Utente cancellato
Salve, ho 42 anni. Sono stato sempre in sovrappeso, fin da piccolo, poi per quattro anni ho fatto sport e sono dimagrito moltissimo. Nel giro di un anno però ho ripreso molti dei chili persi (perchè ho smesso di fare sport ed ho mangiato moltissimo). Sia quanto ero magro, sia adesso ho sempre avvertito nella pancia dei gorgoglli che sembrano arrivare alla gola. E' stata riscontrata una colicisti pigra e, sempre dall'ecografia è risutata molta aria nella pancia. Più volte ho fatto l'ecografia e più volte mi è stato detto questo. Inoltre avverto una specie di aria o di liquido non saprei dire, che risale alla gola e produce una specie di saliva alla gola stessa (saliva densa direi). Avverto anche un piccolo fastidio sotto la costolo a destra. Mi capita specialmente a letto ed in auto. Ho fatto una cura con "pantorc" e non ho avuto più questo problema, anche se i gorgoglii sono rimasti. Il tutto è accaduto in quell'anno in cui ho ripreso i kg persi. Non avverto un reflusso acido, però anche quando bevo, spesso ho la sensazione che l'acqua risalga. Dopo pranzo non mi accade mai, anche se mangio molto. Purtroppo mi piace bere il vino e ne ho bevuto molto. Ora mi sono tranquillizzato...Chiedevo se devo riprendere i farmaci (mi è stato consigliato l'omeopranzolo) o puntare tutto su una dieta , visto i miei sintomi. Grazie

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo, credo sia utile consultare un gastroenterologo per definire meglio la sintomatologia ed impostare l'iter diagnostico e terapeutico. I sintomi possono essere compatibili con un reflusso gastroesofageo e con del meteorismo. Il medico specialista deciderà se procedere con un ciclo di terapia o se eseguire un accertamento endoscopico.

Cordiali saluti

Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
lei descrive sintomi ascrivibili alla Malattia da Reflusso gastroesofageo anche se questa risponde parzialmente al perchè dei borborigmi (=> "ho sempre avvertito nella pancia dei gorgoglii") che riguardano più solitamente il distretto entero-colico.
Come già consigliatole affronti la problematica con un bravo gastroenterologo.

Cordialità.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#3] dopo  
240841

dal 2015
Come dicevo, dall'ecografia è emerso più volte una scarsa motilità (spero che si dica così), quindi molta area nella pancia ed una colicisti pigra. A dire il vero ho sempre sofferto di quei rumori, infatti ho la sensazione che quando immagazzino aria (ispirando anche profondamente), all'interno avverto questi rumori all'interno dello stomaco o che si muovono su per la gola.
La cosa strana è che anche se faccio un pranzo abbondante, i primi problemini (senso di pienezza e gorgoglii) li avverto dopo molte ore, mentre il reflusso lo avverto di sera specialmente, ma a volte anche la mattina in auto o quando mi abbasso per allacciare le scarpe.

La colicisti quindi potrebbe entrarci?

Siete gentilissimi.
Grazie


[#4]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Ripeto quello che le ho detto, oltre ai sintomi da reflusso approfondisca con un gastroenterologo i motivi della sua dispepsia che, a prima vista, appaiono di tipo funzionale.
Saluti.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#5] dopo  
240841

dal 2015
Grazie. Leggendo la sua risposta mi sono reso conto che ho sempre sofferto di borborigmi ed mi è stata sempre diagnosticata, facendo varie ecografie a causa di un valore di Gamma GT alto, una limitata mobilità dell'intestino.

Cordiali Saluti

[#6] dopo  
240841

dal 2015
Sono stato dal medico. E' accaduta una cosa stranissima.
Mi è stato prescritto pantorc 20 e l'ho preso un'ora prima dei pasti. Già da primo giorno non ho sofferto più di nulla. Noto solo ancora la presenza di borborigmi, però non ho ancora preso le pillole di domperidone, anch'esse prescritte dal medico.

E' così strano che sia bastata una pillola per non soffrire più la notte. Mah!

