Utente 111XXX
Egregi signori ho 46 anni..sesso maschile...1.70..69 kg.. non fumo e non bevo alcolici..pratico sport tutti i giorni..in 2 anni ho percorso 8000 km in bici..sto' molto attento al cibo..evitando grassi animali..fritture.etc..alcune concessioni alla cioccolata nera..un paio di volte al giorno +-50gr. dopo il caffe ..frutta secca per darmi energia la mattina prima di uscire in bici..a volte un pezzetto di grana..Onestamente credo il mio stile di vita sia corretto..

Alcuni giorni fa ho effettuato delle analisi del sangue per un controllo di routine..ho riscontratoi seguenti valori:
Glicemia 94 mg/dl
colesterolo totale 225 mg/dl**
HDL 52 mg/dl
LDL 158.6 mg/dl
trigliceridi 72 mg/dl

il fattore di rischio dividendo il colesterolo totale con HDL risulta 4.32
piuttosto alto..

Faccio questi controlli almeno 2 volte all'anno e puntualmente riscontro il colesterolo totale che oscilla tra i 240..225..
nonostante il mio condurre quella che credo una vita sana..cibi sani..praticando sport etc..non riesco ad abbatterlo sotto i 200..

Da un paio di anni prendo tutte le sere ecopirin 100 mg consigliatami da un dottore..
L'anno scorso riscontrai 245 mg/dl colest.tot.ed il medico mi prescrisse zacor per qualche tempo...il valore scese sino a 184 m/dl...smisi di prendere zacor..

Debbo rassegnarmi a prendere statine per il resto della mia vita?Come posso aumentare HDL? Come posso mantenere il fattore di rischio entro valori accettabili?


cordiali saluti

a. del mastro

[#1]  
10161

Cancellato nel 2009
Se nonostante uno stile di vita corretto, il colesterolo è “alto”, vuol dire che o il problema risiede da un’altra parte, oppure il valore normale del suo colesterolo è quello che viene indicato dagli esami.Purtroppo le statine hanno degli effetti collaterali veramente spiacevoli, che momentaneamente non si rilevano, ma con l’andare del tempo, si possono verificare, fra i tanti, la rabdomiolisi, distruzione delle cellule muscolari; una interferenza con il Coenzima Q10, una forma di Co-Q10, l’ubichinone, si trova in tutte le membrane cellulari dove ha il compito di mantenere l’integrità cellulare, così importante per la conduzione nervosa e l’integrità muscolare. Il Co-Q10 è anche vitale per la formazione della elastina e del collagene. Uno degli effetti della carenza di Co-Q10 e la perdita del tessuto muscolare che porta a debolezza, grave lombalgia, insufficienza cardiaca (il cuore è un muscolo!), neuropatia e infiammazione dei tendini e legamenti, che è spesso causa di rotture. Disturbi prostatici con frequente bisogno di urinare, di notte. Gli ultimi studi indicano nella chlamydia, un agente eziologico, nella ipercolesterolemia, e nella formazione delle placche ateromasiche, da qui parte tutta la alterazione della arteriosclerosi, ed è qui che si deve rivolgere l’azione terapeutica.Come vede, bisogna sempre andare all’origine del problema, avere a disposizione esami strumentali che ci permettano uno studio accurato della persona, questi mi sono forniti dalla medicina quantica e biologica, che in breve tempo aiutano nel procedimento diagnostico e terapeutico. Saluti alberto369@alice.it

[#2] dopo  
Utente 111XXX

caro Dottor Moschini..la ringrazio per la sua pronta risposta..le confesso che ho letto e riletto il suo testo senza afferrarne a pieno il contenuto.Sarebbe cosi' gentile da spiegarmene il significato con termini meno tecnici?

Cordiali saluti

[#3]  
10161

Cancellato nel 2009
Le servastatine sono tossiche, come ho spiegato, le ha uno stile di vita corretto, quindi il colesterolo è o normale per il suo organismo, o determinato da altre problematiche che vanno cercate.
le consiglio:
Tipizzazione linfocitaria e sottopopolazioni:
CD3, CD4, CD5, CD8, CD19, CD20, CD16/56, CD23, CD25,
· ANTICORPI ANTI-CHLAMYDIA PNEUMONIAE lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-CHLAMYDIA TRACHOMATIS ]gG e lgA
· ANTICORPI ANTI-EPSTEIN BARR (EBNA-IgG, EBNA-IGM, VCA-IGG, VCA-IGM, EA-IGG, EA-IGM)
· ANTICORPI ANTI-HELICOBACTER PYLORI lgG e lgA
saluti




[#4]  
Dr. Gabriele De Masi De Luca

24% attività
0% attualità
0% socialità
TRICASE (LE)
MAGLIE (LE)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
Salve signor Del Mastro,

mi permetto solo di aggiungere, alle informazioni finora qui date, i valori ai quali si ispirano le piu' recenti linee guida in tema di ipercolesterolemia, dati che possono essere utili per indirizzarsi verso una corretta scelta terapeutica.

I valori di colesterolo totale oramai non sono correlati in maniera efficace con la quantificazione del rischio cardiovascolare, cio' che conta sono le determinazioni delle LDL e delle HDL e come lei ha ben evidenziato anche l'indice di rischio cardiovascol.(colest tot /HDL).

Sono stati formulati dei range di riferimento riguardanti i valori normali di LDL e HDL, messi in relazione con le caratteristiche dei pazienti (eta', sesso, fattori di risachio, patol. cardiovascolari...).
Nel suo caso i valori delle LDL dovrebbero essere sotto i 160 mg/dl, le HDL > 45 mg/dl, e l'indice di rischio cardiovasc. < 5.
Alla luce di questi dati e confrontandoli con quelli da lei forniti, si puo' concludere che il suo metabolismo lipidico e' da considerarsi nei limiti della norma.

Bisogna sempre ricordare che accanto agli effetti negativi legati al colesterolo che tutti noi conosciamo, vi sono una molteplicita' di azioni che il colesterolo esercita nel nostro organismo.(il colesterol. e'uno dei principali costituenti delle membrane di ogni cellula, precursore della vitamina D e di numerosi ormoni come ad esempio gli androgeni, estrogeni, steroidi, e dei sali biliari etc.).

Per tenere ancora di piu' sotto controllo il suo metabolismo lipidico le consiglio (oltre a continuare con lo stile di vita che conduce) di cercare di limitare la quota dei carboidrati durante la giornata (la dieta italiana ne prevede il 50% dell'intera quota di macronutrienti; 20% e 30% ai lipidi e proteine) basti pensare che i precursori del colestero sono i glucidi...; consumi pesce azzurro; se assume caffe'(alcuni studi evidenziano una correlazione tra consumo di caffe' e colesterolo elevato) magari lo sostituisca con il the verde (che aiuta a ridurre il coleterolo); cotinui a svolgere attivita' fisica aerobica e se gradito un mezzo bicchiere di buon vino rosso ai pasti (tra i tanti effetti benefici e' stato dimostrato un icremento delle HDL).

Non deve assolutamente prefigersi come traguardo il raggiungoimento di un valore di colesterolo sotto i 200,... vedra' che continuando con questi accorgimenti continuera' a tenere sotto controllo i valori del suo metabolismo lipidico.

Spero di esserle stato d'aiuto

Un saluto

Gabriele De Masi De Luca
Gabriele De Masi De Luca

[#5] dopo  
Utente 111XXX

Gentile dott.De Masi..grazie ..erano le parole che volevo sentire..

saluti

Antonio del Mastro