Utente
Salve,riferisco la situazione di mio padre,59 anni,fumatore,già in passato ha sofferto di ulcera,causata da Helycobater Pylori,che 4-5 anni fà è stato eliminato attraverso la cura antibiotica.
Oggi mio padre ha effettuato la gastroscopia e ha avuto il seguente risultato:
Note: Storia di gastrite antrale
Dati relativi all'esame: Esofago regolare per calibro,distensibilità e superficie mucosa.Cardias competente a 38 dall'A.D.S. Lago mucoso gastrico chiaro.
Pareti gastriche ben distensibili con pliche regolari.
Ulcera angolare attiva,ricoperta di fibrina,circondata da mucosa iperemica con tratti di aspetto metaplasico:biopsie per esame istologico.
Piloro in sede,elastico.
Normale la mucosa del bulbo e della seconda porzione duodenale.
Regolare la regione sottocardiale esplorata in retroversione.
CONCLUSIONI: Ulcera gastrica angolare. Gastropatia cronica antrale.Riserva per metaplasia intestinale.
Consigli: Lucen 40 mg:1 cp al mattino; Peridon 20: 1 cp prima di pranzo e cena.

Siccome non siamo esperti in materia,vorremmo gentilmente sapere se la presenza di questa ulcera è grave e se dobbiamo pensare a qualcosa di più serio,perchè ho letto che la presenza di un ulcera deve essere sempre analizzata attraverso la biopsia,per escludere la presenza di un tumore.
I risultati della biopsia li avremo la settimana prossima,e so che mi direte di aspettare tali risultati,però siamo molto agitati,e vorremmo sapere se comunque il risultato della gastroscopia (cosi come da me riportato sopra) possa già escludere la presenza di un qualcosa di più grave. Ad esempio, forse la presenza di "pareti gastriche con pliche regolari" potrebbe già escludere una formazione anomala?
Siamo molto preoccupati perchè già il fratello di mio padre ha sofferto di cancro allo stomaco (dal quale si è miracolosamente salvato) ed il padre di mio padre è morto per tumore (anche se al rene).
Attendo una vostra risposta spero "confortante" nell'attesa del risultato della biopsia.
Grazie.
Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica

Purtroppo non è possibile esprimersi senza l'esame istologico. L'ulcera gastrica ad una certa età deve essere sempre considerata con particolare attenzione e solo il risultato dei prelievi ci potrà dare la certezza sulla natura. Ad ogni modo non si parla di un'ulcera "chiaramente" maligna e questo può lasciar ben sperare. Ma sottolineo, bisogna attendere il risultato istologico.

Un cordiale saluto e ci aggiorni sul risultato.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottore,La ringrazio per la sua risposta,Lei è sempre gentile e disponibile e non è da tutti!per cui già per avermi risposto,Le dico Grazie!
Comunque,a quanto pare,per il risultato istologico dovremo attendere 15 giorni,quindi questa attesa è abbastanza pesante...
Volevo chiederle se,nel caso si fosse trattato di un carcinoma o di una forma maligna,questo sarebbe già risultato dalla gastroscopia?Mio padre non accusa alcun sintomo,di nessun tipo e si è sottoposto a gastroscopia solo per controllo.
Le riporto il risultato della gastroscopia e della biopsia che mio padre effettuò 2 anni fa,precisamente il 23/11/2009.
EGDS:Esofago regolare per calibro,distensibilità e superficie mucosa.Cardias competente a 38 cm dall'A.D.S.Lago mucoso gastrico chiaro. Pareti gastriche ben distensibili.Iperemia intensa con aree di aspetto flogistico cronico-metaplasico sono presenti in antro:biopsie per esame istologico. Piloro rotondo ed elastico. Normale la mucosa del bulbo e della seconda porzione duodenale.Regolare la regione sottocardiale esplorata in retroversione. Diagnosi:Gastrite cronica antrale con segni di ripresa flogistica.
BIOPSIA: Frammenti (5) endobioptici di mucosa gastrica antrale con note di flogosi moderata e segni di metaplasia intestinale incompleta.
Per questa diagnosi (simile a quella attuale,se non fosse che ora c'è la presenza di ulcera),il gastroenterologo consigliò una terapia a base di Peptazol 40 mg 1 cp al mattino.
Mio padre seguì la terapia per un periodo iniziale e poi la sospese,senza rivolgersi più al dottore e continuando comunque a fumare.
Oggi,dopo due anni,è presente un'ulcera gastrica,per la quale ci stiamo preoccupando.
Ora le chiedo:è possibile che in due anni dall'ultima biopsia si sia formata un ulcera maligna o comunque una formazione cancerosa?può accadere in cosi poco tempo?
so che dovremo attendere il risultato della nuova biopsia,ma nell'attesa speriamo di essere tranquillizzati o meno.
La ringrazio ancora per la sua disponibilità,grazie di cuore.
Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
>> Volevo chiederle se,nel caso si fosse trattato di un carcinoma o di una forma maligna,questo sarebbe già risultato dalla gastroscopia? <<