Potreste aiutarmi a comprendere il come mai di un effetto così immediato, almeno sul reflusso?

[#7]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Nel suo primo post lei dice:

<<Ho fatto una cura con "pantorc" e non ho avuto più questo problema, anche se i gorgoglii sono rimasti. Il tutto è accaduto in quell'anno in cui ho ripreso i kg persi. Non avverto un reflusso acido, però anche quando bevo, spesso ho la sensazione che l'acqua risalga.>>

Ciò significa che il suo medico, probabilmente ha considerato i precedenti benefici riconfermando lo stesso farmaco.

Il domperidone, magari associato a del simeticone, dovrebbe aiutarla a sedare i borborigmi.

Saluti.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8] dopo  
240841

dal 2015
Grazie Dottore.
Mi sono meravigliato come fosse bastata una sola pillola.

Domanine parlerò con il medico per vedere se possiamo associare anche il simeticone. Come dicevo da molte ecografie è sempre risultato una bassa motilità intestinale (se non sbaglio l'ecografo mi disse che si trattava di colicisti pigra).

Spero che il fatto che sia bastata una sola pillola, indichi che non ci sia nessuna brutta malattia....purtroppo sono anche abbastanza ansioso e penso sempre al peggio.

Saluti

[#9]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Stia sereno e non pensi alle brutte malattie.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#10] dopo  
240841

dal 2015
Grazie.




[#11] dopo  
240841

dal 2015
Salve
perdonatemi per il disturbo ma ho bisogno ancora di un consiglio.
Dopo questo non disturberò più.
Ieri sera

[#12] dopo  
240841

dal 2015
...Dicevo ieri sera un pò per "fame" un pò per fare un test, feci una cena non molto leggera (includeva anche un paio di bicchieri di vino). Cenai alle 9.30 e andai a letto alle 11.00.

(Ricordo che io sono in sovrappeso e da 4 giorni mi curo solo con il pantorc 20)

Comunque, verso l'una di notte mi svegliai. Come se non riuscissi ad "ingoiare" l'aria. Non avevo reflusso, però mi alzai dal letto. La pancia e lo stomaco erano molto gonfi. Io avevo la sensazione che non riuscissi ad ingoiare l'aria, provai a bere un pò d'acqua e riuscivo a farlo senza problemi. Camminai per casa e provavo sollievo solo quando avvertivo quei gorgoglii che salivano su per la trachea. Avevo la sensazione come se fosse tutto così gonfio che non riuscivo ad avere la giusta distensione addominale per ingoiare aria (dico ingoiare area perchè non avvertivo mancanza di respiro).

Dopo una ventina di minuti, mi calmai e tornai a letto. Mi misi a pancia in giù e provavo molto sollievo quando avevo i cosidetti gorgoglii su per la trachea. Questi gorgoglii li avevo quando stando a pancia in su giravo la testa a sinistra. (Ma credo che sia un caso).

Cosa faccio? Continua la cura in modo completo , prendendo anche il domperidone o necessito di approfondimenti?

Sinceramente io stò pensando anche ad un fatto ansioso. Quel risveglio così improvviso e poi il fatto di essermi calmato camminando per una ventina di minuti in casa, mi fa sospettare anche questo.

Grazie di cuore.

[#13]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Le rispondo semplicemente ricordandole quanto le ho già scritto:
"Il domperidone, magari associato a del simeticone, dovrebbe aiutarla a sedare i borborigmi."

Sicuramente il sovrappeso ha il suo ruolo nell' "appesantirle" i disturbi digestivi.

Saluti.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#14] dopo  
240841

dal 2015
Salve,
Le volevo comuicare che ormai è un mese che prendo il pantorc e non ho più problemi di reflusso.

Per verificare un pò di ipertensione, ho fatto una visita cardilogica compreso l'elettrocardiagramma e non si evidenzia nulla, tranne il secondo tono raddoppiato (del quale il cardiologo pur scrivendolo nella diagnosi non mi ha detto nulla).
Ho fatto anche l'ecocuore dal quale non è emerso nulla.
Scrivo in questa sezione poichè leggendo l'ecocuore trovo scritto nella sezione "mitrale" rigurgito minimo e nella sezione "aorta" rigurgito assente.

