Utente
Buonasera, sono una ragazza di 23 anni e dall'età di 16 soffro di reflusso gastroesofageo (diagnosticato con una gastroscopia che parlava di cardias beante, risalente ad ormai 6 anni fa).Il problema è che non ho solo sintomi tipici, ma anche una difficoltà a deglutire e un accumulo di muco nell'ipofarnge( rilevato ultimamente dall'otorino tramite fibroscopia). Il mio problema alla gola/deglutizione, è quasi assente di mattina, il momento in cui riesco a deglutire meglio, peggiora durante la giornata per raggiungere il picco di sera. Avvero uno stimolo continuo a deglutire, con sensazione di non riuscire a cominciare l'atto, e questo accade anche durante i pasti(se ho proprio fame mangio bene ma già dopo qualche boccone mi sento piena e ho la sensazione di non riuscire a iniziare a deglutire, come quando deglutisco a vuoto).posso aggiungere che con i liquidi è peggio, e che mi è capitato due volte che l'acqua mi andasse di traverso. Inoltre, e questa è davvero la cosa più fastidiosa, dopo mangiato avverto dei residui in gola, e la sensazione di avere qualcosa seppur piccolo(perchè mastico molto bene prima di inghiottire) bloccato in esofago e lo sento quando deglutisco( e deglutisco quasi continuamente a vuoto per controllare che se ne sia andato o comunque per farlo passare),e poi sento anche dei rumori all'esofago, come se si muovesse(una sensazione simile a quella che si ha quando si hanno i crampi allo stomaco per la fame, però all'esofago) dopo qualche ora dopo mangiato la situazione migliora sempre. Attualmente assumo lansox da 30 e motilex prima di pranzo e prima di cena(anche se ultimamente preferisco non cenare per non avere quella sensazione che ho sempre dopo mangiato).Quello che vorrei capire è se davvero il reflusso può causarmi tutto questo fastidio, se rischio di non riuscire a deglutire davvero e soffocare, o che qualcosa mi resti davvero nell'esofago.I benefici molto limitati dell'attuale terapia possono essere imputati al fatto che fumo( e fumo da quando mi sono cominciati questi problemi)? Cos'altro posso fare per stare meglio? Se io facessi una terapia seria e continuativa, con dieta e smettessi di fumare, nonostante questo reflusso sia ormai cronico, potrei averne beneficio per questo mio disturbo alla deglutizione, alla gola all'esofago o qualunque cosa sia, oppure non centra nulla col reflusso? Grazie dell'attenzione, buona sera

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore, ho letto gli articoli, in particolare non avevo mai sentito parlare di quest'esame. é innocuo o presenta dei rischi(sembra una cosa semplice)?L'unica mia paura è che io sono così sensibile che temo di poterlo sentire come un corpo estraneo, e di spaventarmi che interferisca con la mia respirazione ecc. Ma lo fanno in tutti gli ospedali o solo in centri specializzati?
Ma in pratica questo esame serve per verificare se ho il reflusso o per verificare che tipo di reflusso è?
Servirebbe per capire quale è la migliore terapia? Ma perchè, quali terapie esistono oltre i procinetici e gli ipp?
Ma lei pensa che i miei sintomi possano essere spiegati dal reflusso o anche da qualcos'altro?
Mi è capitato di leggere che i soggetti che non rispondono al trattamento con ipp per il reflusso sono quasi tutti dei fumatori,è per questo che ho pensato di smettere di fumare, lei crede che starei meglio( certamente ci guadagnerei comunque in salute, ma vorrei sapere con specifico rifermento ai miei sintomi)?
Mi scusi per la valanga di domande ma ho sempre sottovalutato questo problema, pensando di avere chissà quale malattia che mi impedisse di deglutire e invece la soluzione può essere qui se non ho capito male, giusto?

[#3] dopo  
Utente
Per i paziento con "pirosi funzionale" che descrive nel suo articolo, non ho quale potrebbe essere la terapia indicata. Ho letto della maggiore incidenza di ansia e depressione in tale categoria di pazienti. Io soffro molto di ansia, per questo credo di rientrare forse in questa categoria.E devo dire che, nonostante normalmente gli antidepressivi possano peggiorare il reflusso, io quando ero in cura stavo un pò meglio per quanto riguarda i sintomi alla gola,pur non avendo mai risolto del tutto,ora per l'ansia non prendo nulla da sei mesi e con il lansox e il motilex non risolvo neanche quel poco che avevo risolto!

[#4]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Serve l'esame che le ho indicato. Poi si può cercare la terapia specifica.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#5] dopo  
Utente
Gentile dottore, sono in attesa di svolgere l'esame che mi ha consigliato. Nel frattempo volevo chiederle se può essere causata dal reflusso una cosa che a volte mi capita: di notte a volte mi va la saliva "di traverso"(o può essere anche un rigurgito) e mi sveglio perchè non riesco a respirare, in particolare non ho per nulla tosse, ma è peggio perchè ho una specie di broncocostrizione, come quando si ha l'asma, inspiro a fatica per una decina di secondi, e poi mi passa senza tosse nè niente. A volte questi episodi mi capitano anche a seguito di un rigurgito durante il giorno, e due volte mi è capitato mentre bevevo l'acqua, è normale che in questi casi non tossisco?Potrebbe essere tuto ciò causato dal reflusso o devo cercare altre cause? Grazie dell'attenzione.
Cordiali saluti

[#6]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Si. Si può trattare di reflusso.

Saluti.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#7] dopo  
Utente
Ma considerata la mia eta' 23 anni e il fatto che ho effettuato 7 visite neurologiche per paura che la disfagia fosse di origine neurologica e tutte hanno avuto.esito negativo, ora posso starr tranquilla che la causa di tutto e' il reflusso e quindi farci meno caso e mangiare senza paura di soffocare perche' tanto non puo' succedermi nulla, giusto? Oppure devo continuare a pensare che devo scoprire le cause? Insomma posso stare finalmente tranquilla? Grazie!!

[#8]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentilissima,

si può stare tranquilli solo dopo aver fatto una corretta diagnosi e nei consulti precedenti le ho indicato le modalità.

Aggiungo un recente articolo del dott. Scuotto.


https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/1006-manifestazioni-atipiche-della-malattia-da-reflusso-esofageo-mrge.html



Saluti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it