattern emocoagulativo è normale: smetta assolutamente di fumare perchè è un fattore di rischio anche per la patologia trobo - embolica venosa.
Specie se assume estro - progestinici a fini contraccettivi.
La saluto cordialmente,
Dr. Caldarola.


[#18] dopo  
Utente 391XXX

Salve dottor Caldarola,
La ringrazio ancora molto per il suo consulto ma ancor di più per avermi aiutata a capire meglio delle cose. È stato gentilissimo.
Cordiali saluti

[#19] dopo  
Utente 391XXX

Salve dottor Caldarola,
Le volevo fare una domanda per capire una cosa.
Con i miei valori della coagulazione mi possono venire delle trombosi venose profonde? Ho chiesto un aiuto per capire ma non mi rispondo e vorrei togliermi questo dubbio. Mi fa male la gamba (dietro la coscia e dietro al ginocchio).
Il mio dubbio è questo nonostante le mie analisi mi potrebbe venire?
Scusi e grazie
Cordialmente

[#20] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
La Trombosi venosa profonda è un evento raro se non vi siano cause prediponenti come appunto la trombofilia.
O l'associazione fumo +pillola.
Si consulti con il suo curante per completare, se lo stesso sia d'accordo, il suo pattner trombofilico, ma non mi pare che ella sia un soggetto a rischio. Se smetta di fumare.

Infine tenga conto che in Medicina non c'è la possibilità della certezza: vi è probabilità più o meno alta che un evento possa verificarsi oppure no ma con il margine di possibilità di eventi imprevedibili che sono propri della nostra vita.
In ogni caso credo che debba stare tranquilla.
Buona serata,
Dr. Caldarola.

[#21] dopo  
Utente 391XXX

Dottor Caldarola,salve
per l ennesima volta la ringrazio molto perché è uno dei pochi che mi spiega in maniera tale che posso capire e in più è sempre gentile.
Con il mio dottore ne ho parlato delle mie analisi e anche lui ha pensato che ci fosse stato in passato un errore in laboratorio.mi ha detto che sta tutto bene ma non mi ha spiegato i significati specifici anche perché non abbiamo un bel rapporto essendo ansiosa.

Grazie mille dottore.
Cordialmente

[#22] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Di nulla,
buone cose!!
Dr. Caldarola.