Mal di testa, lingua bianca, gastrite

Buongiorno, raramente mi capita, in genere a seguito di uno stress, di avere nell'ordine, i seguenti sintomi: languore, mal di testa, lingua bianca, stomaco teso al tatto e leggermente dolente. Al momento il rimedio piu' efficace e' quello di rimanare a digiuno per 1-2 giorni. Ho ridotto gli episodi, avendo individuato nello stress la causa scatenante, ma l'ultima volta probabilmente e' stata una bevanda troppo fredda. Il sintomo piu' importante e' il mal di testa, ho provato con analgesici come paracetamolo, ma senza beneficio. Quale procedura posso mettere in atto per alleviare i sintomi e ridurne la durata? Soffro di riflusso GE che controllo con Gaviscon, assumo anche aspirina 100mg/d. Grazie
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68k 2,1k 88
Lei dice di soffrire di reflusso gastroesofageo. Quali accertamenti ha eseguito, gastroscopia ?

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 516 63
Gentile utente,
se lei ha notato questa correlazione di tipo psicosomatico, verosimilmente la sua sarà una cefalea cosiddetta "muscolo-tensiva" che si avvale terapeuticamente di benzodiazepine e miorilassanti.
L'assunzione di acido acetisalicilico ed il fatto che soffre di reflusso! rendono utile l'uso di PPI (antisecretori) come terapia sia gastroprotettiva che mitigante il reflusso.

Prenda in considerazione l'idea di farsi seguire da una gastroenterologo.

Saluti

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#3]
dopo
Utente
Utente
Risposta a Dr Felice Cosentino
Circa 2 anni fa' ho fatto gastroscopia, conferma riflusso gastroesofageo ed ernia iatale.

Per entrambi i medici: a seguito degli esami fatti e delle indicazioni del mio medico, ho modificato la dieta e lo stile di vita per convivere con questi problemi, e ritengo la situazione attuale soddisfacente.

La mia richiesta e' motivata dalla insorgenza estemporanea di questo episodio (1-2 volte anno), per meglio comprenderne il meccanismo scatenante, la successione di sintomi etc. con l'obiettivo di prevenire l'innesco, mitigare il decorso e recuperare in breve tempo una situazione normale. Ovvero, cosa e' meglio fare o non fare in una situazione del genere, mi riferisco a indicazioni pratiche come (esempio) bere acqua o latte o cocacola, assumere un antidolorifico generico oppure evitare, mangiare (cosa) o digiunare.
Quale meccanismo lega il problema dello stomaco (gastrite?) con il dolore alla testa?
Grazie
[#4]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68k 2,1k 88
Non parlerei di gastrite, termine che impalca un processo infiammatorio gastrico che non può essere momentaneo. Si tratta di una problematica da inserire, come dice lei, in un contesto psico-somatico ed anche la cefalea rientra nel quadro. Concordo con il collega Quatraro che le benzodiazepine potrebbero essere di aiuto ha controllare il disturbo. Per il suo ultimo quesito le dico che un disturbo digestivo può causare delle sostanze fermentate provocando fastidiosi mal di testa.

Legga un articolo d'interesse:


https://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1064-quando-il-corpo-va-in-ansia-i-sintomi-fisici-dei-disturbi-d-ansia.html

Cordialmente

[#5]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 516 63
Gentile utente,
sempre con il consenso del suo curante, che ha la imprescindibile possibilità di visitarla,
può anche utilizzare dei procinetici e del simeticone per facilitare lo svuotamento gastrico e la motilità intestinale e detendere l'intestino da evenuale eccesso di gas.

Saluti
[#6]
dopo
Utente
Utente
Grazie ad entrambi per il vostro tempo ed i vostri suggerimenti.
e ancora per la Vostra disponibilita' (il mio medico durante il fine settimana non riceve).

Ho capito che l'origine del mio problema e' stato sopratutto stress, probabilmente coadiuvato dalla bevanda troppo fredda.

Molto probabilmente domani avro' recuperato una situazione normale, ma ne parlero' con il mio medico alla prossima occasione.

Cordialmente
[#7]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68k 2,1k 88
È un piacere esserle stati d'aiuto.

Saluti

[#8]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 516 63
Molto bene.

E' un bel passo un passo avanti.

Distinti saluti

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test