x

x

Reflusso o cuore?

Gentili Dottori,
sono una ragazza di 21 anni e sono molto preoccupata. Da più di un mese che ho forti dolori all'addome e tachicardia soprattutto di notte. Così ho fatto visita cardiologica con ecografia e ECG che non hanno dimostrato nulla. Ultimamente però mi sono accorta che tali problemi cominciavano ad insorgere soprattutto di notte o dopo aver pranzato, dolori che si accompagnavano ad un senso di forte fastidio lungo tutto l'esofago. Così il mio medico supponendo un esofagite mi ha prescritto PANTECTA 40. Inizialmente Il problema sembrava essersi risolto, non avevo più nulla..purtroppo però da alcuni giorni il problema si è ripresentato ed anche in modo peggiore.Il dolore al torace è aumentato, mi sento come se qualcuno mi avesse camminato sopra, come se avessi tutto chiuso, mi sento di non riuscire a respirare e ho un nodo alla gola.Sono tornata dal medico che mi ha risposto:saranno dolori intercostali si tranquillizzi!Ora vorrei chiedere dopo tutto questo:qual è seriamente il mio problema?chi riesce a farmi una vera diagnosi e a darmi delle indicazioni?preciso che il dolore al torace, al tratto esofago e la sensazione di non riuscire a respirare non c'è sempre ma spesso e molto intensa..
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68,9k 2,2k 88
Ha mai fatto una gastroscopia ? Potrebbe essere utile se i sintomi persitono.
L'altra possibilità e che si tratti di una sindrome di Tietze (infiammazione costosternale) da valutare con visita ortopedica.

L'altra possibilità e che sia solo .... ansia.


Un cordiale saluto

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore,
la ringrazio del suo aiuto. In merito alla possibilità che sia ANSIA credo proprio di no, sono una studentessa di Psicologia e nella maggior parte dei casi penso di riescire bene ormai a capire quando mi senta ansiosa o quando invece abbia altro genere di problemi. Per quanto riguarda invece la gastroscopia volevo chiedere:è dolorosa?è possibile che problemi riguardo l'esofago, lo stomaco possano essere conseguenza di pratiche sessuali?Mi scusi la domanda e l'imbarazzo ma ora che ci penso dopo quattro anni che sto con il mio ragazzo abbiamo iniziato da un paio di mesi il sesso orale se così si chiama anche se senza che mai il mio ragazzo arrivi all'eiaculazione. Può essere successo qualcosa a causa di ciò?se si ci sono conseguenze anche gravi?Grazie
[#3]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68,9k 2,2k 88
Mi sembra che in un precedente consulto il collega Benci abbia chiarito il rapporto fra sesso orale e malattie.


Saluti

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio