Utente
salve a tutti,sono circa 2 anni e qualcosa che sofro di nausea molto forte e inappetenza.Non ho mai vomitato,ma la nausea mi mette giustamente ko,sia fisicamente(perche nn mangio)sia mentalemente.Ho perso circa 4-5kg.Ho sempre fatto sport e ho sempre eseguito una dieta corretta,ma sembra che nn riesco piu a digerire bene,inoltre in concomitanza di questi disturbi gastrici ho ncominciato a soffrire di disturbi di ansia proprio perche nn riesco piu a seguire un regime e nn m sento piu bene fisicamente come prima.In questi 2 anni ho fatto i seguenti controlli:
-2 esami del sangue completo(l'ultimo 2 settimane fa) tutto bene...tranne l'ultima analisi riporta una carenza di fosforo
-eco addome completo tutto ok
-visita specialistica gastro...mi ha diagnosticato un colon irritabile,ma il medico nn mi ha dato molta fiducia,mi ha dato una cura cn valpinax e tubes colon ma senza buoni risultati...poi nn sono riandato da lui perche mi costava 100 euro a seduta
-analisi celiachia tutto ok
-elicobatter piroli(feci)tt ok
-tiroide sangue tutto ok
-urine tutto ok

sinceramente sono un po disperato,nn so perche' nn ho piu fame come prima e' perche questa nausea nn parte,come mi dovrei muovere?per ora ho riservato un altra visita da un gastro,sincermente mi sto preccupado molto,ho paura per il peggio...un tumore,dato che mi ritrovo con i sintomi e 2 anni di nausea sono insopportabili.grazie per i vostri consigli.

[#1]  
Dr. Roberto Mangiarotti

28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2004
Gentile Utente, nonostante la giovane età consiglierei di sottoporsi a gastroscopia. In caso di assenza di patologie, servirà almeno a tranquillizzarla.
Cordiali saluti
Dott. Roberto Mangiarotti

[#2] dopo  
Utente
ma si,vorrei anche io..solo che ho un po timore,ma se necessaria...cmq il tutto e' molto strano,nn ho mai nausea e colpi di ansia nello stesso momento,se ho uno nn ho l'altro e viceversa...quindi a volte che mi convinco che e' a causa dell'ansia altre che e' colpa di qualcosa altro di organico...cmq si le scelte sono poke...se cn la gastro nn avro' nessun esito negativo allora sara qualcosa d piscosomatico.Volevo solo avere conferme da voi se le possibilita' di qualcosa di grave erano alte...so che nn avete la sfera di cristallo ma volevo solo rassicurarmi.Possono essere i miei sintomi qualcosa di ''grave''?grazei cmq per la vostra dipsonibilita'.

[#3] dopo  
Utente
nessuna risposta????

[#4]  
Dr. Roberto Mangiarotti

28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2004
Non sembra niente di grave ma la gastroscopia potrà essere utile.
Dott. Roberto Mangiarotti

[#5]  
Dr.ssa Flavia Massaro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MARIANO COMENSE (CO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
il fatto che ansia e nausea non compaiono mai contemporaneamente farebbe pensare che si tratti di espressioni differenti di un unico malessere.
Se il suo medico lo ritiene necessario si sottoponga alla gastroscopia, ma se l'esito dovesse essere negativo le consiglio di sentire anche il parere di uno psicologo.
Anche se la nausea di per sè può non essere un sintomo grave il suo protrarsi per ben 2 anni è sicuramente molto fastidioso, oltre che possibile segno di un disagio che finora non è stato forse preso in considerazione per la sua reale natura.

Cordiali saluti,
Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#6] dopo  
Utente
salve,dott.ssa...cosa intende per esperessioni di un unico malessere????io in concomitanza di questo disturbo di nausea ho incominciato a soffrire di ansia...lo psicologo nn l'ho ancora interpellato,ma gia parlai cn un gastro che mi disse che nn avevo niente,ma nnm fece nessun effetto la sua cura sul ''colon irritabile''...la nausea puo essere segno di ansia???o viceversa????

