Intolleranza lattosio?

Alla cortese att.ne del Dr. Felice Cosentino
Sono affetta da celiachia da 5 anni ma nonostante rigorosa dieta gluten free accuso ancora molti disturbi: gonfiori,nausea,diarrea.
Avendo effettuato gastroscopia,i villi intestinali risultano ancora atrofizzati. A tal punto ho effettuato le ANALISI DI MUTAZIONE CON SEQUENZIAMENTO DIRETTO INTOLLERANZA AL LATTOSIO che mi hanno dato il seguente risultato: presenza del seguente diplotipo: CC/GA tale risultato è compatibile con PERSISTENZA RIDOTTA della LATTASI.
Vorrei sapere a questo punto se devo eliminare dalla mia dieta anche il latte e i suoi derivati.
Ringraziandola anticipatamente per la risposta le porgo cordiali saluti.
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.3k 2.3k 74


>> Sono affetta da celiachia da 5 anni ma nonostante rigorosa dieta gluten free accuso ancora molti disturbi: gonfiori,nausea,diarrea. Avendo effettuato gastroscopia,i villi intestinali risultano ancora atrofizzati. <<

Gentilissima,

il problema non è la carenza di lattasi (ci può essere ma è facilmente controllabile), ma è la sua malattia celiaca. In pratica dopo 5 anni con dieta "glute free" si trova ancora con i sintomi e soprattutto con una mucosa duodenale atrofizzata. Pazienti con tali problematiche devono afferire a centri di riferimento per la Celiachia (ma che lo siano realmente !) in quanto bisogna capire il motivo della mancata risposta. Ci troviamo di fronte ad un "non responder" o c'è qualcosa che ci sfugge (dieta non completamente e/o involontariamente "gluten free"; rivalutazione del quadro duodenale per patologie associate, ecc.) ? Sono tutte problematiche che purtroppo non possono essere risolte con un consulto on line. Ma come consulente esterno posso però darle questo utile ed indispensabile suggerimento.

Un cordiale saluto




Dr Felice Cosentino Gastroenterologo Endoscopista - Milano (Clinica la Madonnina), Monza (Wellness Clinic Zucchi)- Reggio C (Villa Sant'Anna)

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio molto per la sua risposta, una cosa che volevo scrivere prima ma per non dilungarmi troppo non ho fatto.All'età di un anno fui ricoverata per malassorbimento intestinale (diagnosticato nel 1964) pesavo 14kg ed ero una bambina in buona salute ,solo dopo aver assunto l'ultima dose di richiamo antipolio iniziarono i disturbi Diarrea Inappetenza e un forte dimagrimento arrivai a pesare 7 chili.ho avuto praticamente un infanzia molto travagliata che mi ha comportato uno sviluppo tardivo a 16 anni .Poi sembrava che fosse passato tutto ,anche se appena finivo il pasto dovevo correre subito al bagno.Tutt'ora ho gli stessi sintomi non frequenti ma spesso.Addirittura mi vengono delle vere e proprie coliche da ricorrere ad un antispastico.Chiudo dicendole può dipendere che avessi già la celiachia ad un anno e continuando ad assumere glutine (prima di sapere della malattia) iil mio intestino ne ha risentito molto ? Mi scuso per essermi dilungata troppo, ma visto che il gastroenterologo che ho sentito mi ha liquidato dopo 3 gastroscopie e una colon ,dicendomi che ormai avevo fatto tutto quello che c'era da fare.Sono molto preoccupata.La saluto e ringrazio di nuovo per la sua cortesia nel rispondermi, Saluti
[#3]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.3k 2.3k 74

>> visto che il gastroenterologo che ho sentito mi ha liquidato dopo 3 gastroscopie e una colon ,dicendomi che ormai avevo fatto tutto quello che c'era da fare <<

A questo punto direi di cambiare gastroenterologo visto che secondo lui non c'è più niente da fare. Riprendendo il discorso credo proprio che la sua celichia sia veramente datata e non è solo degli ultimi 5 anni. Ribadisco comunuque la nessità di rivolgersi ad un Centro con riconosciuta esperienza nel settore per venire a capo della sua celiachia.

Mi aggiorni, mi farebbe piacere.

Auguri e cordiali saluti

[#4]
dopo
Utente
Utente
la ringrazio molto per la sua pazienza e gentilezza nel rispondere.Se abitavo a milano mi sarei subito messa in contatto con lei.Peccato che sono in provincia di ROMA. Spero di trovare un gastroenterologo che mi sappia risolvere il problema.Appena ho notizie le farò sapere .Grazie di nuovo ,cordiali saluti
[#5]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.3k 2.3k 74
Molto bene. A risentirci.


