Utente
Salve , sono una donna di 29 anni , alta 1,60 , peso 99 kg

ovviamente palesemente obesa " purtroppo "

sono anni che lotto con il mio peso... dimagrisco e reingrasso... dall'età di 9 anni.

faccio una vita molto sedentaria e sono di buona forchetta non lo negherei mai.

comunque in sostanza... avendo sempre acidità di stomaco , mi sono recata la cosidetto " miglior gastroenterologo " della mia città , il quale dopo avermi toccato lo stomaco e fatto alcune domande , ha detto ovviamente che dovrei fare la dieta , e che ho esofagite da reflusso e color irritabile , la dieta me l'ha data ma è un semplice prestampato , nulla di personalizzato.. solo ALIMENTI SI E ALIMENTI NO

poi mi ha chiesto di fare il breath test al lattosio che purtroppo è uscito positivo

con i seguenti parametri :

H2 ppm
Base ) 1
dopo 30 min 2
dopo 60 min 2
dopo 90 min 1

dopo 120 min 1
dopo 150 min 7
dopo 180 min 10
dopo 210 min 5
dopo 240 min 8
dopo 270 min 15
dopo 300 min 21
dopo 330 min 24


( so che il grado di intolleranza varia... a 24 - H2 ppm cos'è lieve , alto ? cos'è ? )

inoltre visto che sempre il " famoso gastroenterologo " mi ha dato un foglio ALIMENTI SI E ALIMENTI NO , nulla di specifico...

sul foglio c'è scritto che gli yogurt sono consentiti... ma io che ho anche esofagite... e lo yogurt da acidità... come si fa ?si elimina anche quello ? che casino...

ho deciso di cercare una dieta on line per gli intolleranti al lattosio.

la dieta è da 1550 kal , è troppo per me che peso 98 kg ?

e la dieta è giusta ?

l'ho trovata qui :

http://www.iobenessereblog.it/dieta-da-1550-calorie-senza-latte-e-derivati-dieta-per-dimagrire-per-chi-soffre-di-intolleranza-al-lattosio/6354


perfavore dottori... chiaritemi le idee perchè sono un pò confusa...

grazie...

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentilissima,

il testo per l'intolleranza al lattosio è positivo. Per cui è opportunno eliminare dalla dieta latte e derivati per un mese e poi gradualmente introdurli per valutare il proprio livello di intolleranza. Lo yogurt non dovrebbe contenere lattosio, ma attenzione ad aclcuni prodotti. A tale proposito le invio il link del mio articolo sul tema:

https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/1025-intolleranza-al-lattosio.html

Il problema dell'esofagite va affrontato con una opportuna terapia antisecretiva.

Per quanto concerne la dieta è una problematica da affrontare seriamente con un gastroenterologo/dietologo

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
la ringrazio per il consiglio.

la terapia antisecretiva in cosa consiste solitamente... ?

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
i valori del suo test denotano un'intolleranza al lattosio pressochè inesistente.
Nè lei riferisce sintomi che fanno pensare ad un intolleranza.

Per quanto riguarda la malattia da reflusso le dico che la diagnosi oltre che clinica credo debba poi essere documentata con un adeguato iter diagnostico.

A titolo personale, anche se non intuisco chi sia il collega che ha potuto visitarla e premesso che in Italia le pagelle esistono solo nella fantasia ( = non so chi sia il migliore) le voglio dire:

il medico migliore è quello che sbaglia di meno!

Perdoni questo collega... se può.

Cordialità
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Sono farmaci che riducono la secrezione gastrica, tipo lansoprazolo, rabeprazolo, pantoprazolo, omeprazolo, esomeprazolo. Che sono prescritti dal medico.

Saluti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#5] dopo  
Utente
Gent.le Dr. Francesco Quatraro

ringrazio anche lei per aver risposto alla mia domanda

effettivamente... io non ho diarrea... nulla di particolarmente grave che mi fa pesare l'intolleranza... sto bene...

si sono obesa lo so...

se mangio pomodori verdi... peperoni... addirittura... RISO BOLLITO mi viene un acidità allucinante...

ma a parte ciò... nulla di grave...

guardi... non ho problemi nel dirle il gastroenterologo che mi tiene sotto cura anche perchè non sto dicendo che abbia creato a me dei danni... ma lo vedo un pò SUPERFICIALE...

il gastroenterologo è il dott. Mauro Mastronardi ha lo studio privato a Monopoli e lavora anche all'ospedale di Castellana Grotte , è molto rinomato....

essendo lei pugliese... potrebbe anche averne sentito parlare...

nessun iter particolare... siccome prenotare da lui significa attendere almeno 6 mesi... io nei sei mesi in attesa di visita ho avuto dei dolori nel fianco sinistro... mi sono fatta prendere dall'ansia e mi sono recata da un altro gastroenterologo che mi ha aiutata... il dott.Licci sempre a Monopoli ... è mi ha diagnosticato COLON IRRITABILE dandomi una terapia di DEBRIDAT, il dolore è scomparso...