L'aspetto endoscopico di una lesione ulcerosa gastrica (dedotto, appunto, dalle caratteristiche macroscopiche) può essere chiaramente maligna, dubbio o con aspetti di lesione ulcerativa di tipo acuto (ulcere da antiinfiammatori). Credo che nel caso di suo padre possa trattarsi di una lesione "dubbia" ed è impossibile poter dire di più. In questi casi solo l'esame istologico è dirimente. Comprendo l'angoscia di dover attendere ancora altri 15 giorni. Ma in nessun modo è possibile avere la certessa sulla benignità o malignità di una lesione. Ovviamente, ci sono anche lesioni con diverso grado di malignità: da lesioni superficiali a lesioni avanzate. Nel caso di suo padre. con gastroscopia negativa nel 2009, si può sperare (in caso di esito negativo) di trovarsi di fronte ad una lesione di tipo superficiale.

Un cordiale saluto

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
la ringrazio ancora,volevo informarla che il giorno seguente mio padre si è recato dal suo gastroenterologo, il quale lo ha tranquillizzato che comunque si tratta di una piccola ulcera,e che può stare tranquillo.
Dovrà seguire la terapia per eliminare l'ulcera a base di: Lucen 40 mg:1 cp al mattino; Peridon 20: 1 cp prima di pranzo e cena;
Volevo chiederle,visto che si tratta di una "piccola" ulcera, è già possibile escludere qualcosa di più grave,anche se la certezza l'avremo solo con la biopsia?
Inoltre,ritiene che la terapia che gli è stata consigliata,vada bene?
La ringrazio ancora per la sua disponibilità.
Cordiali saluti.

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
La tranquillità si può avere solo con la biopsia e la terapia è corretta. Anche in caso di negatività dell'esame istologico è necessario un successivo controllo endoscopico al fine di accertarsi della completa guarigione della lesione.


Cordiali saluti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Gentilissimo dottore,
finalmente questa mattina abbiamo avuto i risultati della biopsia sulla gastroscopia effettuata da mio padre.
Le riporto la diagnosi riscontrata: "Gastrite cronica,atrofica di grado lieve, lievemente attiva a ricca componente eosinofila, con diffusa metaplasia intestinale completa, sede di displasia lieve".
Si tratta di un'ulcera benigna,giusto?bisogna preoccuparsi per questa displasia riscontrata?potrebbe degenerare in qualcos'altro?
Il dottore gli ha consigliato di seguire la cura a base di lucen 40 mg (1 cp) e peridon 20 (2 cp al giorno) e di ripetere la gastroscopia tra 3 mesi.
Mio padre sta già seguendo la cura,vorremmo sapere gli alimenti che dovrebbe evitare,ed il vizio del fumo non riesce ad eliminarlo totalmente (è passato da 20 a 10 sigarette al giorno).
La ringrazio ancora per la sua estrema gentilezza.
Cordiali saluti.

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
L'istologia parla di un'ulcera benigna. Corretti la terapia e il controllo.
Per l'alimentazione le allego un lavoro sulle malattia acido correlate dove troverà utili suggerimenti:


https://www.medicitalia.it/minforma/scienza-dell-alimentazione/787-il-reflusso-gastro-esofageo-a-tavola.html


Cordialmente


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it