Ma si tratta dello stesso rigurgito riferito allo stomaco o è tutt'altro?

Grazie

[#15]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
È tutt'altro, e comunque, stando a quanto ha scritto, riguarda "rigurgiti" di minima entità di flusso ematico intracardiaco.

Lo specialista competente per questi problemi è ovviamente il cardiologo.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#16] dopo  
240841

dal 2015
Grazie Dottore. Molto gentile.
Il cardiologo mi segue per comprendere questa ipertensione. Anche se io visto quello che sta accadendo, e visto che dall'elettrocardiogramma non è uscito nullo, lo stesso dall'ecocardiogramma, inizio ad avere il dubbio che queste mie preoccupazioni sono la causa di tutti i miei mali.
Maledetta ansia, anzi paura di morire.

Grazie di cuore. Le auguro una Serena Pasqua.

P.S almeno con il pantorc ho risolto il problema del reflusso.

[#17]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Serena Pasqua a lei ed i suoi cari.

Disponga pure.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#18] dopo  
240841

dal 2015
Mi perdoni, però avevo un quesito per mia figlia. Ha tre anni e proprio adesso ho ritirato le analisi per un sospetto di celiachia.

La informo che tra gennaio e febbraio si sono manifestati almeno sette casi di vomito (però aveva anche influenza). Inoltre sempre in questo periodo si è notato che le feci erano bianche. Questo è accaduto per tre volte.
Abbiamo fatto le analisi per la celiachia.
Riporto i risultati:

bilirubina totale e frazionata
totale 0,26mg/dl (valori normali fino a 1,1)
diretta 0,20mg/dl (valori normali fino a 0,30)
indiretta 0,46 mg/dl (valori normali fino a 0,80

Anitcorpi anti gliadina iga 3,3 U/ml (postivo >12)
Anitcorpi anti gliadina igg 28 U/ml (postivo >12)

Anitcorpi anti transglutaminasi (iga) 3,6 U/ml (negativo <9)

Anticoprti anti endomisio assenti

Volevo sapere se si tratta di celiachia e cosa significa il valore alto di Anitcorpi anti gliadina igg 28 U/ml .

Grazie
Mi perdoni di nuovo per il disturbo.

[#19]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Gentile utente
gli AGA (Anticorpi anti-Gliadina)
sono i primi anticorpi messi in evidenza nei soggetti con celiachia.
Nel siero di tali soggetti si trovano AGA isotipi IgA e IgG.
La determinazione delle IgA è utile nella diagnosi delle malattia in fase attiva e nel monitoraggio del comportamento alimentare dopo prescrizione della dieta priva di glutine.

Le IgG sono un marker più sensibile, ma meno specifico: la loro identificazione è però utile per evidenziare i casi con carenza di IgA, in quanto tale carenza nei soggetti celiaci sarebbe 10 volte più frequente che nella popolazione normale.

Pertanto, in fase attiva, si avranno valori elevati di IgA e di IgG.

Dopo questa breve dissertazione il mio consiglio è di effettuare il test genetico DQ2-DQ8 al fine di avvalorare o meno il sospetto di Celichia.

Saluti.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#20] dopo  
240841

dal 2015
Gentile Dottore,
la ringrazio per la risposta.
Eseguirò il test genetico.

Saluti

[#21]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Auguroni.

Se lo riterrà ci aggiorni pure.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#22] dopo  
240841

dal 2015
Salve, ho fatto una cura di pantorc 20mg per il problema del reflusso ed ho avuto ottimi risultati già nei primi giorni di cura (anche se im problema più serio è quest'aria nella pancia che non passa mai del tutto, anche se ormai con la cura dà pochissimo fastidio).

Ora è un mese che sono anche a dieta ed in questo mese prendo il pantorc a giorni alterni.

E' corretto quello che sto facendo, cioè di prendere il pantorc a giorni alterni?