la prenotazione al dott. Mastronardi era comunque aperta perciò ho deciso di andarci comunque...

mi ha semplicemente lasciato un foglio dove c'è scritto :

Dolore addominale nei quadranti di sinistra non associato a variazione dell'alvo
--> debridat --> beneficio clinico


si consiglia : Breath test al lattosio


quindi ha praticamente semplicemente scritto ciò che mi è successo dovuto al dolore al fianco sinistro , e gli ho raccontato di essere andata al dott. Licci e non ha fatto una piega... non è che mi ha detto " potevi venire qui urgentemente se avevi dolore " NO , non ha detto proprio NULLA.

sono veramente sconfortata , ho speso 100 € a vuoto... per farmi dare un semplice foglio dove non c'è scritto nulla.

mentre il dott.Licci addirittura per la visita si è preso 40 € e mi ha risolto anche il problema del colore al fianco.

sono stata proprio stupida ad andare da Mastronardi sarei dovuta rimanere sotto controllo dal dott. Licci :(

vabè pazienza...

[#6]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentilissima,

ovviamente non entro in merito sulla valutazione dei colleghi. Su questo è lei che deve valutare e decidere a chi affidarsi ( come ha giustamente fatto)..

Per quanto concerne la mia risposta precedente sul lattosio devo precisare che il valore oltre i 20 ppm è considerato (anche se debolmente) positivo dal nostro laboratorio. Bisogna anche dire che interrompiamo la registrazione a 180 min. e che tale tempo può variare da Centro a Centro.


Se, come dice lei " ha sempre acidità di stomaco", è consigliabile una terapia antisecretiva senza necessità di doversi sottoporre immediatamente ad una gastroscopia.


Cordialmente (... e buona fortuna con i prossimi contatti con i medici).



Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#7] dopo  
Utente
La ringrazio Dr. Felice Cosentino

[#8]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile signora,
a questo punto anch'io credo di doverle concludere la mia parte di consulto,

intanto le ribadisco che il problema lattosio è l'ultimo dei suoi problemi;

per ciò che lei dice
<<essendo lei pugliese... potrebbe anche averne sentito parlare...>>

le rispondo che da gastroenterologo pugliese (e nemmeno l'ultimo arrivato) conosco il valore dell'ambiente gastroenterologico pugliese e sono mortificato per quanto successole, anche se (non si offenda) al suo posto avrei omesso nomi e cognomi e fatti e avrei solo concluso con il suo

<<vabè pazienza...>>,

le ricordo che : "il medico migliore è quello che sbaglia di meno!"

e poi in Puglia troverà sicuramente tanti bravi gastroenterologi in grado di curarla, magari ... più empatici ed a lei simpatici!

Auguroni.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#9] dopo  
Utente
Dr. Francesco Quatraro , so che sarebbe stato meglio " omettere " però mi perdoni...

visto che vi sono questi siti per aiutare tanta gente che magari ha o avrà il mio stesso problema...

mi sento di aiutare e poter consigliare visto che purtroppo ne ho già fatte le spese

vorrei evitare per altri

e ribadisco sempre per mia esperienza che non sempre " il dottore rinomato " dev'essere per forza eccellente... dipende dai casi...

e visto che siamo in tema... se le interessa sapere...

da quando avevo 15 anni mi hanno sempre detto che all'occhio destro avevo uno pseudoforo maculare...

in realtà a novembre 2011 giusto per curiosità... sono andata sino al San Raffaele di Milano , dove " finalmente " il direttore dell'unione operativa di neuroftamologia mi ha detto che io ho una malformazione congenita chiamata " fossette colobomaose del nervo ottico "...

quindi immagini quanti oculisti io abbia visto dall'età di 15 anni sin ora... e la verità l'ho saputa solo al san raffaele di Milano a 29 anni...

il mio oculista di Conversano ( BA ) si è solo limitato a dirmi che sono una persona " strana " e che in base ai miei problemi agli occhi , dovrei essere ipovedente e che invece ci vedo... ma mai avuta una spiegazione precisa come al san raffaele.

tutto questo per dirle e confermarle la sua frase " il medico migliore è quello che sbaglia di meno! "

e se ho fatto nomi... è semplicemente per aprire gli occhi ad altri che si troveranno nella mia condizione , perchè capisco che il medico va pagato in quanto è il suo lavoro però... siccome i soldi non vado a rubarli ma me li guadagno onestamente e con fatica... buttare 100 € per avere due fogli di " consigli " che potevo reperire tranquillamente on line non so se è normale...

vabbè forse sono ignorante io... sta di fatto che a quanto pare... più la gente vuole spendere soldi per la salute " correttamente " e per cause giuste e più ci sono medici che si mettono in tasca 2.000 / 3.000 € al giorno cosi , dando cosigli.

ok meglio terminare questo " sfogo " , spero solo sia d'aiuto ad altri

chiedo scusa...

Grazie Dr. Francesco Quatraro e Dr. Felice Cosentino