[#7]  
Dr.ssa Flavia Massaro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MARIANO COMENSE (CO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2010
La nausea può essere sintomo di ansia perchè l'ansia si può esprimere sotto molteplici forme e con molti e differenti sintomi, sia psichici sia fisici (psicosomatici).
In particolare la nausea è uno dei sintomi che possono comparire durante gli attacchi di panico, ma non credo sia il suo caso.
Credo più probabile che la persistenza della nausea negli anni sia legata a qualche malessere psicologico che andrebbe indagato da parte di un professionista (ad es.: vive qualche stress? qualche motivo ricorrente di arrabbiatura? qualche insoddisfazione che le pesa molto?)
La sua affermazione che quando prova ansia non prova nausea - e viceversa - mi fa pensare che i due sintomi si alternino perchè esprimono lo stesso disagio (se ad es. lei fosse stressato per il lavoro potrebbe a volte sentirsi in ansia e altre volte soffrire per la nausea, il tutto per quell'unica causa).
Dovrebbe chiedersi se nel periodo in cui sono iniziati sia l'ansia sia la nausea è successo qualcosa di particolare, che potrebbe consistere in qualche evento negativo o in un semplice cambiamento di vita che magari non ha accettato del tutto.
Oppure può essersi trattato un periodo di forte stress che le ha provocato questi sintomi, che sono poi persistiti perchè ha iniziato a manifestare così il suo disagio, conservando questa modalità anche alla cessazione dello stress iniziale.
Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#8]  
Dr.ssa Flavia Massaro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MARIANO COMENSE (CO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2010
Vedo che lei ha chiesto altri consulti riferendo malesseri di vario tipo a parte la nausea, fra i quali insonnia, mal di testa, vertigini, dolori vari.
Penso che il suo sia un caso di somatizzazione del malessere psicologico che si sta esprimendo sotto varie forme, la maggior parte delle quali piuttosto comuni, ma spesso non riconosciute come psicosomatiche.
Se è così (tanto più che lei è uno sportivo e che, se ho capito bene, tutti i controlli medici eseguiti hanno dato esito negativo) solo il ricorso ad uno psicologo può aiutarla a districarsi in questa situazione.
In ogni caso le consiglio di riflettere sui punti che ho evidenziato sopra, almeno per cercare di capire se c'è stata una causa scatenante per il suo disagio e se i sintomi sono alimentati da qualche situazione problematica tutt'ora in essere.
Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#9] dopo  
Utente
grazie per le risposte dottoressa,in effetti prima che avertissi questi disturbi ho sempre avuto una vita tranquilla e divertente senza mai avvertire disturbi sia fisici che di ansia.Andai solo una volta a 18 anni da una psichiatra perche subii una delusione d'amore(la prima),ma feci solo un incontro e mi pass tutto col passar del tempo.Stavolta invece e' iniziato tt circa 2 anni,quado sono ritornato in italia,dopo che ho passato un anno all'estero per studi.Forse il mio sogno era quello di restare la e nn tornare,ma ho dovuto continuare gli studi per forza in italia.Non so se puo essere questa la causa scatenante della mia nausea...vorrei precisare che prima dei disturbi di ansia si sono presentati quelli di nausea...e forse il fatto di vedermi deperire davanti a uno specchio mi ha messo ansia,perche non m piaccio piu e la mia autostima che prima era mille,ed e' molto importante per me adesso invece e' molto bassa,e mi trovo insicuro in molte situazioni.Io mi considero un edonista,mi preparo pure per andare a fare la spesa...forse per insicurezza o forse per piacere...nn so,ma nn penso sia un difetto cmq.Per il resto,la mia vita e' normale...forse molti rimpianti per lo studio,dato che sono molto in ritardo ed ho paura di nn finire in tempo,ho cambiato 3 universita' e sicuramente lo studio nn e' una cosa che mi piace molto...ma ormai sono quasi alla fine e quindi continuo per questa via....da qui posso giustuficare il ritorno in italia cn molto dipsiacere.Ma adesso purtroppo sembra che ho perso le motivazione che aveveo prima di partire...ho molte confusioni nella mia testa,sopratutto su quello che voglio diventare....ma nn so se questo piu dipendere da un malessere fisico...da una parte spero di si,cosi una volta che avr' risolto questi ''problemi''(ce gente che sta peggio) avro' risolto anche la mia stancante nausea...

[#10] dopo  
Utente
vorrei precisare delle cose...avverto sempre dei brividi di freddo insieme alla nausea,e poi ho la fissazione del peso..devo mettere assolutamente kili(ne ho persi 5 e si vedon tt)e mi peso sulla bilancia 2-3 volte al giorno.Ogni volta che incontro qualcuno che nn m vede da tempo mi dice sempre la stessa cosa ''sei dimagrito,tt bn?''....questa frase mi mette ko ogni volta perche rispecchia la verita'...prima ero grosso e sano ...adesso nn piu,la palestra e' stato sempre un mio punto d forza,ma sto perdendo gli stimoli anche in quello,perche nn riesco piu a mangiare cm prima,perhe la nausea nn me lo permette.