[#6]
dopo
Utente
Utente
Eccomi di nuovo qui, a scriverle.Gentilissimo dott Cosentino,finalmente sono riuscita a trovare un buon gastroenterologo(spero).Dopo averle spiegato la mia situazione,ha controllato tutti i miei referti ha concluso dicendo: La situazione non mi sembra abbastanza seria come lei dice,la sua intolleranza al lattosio e al nichel è facilmente controllabile ,evitando gli alimenti a rischio.La gastroscopia fatta 3 anni fa mostrava ancora atrofia dei villi,ma visto l'ultima gastro e colon devo dirle che per quanto riguarda la celiachia lei la sta curando bene.Un altra cosa che mi ha detto riguardo ai sintomi ,gonfiore e feci diarroiche alternate a stipsi che dipende dal mio stato emotivo.Mi ha prescritto il MOTILIUM cp da prendere prima dei 3 pasti principali,e del ferro perchè ho un po la sideremia bassa.Siccome ultimamente mi sento peggio oltre i sintomi già citati avverto una forte debolezza.Oltre questa si sono aggiunti dei dolori lombosacrali che arrivano fino alle gambe,questo da 15 giorni,il medico curante mi ha detto che sono dolori lombari.Ma io più passa il tempo e più sto male,continuano i capogiri,la nausea e questa debolezza.Devo anche dirle che mangio pochissimo e non mi reggo in piedi perchè molti alimenti non li gradisco come il pesce e le verdure,la carne ne mangio pochissima.Fra 6 mesi devo controllare di nuovo gli esami del sangue compresi gli anticorpi,mi ha aggiunto anche delle analisi che non conosco: Anti RO-Anti LA -Anti TPO,.La ringrazio anticipatamente le auguro una BUONA PASQUA,aspetto una sua risposta mi farebbe molto piacere.Grazie di nuovo,Cordiali saluti
[#7]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.3k 2.3k 74
Gentilissima,

mi scuso ma avevo perso di vista il suo consulto ....

Il domperidone prescritto dal collega potrebbe accentuare i disturbi di motilità intestinale per cui è da valutare la dose. Per il resto è difficile darle dei suggerimenti on line ed il contatto con il gastroenterologo è la via migliore.

Un cordiale saluto


[#8]
dopo
Utente
Utente
Gentilissimo Dott.Cosentino,torno a scriverle dopo 2 mesi .Purtroppo non sono ancora riuscita a trovare un bravo gastroenterologo.I disturbi che avevo 2 mesi fa si sono accentuati di più.(gonfiore,doloretti ,eruttazioni continue ,anche seguendo una dieta scrupolosa.Oltre ai disturbi gastrointestinali si è aggiunta una stanchezza strana ,dolori muscolari.La mia alimentazione è molto povera ,sinceramente non ho molto appetito,mangio quel poco da reggermi in piedi.Ho spiegato al vecchio gastroenterologo i miei disturbi,mi ha prescritto delle analisi generali in più ha aggiunto altre specifiche per vedere la Sindrome di Sjogren e il LES.(che sono credo nella norma 0,6 ) i valori normali se non mi sbaglio sono da 0,0 a 10 .Invece le altre di routine sono normali ho solo la PCR 0,7-e la ves a 16.Per la risposta che mi aveva dato in precedenza prima di prescrivermi le analisi (che praticamente ero depressa),per motivi miei personali ho preferito chiudere e sentire un altro parere.Mi hanno consigliato di sentire un altro medico specialista nelle malattie del malassorbimento.Viste le analisi alterate della PCR e della Ves mi ha prescritto come medicinale ZANTAC,1 cp la sera,LEVOPRAID,8 gocce 3 volte al di e spasmodil 1 cp prima dei 3 pasti principali.Come esame diagnostico un ecografia dell'ultima ansa ileale.Non so cosa voglia vedere anche perchè è stato molto breve nella visita ,e non mi ha spiegato molto,spero di non aver sbagliato di nuovo.Grazie mille per la sua pazienza,la ringrazio anticipatamente e se può darmi un consiglio le sarei molto grata.Approfitto per farle gli auguri di un Buon Natale.Cordiali saluti.
[#9]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.3k 2.3k 74
Mi scuso il ritardo ....

L'ecografia all'ultima ansa ileale viene prescritta per escludere eventuali processi infiammatori dell'ileo distale (crohn, ecc.). Se non sbaglio però il suo problema è anche la celiachia. Ha trovato un centro di riferimento come le avevo indicato ?

Cordialmente
[#10]
dopo
Utente
Utente
Carissimo dott Cosentino ,grazie per la risposta.Il problema è che non sono riuscita a trovare un centro di riferimento come mi aveva indicato lei.Adesso ho richiamato il primo gastroenterologo che mi ha visto ,dovrei andare mercoledi prossimo.L'ecografia all'ultima ansa intestinale mi è stata prescritta da un gastroenterologo di un centro specializzato(cosi mi era stato detto),ma visto che non ha sentito nemmeno quello che avevo e la visita è durata 5 minuti esatti,credo proprio che non sia indicato.Spero di avere spiegazioni migliori dal precedente,mi auguro solo di non avere anche il morbo di crhon. Grazie le farò sapere.Ma le analisi che ho fatto sono negative? .Cordiali saluti a presto.
[#11]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.3k 2.3k 74
Dagli esami non emerge niente. Mi aggiorni sui prossimi sviluppi.

Cordiali saluti
[#12]
dopo
Utente
Utente
Carissimo dott Cosentino,Torno a scriverle dopo 2 mesi.I disturbi che avevo continuano anche se meno frequenti.Sono tornata dal primo gastroenterologo il quale mi ha richiesto i vetrini delle biopsie fatte in precedenza,perchè vuole rianalizzarle lui stesso ,perchè insiste con il dire che cè qualcosa di sbagliato dalla prima diagnosi di celiachia ,visti gli esami del sangue.Adesso sto aspettando la risposta.
[#13]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.3k 2.3k 74
Gentilissima,

Le risponderô sul nuovo consulto aperto mentre questo lo terremo chiuso.

Cordialmente
Allergia alimentare

L'allergia alimentare è una reazione eccessiva e immediata scatenata dal sistema immunitario verso un alimento: come si manifestano e quali sono i cibi responsabili.

Leggi tutto