Grazie

[#23]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non è uno schema terapeutico usuale e condiviso. La terapia deve esere continuativa, eventualmente a dose ridotta, oppure ciclica. Ma deve essere il suo medico a stabilirne la modalità. Mentre per il meteorismo può assumere del simeticone dopo i pasti.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#24] dopo  
240841

dal 2015
Grazie dottore, sapevo che non era qualcosa di corretto. Io qualche anno fa smisi la terapia e dopo qualche mese iniziò di nuovo il disturbo.

Sinceramente non mi fido molto del mio medico, si immagini che questa terapia mi è stata consigliato dal medico aziendale ( a seguito di una visita una-tantum).
Fu lui a consigliarmi il farmaco a dose minime.

Il mio medico non era molto daccordo perchè dice che questi farmaci producono del "polipetti" o altro allo stomaco. Mentre il dottore dell'azienda mi disse che il farmaco lo dovevo prendere sempre (non a caso mia madre lo prende da decenni).

Comunque seguirò il suo consiglio per capire se posso passare a pantorc 10mg (se esiste) invece di 20mg. Sono un tipo ansioso e smettere del tutto in questo periodo non mi conviene!

L'altra notte mi svegliai, e ero in ansia perchè non aveva quella specie di gorgoglio che mi dà l'idea di digerire...eppure non avevo nessun problema ad ingoiare acqua, non avevo alcuna acidità e neppure nessun reflusso. Solo una specie di aria ferma alla gola e mi tranquillizzo solo se poi avverto quel gorgoglio allo stomaco.

Saluti

[#25]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Il prodotto non comprende dosi da 10 mg. ma da 20 e 40 mg.
E quando va assunto, occorre farlo continuativamente per il periodo prescrittole.

Ma se lei non ha reflusso nè pirosi potrebbe addirittura non essere utile e ridurle solamente la capacità digestiva gastrica.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#26]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Potrebbe eventualmente provare a sospendere il pantoprazolo assumendo degli antiacidi ed un procinetico.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#27] dopo  
240841

dal 2015
In realtà mi è stato prescritto il "Motilium" che non ho mai preso.
Vi dico che questo farmaco mi fu prescritto, perchè ne parlai io stesso al dottore, poichè mi era stato consigliato su questo sito.

Mi fu prescritto anche il someticone, devo però trovare la ricetta.

L'antiacido non vorrei usarlo anche perchè quando avevo il reflusso (prima di iniziare ad usare il pantorc) non avvertivo mai nessuna sensazione di acido, così come non ho mai avvertito problemi digestivi.

Gli unici sintomi era il reflusso che avveniva di notte, questo senso di pienezza gastrica che sempre di notte mi dava la sensazione di difficoltà alla gola, e che si calmava solo quando avvertivo nel mio stomaco, quelli che io chiamo gorgoglii.

Ripeto che anche nelle varie ecografie è sempre risultato una scarsa motilità, quindi molta area nella pancia ed una colicisti pigra.

Grazie

[#28]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Le converrà quindi riutilizzare i procinetici + simeticone.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#29]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008


>>difficoltà alla gola, e che si calmava solo quando avvertivo nel mio stomaco, quelli che io chiamo gorgoglii.<<

Traducendo: in pratica il disturbo si calma quando lo stomaco si svuota.

Quindi i procinetici, come le ho già detto, sono utili.

Li assuma.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#30] dopo  
240841

dal 2015
Grazie.
Assumerò il Motilium che acquistai due mesi fa ma non ho mai preso, e mi farò prescrivere il someticone.

L'assunzione del "Motilium" quando deve avvenire? Prima o dopo i pasti?
Posso prenderlo, la sera?

Grazie

[#31]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Il procinetico va assunto 30 min. prima dei pasti.


Saluti
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#32]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Il domperidone viene rapidamente assorbito, con picco plasmatico tra i 30 e i 60 minuti dall’assunzione.
Pertanto può assumerlo 45'-30' prima dei pasti (pranzo e cena).

Tenga conto che dopo 4 settimane la necessità o meno di continuare il trattamento deve essere rivalutata.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it