[#11]  
Dr.ssa Flavia Massaro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MARIANO COMENSE (CO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2010
Lei sta riversando la sua insoddisfazione sul fisico, con le preoccupazioni per peso/aspetto e lo sviluppo di molteplici sintomi psicosomatici.
Evidentemente la scelta obbligata di tornare in Italia le ha fatto perdere parecchi stimoli, dall'appetito all'entusiasmo per il futuro, e si tratta proprio di una situazione che non riesce a "mandare giù" (da qui la nausea: molto spesso infatti i sintomi psicosomatici rispecchiano fedelmente emozioni e pensieri del soggetto).
Penso che cercare un sostegno psicologico per uscire dallo stallo le sarebbe utile anche per distogliere l'attenzione dal suo corpo e lavorare quindi sulle reali cause del suo disagio, in modo tale da affrontare la situazione in una maniera differente e più positiva.
Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#12] dopo  
Utente
capisco,pero' sinceramente prendersi sura del corpo(cm ho sempre fatto)la vedo una cosa positiva....la mia mancanza d stimoli viene da un fastidio della nausea,senza questa penso che farei le cose cn mooolto piu piacere.Capisco il fattore psicosomatico che incide molto pero....fino ad un certo punto.Io penso che l'aspetto (di qualsiasi cosa)incida moto sulle relazioni sociali.Immagini se il suo studio privato sarebbe puzzolente e disordinato all'arrivo di un paziente,penso che anche dopo aver dato una ottima prestazione il cliente nn c ritornera piu'..questo piccolo esempio lo posso fare nella mia situazione,sono stato sempre un ragazzo piacente allo specchio e alle ''altre''...adesso forse nn m riconosco e nn mi riconoscono piu in quello che ero...solo se nn avessi piu nausea sarebbe molto meglio...grazie la vostra risposta.

[#13]  
Dr.ssa Flavia Massaro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MARIANO COMENSE (CO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2010
La cura del corpo è importante, ma quando le preoccupazioni diventano ossessive (continue, tali da sottrarre tempo ed energie ad altri pensieri/attività, e fonte di ulteriore angoscia) nascondono spesso dell'altro.
Penso che il suo concentrarsi sul corpo faccia sì che, invece di sviluppare un altro tipo di disagio (come sintomi depressivi o ansiosi di entità maggiore rispetto a quelli che sperimenta occasionalmente) lei sviluppi disturbi fisici dei quali non si rintraccia infatti una causa medica.
In poche parole: lei reagisce con malesseri fisici invece di sviluppare sintomi psicologici a fronte di una situazione di vita che la contraria e non la soddisfa.
La nausea è comparsa infatti in corrispondenza di un cambiamento che non avrebbe voluto compiere, e se non affronterà questa insoddisfazione penso che difficilmente scomparirà.
Sicuramente la nausea ha provocato inappetenza e dimagrimento, che le porta ulteriore insoddisfazione (per l'aspetto fisico), ma l'andamento cronologico della sua storia indica che la causa prima di tutta questa situazione è il ritorno in Italia e l'abbandono dei progetti che aveva per un eventuale futuro nel Paese in cui ha trascorso l'anno di studi.
So che a volte si preferirebbe trovare una causa fisica al malessere, ma quando questa causa è cercata e non trovata è necessario percorrere altre strade per venire a capo del problema.
Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#14] dopo  
Utente
capisco...e quindi nn riesco a capire cm funziona.Se dopo varie sedute di psicoterapia capisco che il mio problema x,allora la nausea scomparira??Io ho pensato di fare cosi...il 10 di questo mese ho un appuntamento col gastroenterologo,se mi riconferma la stessa diagnosi allora procedo con la psicoterapia.Potrebbero questi essere segni di depressione???attacchi di ansia ce li h,ma depressione...nn so,spero di no :) anche perche cmq sono sorridente...nn lo sono quando ho la nausea appunto,sopratutto quella che parte dalla mattina :O...
grz ancora!

[#15]  
Dr.ssa Flavia Massaro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MARIANO COMENSE (CO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2010
Inizi a sentire il gastroenterologo, e se non riscontrerà di nuovo nessuna causa fisica si rivolga ad uno psicologo, al quale potrà chiedere chiarimenti sul percorso che le proporrà e una valutazione diagnostica del suo stato attuale.
Quando il malessere psicologico si manifesta tramite sintomi fisici è necessario riconoscerne la reale natura, per poi lavorare sulle cause del problema e risolverlo.
Percorrendo questa strada potrà superare i vari malesseri fisici che ci ha riferito, perchè la loro causa pare proprio essere la sua insoddisfazione e difficoltà ad accettare la situazione: trovando una maniera diversa di affrontare quello che le crea difficoltà potrà liberarsi dai sintomi di disagio che sta sopportando ormai da parecchio tempo.

I miei migliori auguri,
Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#16] dopo  
Utente
salve dott.ssa....stavo pensando...leggendo qualche articolo su internet...potrebbero essere i miei sintomi segno di una fibromialgia????Dato che cmq sento una debolezza generale,nausea,anche sotto sforzo,giramenti d testa etc...e tt quei sintomi riferibili a questa patologia.Se si...quale medico potrebbe meglio diagnosticarla e con quali accertamenti???grazie ancora