Utente 178XXX
Gent.mi Dottori,
vi spiego il mio problema. E' da una settimana circa che avverto un dolore all'esofago, più precisamente nella zona prossima all'intestino. Non ho dolori nella deglutizione, e si presenta sempre nella mezza mattinata e dopo il pranzo. Cercherò di spiegarvi meglio il tipo di fastidio, in pratica ho come la sensazione di non aver digerito, o meglio ancora la fastidiosa sensazione di fame, la qual cosa nella mezza mattinata è abbastanza probaile, in quanto non faccio colazione e prendo solo un caffè, ma al dolore e al fastidio che si presenta una mezz' ora circa dopo il pranzo non riesco a dare una spiegazione. All'inizio pensavo che il tutto fosse riconducibile ad una cena abbastanza pesante fatta il giorno prima di avvertire il dolore, ma dato che si stà protraendo, anche se in misura nettamente minore, mi preoccupa, inoltre avverto un dolore retrocostale alla stessa altezza del dolore all'esofago simile ad un colpo di freddo. Avverto dolore anche nell'inspirazione. Sono una fumatrice, non sò se può dipendere anche da questo.
Spero in un vostro aiuto.
Grazie.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Il dolore che riferisce potrebbe essere collegato ad un reflusso gastroesofageo. In questo caso, e considerata la sua età, non è indicata in pima battuta una gastroscopia, ma è utile un trattamento con antisecretivi che dovranno essere prescritti dal suo medico. Ovviamente il fumo non l'aiuta in quanto favorisce il reflusso.

Utile anche il controllo dell'alimentazione come indicato nell'articolo al link:

https://www.medicitalia.it/minforma/scienza-dell-alimentazione/787-il-reflusso-gastro-esofageo-a-tavola.html


Un cordiale saluto

Dr Felice Cosentino - Casa di Cura La Madonnina - Milano
Gastroenterologia, Colonscopia robotica, Colon wash
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 178XXX

Infatti dottore temevo proprio la gastroscopia, in quanto ho avuto problemi di meteorismo che fortunatamente ho curato con l'alimentazione.
Grazie mille per la celerità e gentilezza.
Saluti.

[#3]  
Dr. Giovanni Greco

20% attività
0% attualità
12% socialità
BRINDISI (BR)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2009
Confermo che il disturbo che lei accusa e' legato a reflusso gastoesofageo con esofagite.Ritengo necessaria una gastroscopia, con biopsie esofagee e gastriche, per un migliore definizione fisiopatologica.Aggiungerei anche una biopsia del secondo duodeno per eventuale celiachia , molto diffusa che se presente potrebbe limitare l'efficacia della terapia per il reflusso con peggioramento di disturbi sul colon come meteorismo e dolori addominali.
Saluti
Dr. giovanni greco

[#4] dopo  
Utente 178XXX

Un'eventuale celiachia mi era stata già riscontrata da un vostro collega di medicitalia e poi confermata dal mio medico relativamente al problema di meteroismo, per cui prima di fare i dovuti accertamenti mi è stato consigliato di evitare tutti gli alimenti che potessero provocarmi fastidio e che contenessero nichel, in quanto ne sono allergica, e di evitare di masticare chewing-gum. E devo dire che seguendo questi consigli i problemi sono nettamente diminuiti, senonchè scomparsi salvo nel periodo premestruale. Ora stò procedendo con la cura a base di antisecretivi, e spero di risolvere, e soprattutto spero che non si tratti di celiachia.
Grazie mille.

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
E' difficile dire se è celiaca (ma ho qualche dubbio) se non ha fatto la ricerca degli anticorpi specifici ed una gastroscopia con biopsia.

Per il disturbo esofageo continui pure con gli antisecretivi ed attenta .... al fumo!


Saluti





Dr Felice Cosentino - Casa di Cura La Madonnina - Milano
Gastroenterologia, Colonscopia robotica, Colon wash
www.endoscopiadigestiva.it