Utente 102XXX
Buongiorno,
ho 31 anni. Peso 54 kg circa. Mi sento bene. Negli ultimi 4 mesi ho perso circa 3 kg.
A partire dal mese di aprile ho attraversato un periodo di forte stress psico fisico forse conseguente ad un lungo periodo di affaticamento (prima periodo di intensissimo studio e lavoro, poi legato agli orari di lavoro combinati all'attività fisica - palestra tre volte a settimana).
Dal mese di maggio non è più apparso il ciclo mestruale. Sono in amenorrea da 4 mesi. Dalla visita ginecologica non è risultato alcunché a livello organico nell'apparato riproduttore, pertanto il medico ha imputato il blocco mestruale allo stress (dai dosaggi ormonali TSH, LH, FSH prolattina sono risultati nella norma, anomalo invece il P-17 BETA ESTRADIOLO con valori da minore di 10 a 6.6 pg/mL).
Gli esami del sangue prescritti dal ginecologo hanno, tuttavia, evidenziato delle anomalie nell'emocromo. Ho eseguito gli esami nel mese di giugno e da ultimo la settimana scorsa (distanza di due mesi), riscontrando un calo in particolare del valore dei globuli bianchi e delle piastrine. Riporto gli esami effettuati a ott 2017, giugno 2018 e agosto 2018 con evidenza degli scostamenti.
leucociti (ott 2017 - 3.76) (giugno 2018 - 3.2) (agosto 18 - 2.7)
eritrociti (ott 2017 - 4.7) (giugno 2018 - 4.6) (agosto 18 - 4.267)
emoglobina (ott 2017 - 13.5) (giugno 2018 - 134) (agosto 18 - 124)
ematocrito (ott 2017 - 40.8) (giugno 2018 - 0.407) (agosto 0.383)
MCV (ott 2017 - 86.8) (giugno 2018 - 88.5) (agosto 18 - 90)
MCHC (ott 2017 - 33.1) (giugno 2018 - 331 g/L) (agosto 18 - 323)
piastrine (ott 2017 - 166) (giugno 2018 - 141) (agosto 18 - 127)
granulociti neutrofili (ott 2017 - 63.2%; 2.38) (giugno 2018 - 57%; 1.8) (agosto 18 - 55.1%; 1.5)
linfociti (ott 2017 - 22.9%; 0.86) (giugno 2018 - 29.3%; 0.9) (agosto 18 - 28%; 0.8)
monociti (ott 2017 - 9.6%; 0.36) (giugno 2018 - 9.8%; 0.3) (agosto 18 - 10.3%; 0.3)
granulociti eosinofili (ott 2017 - 4.0%; 0.15) (giugno 2018 - 2.3%; 0.1) (agosto 18 - 4.7%; 0.1)
granulociti basofili (ott 2017 - 0.3%; 0.01) (giugno 2018 - 1.5%; 0.0) (agosto 18 - 1.8%; 0.1)
glicemia ott 2017- 81
alt ott 2017- 15
colesterolo totale ott 2017- 156
trigliceridi ott 2017- 37
proteine seriche totali ott 2017- 7.1
ferritina ott 2017- 29
Il medico di base, visti gli esami, mi ha indirizzato verso un ematologo.
Nell'attesa chiedo cortesemente il vostro parere.
A ottobre 2017 avevo eseguito gli esami per verificare l'idoneità alla donazione di sangue e nel mese di aprile 2018 ho eseguito la mia prima donazione (in un periodo in cui probabilmente il mio fisico era sottoposto a parecchio stress). E' possibile che le alterazioni siano conseguenza della donazione? (mi pare strano che i valori continuino a diminuire nonostante il passare dei mesi). Può esserci qualche relazione tra l'amenorrea e leucopenia/piastrinopenia? Le alterazioni sono rilevanti preoccupanti? da cosa possono dipendere? grazie

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Franco

28% attività
16% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
TRAPANI (TP)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2018
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, concordo con il suo curante che debba fare una visita ematologica. Bisogna valutare troppe cose per poter dare una valutazione su questo caso, ad esempio molto banalmente gli esami in che momento sono stati fatti? tutti nello stesso laboratorio? ci sono esami ancora più vecchi? Bisognerebbe conoscere più approfonditamente la storia clinica.
E' utile quindi che uno specialista prenda in considerazione tutte le particolarità del caso per effettuare eventualmente altri esami più approfonditi.
Spero di essere stati di aiuto.
Un saluto
Dr. Giovanni Franco - Ematologo
www.dottorfrancoematologo.it
www.facebook.com/ematologopalermo

[#2] dopo  
Utente 102XXX

Ringrazio per la risposta.

[#3] dopo  
Utente 102XXX

Buongiorno, mi sono sottoposta a visita ematologica. Il medico mi ha prescritto una serie di esami di primo livello al fine di poter escludere patologie di rilievo ematologico. La prossima visita sarà ad ottobre. A suo avviso il calo di leucociti e piastrine è progressivo e potrebbe dipendere da moltissime cause. Mi è sembrato pero rassicurante rispetto alla possibile presenza di patologie importanti. Nell'attesa vorrei sapere se, stanti i valori riportati, è opportuno moderare l'attività fisica o se posso continuare la frequenza della palestra (tre volte a settimana) e la corsa (sporadica). Grazie

[#4] dopo  
Utente 102XXX

Buongiorno,
a breve eseguirò gli esami di primo livello prescrittimi dall'ematologo in vista della prossima visita (che sarà tra qualche settimana).
Nel frattempo la permanenza dello stato di amenorrea e gli esiti di qualche ricerca sull'argomento mi stanno facendo preoccupare.
Il confronto tra gli emocromo degli ultimi anni fa emergere che una riduzione dei globluli bianchi (in particolare linfociti) era presente già nel 2015. Di recente insorgenza invece la riduzione delle piastrine (127), una riduzione dei neutrofili, un lieve abbassamento anche dei globuli rossi (poco sotto il limite inferiore). La scarsa consistenza di tutte e tre le principali componenti del sangue indica uno stato di pancitopenia? potrebbe dipendere da patologie gravi (come tumori, leucemie, patologie midollari)? non ho alcun sintomo, mi sento bene, corro 10 km senza problemi.
La concomitanza con l'amenorrea mi fa temere che il blocco mestruale sia un meccanismo difensivo per far fronte a patologie in atto.
La situazione potrebbe in alternativa dipendere da un periodo di forte stress psico fisico e di sovraallenamento? (negli scorsi mesi ho forse un po' esagerato con lo sport, facendo allenamenti impegnativi in palestra, lunghe sedute di mountain bike ecc).
Vi ringrazio se potrete darmi un parere.